PNL e Marketing: tutto quello che devi sapere

Immagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 42 secondi
Pubblicato il 16 febbraio 2015

Mi sono imbattuto nella PNL (Programmazione Neuro Linguistica) qualche anno fa, incuriosito dall’idea di un metodo che permettesse di comprendere meglio come ragioniamo e quali sono gli schemi mentali del decision making, termine che suona molto più fico del “come le persone prendono le decisioni”.

Ehi Ben,” mi dirai “quindi mi stai parlando di psicologia“.

Non proprio. IMHO il problema della PNL è che essendo multidisciplinare c’è chi la carica di aspettative e\o ne sfocalizza gli usi.

Ah, mi rendo conto che sono un assoluto padawan in materia ma se di una metodologia dicono di essere sia il diavolo che l’acqua santa NON può che incuriosirmi.

PNL, truffa o cosa seria?

Si, perché non ti nascondo che se fai una ricerca su Google della Programmazione Neuro Linguistica leggi davvero di TUTTO.

  • C’è chi la propone come alternativa alla psicoterapia.
  • C’è chi la esalta come risoluzione della propria vita.
  • C’è chi la ritiene uno strumento per incrementare le vendite.
  • C’è chi la considera una totale truffa.

Insomma, ognuno ne prende una sfumatura, un punto di vista e ne spolpa tutto il resto.

Personalmente credo che atteggiamenti così contrastanti nell’approccio siano derivati dall’idea che questo modello alternativo di studio della soggettività erediti in parte da altri discipline; riconosciute o meno.

Lo ritengo estremamente interessante e mi rendo conto che gettarsi in un fuoco come questo può essere rischioso.

Ma del resto, Obi Wan se non si buttava a capofitto fra le piattaforme di Mustafar sospese sulla lava, con il cavolo che batteva il “demone” di Anakin Skywalker.

E no, non ho pensato a nessun’altra analogia con metodi eclatanti di firewalking promossi da un noto motivatore italiano.

PNL e Marketing, due cose differenti?

E da un re si passa a un altro, il contenuto. Se nel Marketing si fa un gran parlare di testi persuasivi, perché diavolo la PNL non ti dovrebbe aiutare?

Grattando la superficie dei titoli acchiappa-click, che comunque funzionano, credi che non ci siano dietro – se non degli studi – quantomeno delle considerazioni?

Ecco, secondo il mio piccolo punto di vista, la PNL può aiutare a elaborarle.

Provocazione forte per i SEO: se Google, con algoritmo, sta cercando di comprendere le intenzioni dietro le ricerche non vedo perché la PNL non può aiutare a codificare queste decisioni.

Del resto è inutile nascondere il fatto che, dei modelli vincenti studiati da Richard Bandler, il padre della PNL, non ci fossero venditori ma grandi ispiratori.

Mettila così: essere visibili su Google o un testo persuasivo convinceranno tutti? NO. La PNL cambia sicuramente la tua vita? NO. A tutti piace la Nutella? NO. (Questa però è davvero incredibile).

Il Marketing crea valore aggiunto, quale la visibilità (parlo almeno per il Search).
La PNL crea maggiore consapevolezza delle strategie mentali.

Il primo non è certezza di vendite ma si adopera per aumentarne la possibilità.
La seconda non ti permette di passare inosservato dai trooper ma ti dà gli strumenti per migliorare la persuasione.

La parola ad Alessandro Mora

Ho chiesto ad Alessandro Mora, che con Bandler ci lavora fianco a fianco, la sua definizione di PNL.

Ognuno di noi ha delle strategie mentali per decidere, per motivarsi, per acquistare, per apprendere, per convincersi, ecc. Sono schemi di pensiero abituali che lavorano spesso al di fuori della nostra consapevolezza.

La Programmazione Neuro Linguistica ti dà degli strumenti per comprendere come il tuo cliente decide e di conseguenza ti aiuta a farlo comprare. Ovviamente ciò non significa che chiuderai tutte le vendite, ma avrai l’oppurtunità di rendere il tuo prodotto/servizio estremamente affascinante perché parlerai finalmente la lingua del tuo cliente, interessandoti sinceramente a lui.

Ricorda che Con-Vincere significa “vincere insieme all’altra persona”, quindi fai in modo che ciò che vendi sia veramente di valore per il tuo cliente.

Quindi PNL e Marketing possono andare a braccetto?

A finale, depotenziando la PNL da panacea di tutti i mali e trucchi mentali da Qui-Gon (che nemmeno quelli su tipi come Watto funzionano) – credo che possa aiutarti a comprendere per focalizzare meglio alcuni aspetti del tuo lavoro di marketer.

Anche la SEO va applicata quando serve, mentre in altri casi funziona meglio il Social no?

Via alle ostilità nei commenti! Voglio leggere la tua, persuadimi del tuo punto di vista 😉

p.s. Se devo fare una critica io è che.. porca miseria, tutti vestiti bene, io vado girando con le magliette nerd!

Shares