Server in locale, i migliori programmi per PC e Mac

Webserver Locale
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 2 secondi
Pubblicato il 19 luglio 2013

Spesso quando si deve sviluppare uno script o si deve realizzare un lavoro su CMS ci si chiede quale sia la miglior soluzione per avere un server in locale. Le opzioni sono tante e spesso si resta confusi su quale sia la migliore da adottare.

Durante la scelta bisogna tenere sempre a mente che per sviluppare in php conviene utilizzare la versione di php e la configurazione del server in cui poi andrà a girare il sito, così da non creare problemi dopo lo sviluppo, quando si pubblicherà  il lavoro.

Non prenderemo in esame la configurazione dei singoli componenti per creare un server, ma solo i pacchetti che hanno già tutto incluso, perché ormai a parte casi eccezionali, i pacchetti già pronti soddisfano le esigenze della maggior parte degli sviluppatori.

XAMPP

XAMPP

XAMPP, oltre a creare un ambiente server per php, dà la possibilità di usare perl, pyton e tomcat tramite plug-in.

XAMMP dispone di un pannello di controllo davvero completo e facile da utilizzare, da qui è possibile gestire l’ avvio o l’arresto dei vari servizi, l’accesso ai file di configurazione e di log, inoltre dà la possibilità di scegliere le porte di ogni servizio e  una shell di comando. Altro aspetto interessante per chi si trova ad usare diverse piattaforme di sviluppo è il fatto che è disponibile per windows, mac e linux.

Link: http://www.apachefriends.org/it/xampp.html

EasyPHP

easyphp

Easyphp ha tra le sue caratteriste più importanti il fatto di essere distribuito in varie configurazioni, infatti è possibile scegliere la versione di php da caricare, che comprende anche phpmyadmin per gestire con semplicità i database mysql, un pannello amministrazione davvero completo con cui si possono creare alias, cosi da gestire contemporaneamente più progetti in diversi sotto-domini. Si può anche integrare xdebug per effetuare il debug del proprio lavoro. Dall’accesso rapido è possibile gestire la configurazione di php apache e mysql e consultare i file di log.

Link: http://www.easyphp.org/

MAMP

mamp

Mamp è un pacchetto disponibile esclusivamente per la piattaforma mac, l’interfaccia è molto scarna, presenta solo le funzioni essenziali, tra cui lo stato di apache e mysql, il tasto per arrestare il sever,  l’accesso alle preferenze per cambiare le porte a mysql e apache e scegliere la versione di php. Esiste una versione a pagamento del pacchetto, che amplia molto le possibilità di configurazione. Queste funzioni aggiuntive rendono quest’ultimo molto più interessante rispetto alla versione gratuita.

Link: http://www.mamp.info/en/mamp/index.html

Wamp

wamp

Wamp è disponibile solo per piattaforma windows, tramite plugin si possono scegliere le versioni dei componenti di php (4.4- 5.0- 5.1- 5.2- 5.3 -5.4), mysql (4.1 -5.0- 5.1)e apache (1.3 -2.0- 2.2). Alle opzioni si accede cliccando con il tasto sinistro sull’icona, a questo punto si apre un menù rapido che dà la possibilità di avviare arrestare o riavviare il server, l’accesso a WebGrind ( una Web application ) per il debug, usare phpmyadmin, oltre alla possibilità di accedere alla configurazione di apache, php e mysql in modo semplice e veloce.

Link: http://www.wampserver.com/en/

AMPPS

ampps

AMPPS è disponibile per Windows e mac, dopo l’installazione si ci trova davanti a un pannello di controllo, che dà accesso alla configurazione dei principali componenti del server. Oltre a questo, fornisce un pannello aggiuntivo che permette di installare in modo molto semplice e intuitivo CMS, forum, e-commerce, Wiki e framework, oltre a poter installare pannelli di controllo per i database.

Link: http://www.ampps.com/

Eccoci arrivati alla fine di questa comparativa di pacchetti per la creazione di webserver. Ognuno di loro ha un punto di forza, come l’ estrema semplicità di configurazione e gestione o l’ampia possibilità di personalizzazione o il supporto multi-piattaforma. Tu usi uno di questi o altri?

Shares