SEO: implementare dati strutturati con JSON-LD in WordPress

WordPress SEO Dati Strutturati JSON-LD
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 6 secondi
Pubblicato il 29 settembre 2016

C’erano una volta i microdati, attributi da assegnare al codice HTML per permettere a Google in primis di identificare e mostrare, sotto forma di rich-snippets, informazioni specifiche su prodotti, località, esercizi commerciali ecc. Tutti contenti, o quasi:  già, perché talvolta inserire correttamente ed esclusivamente i dati d’interesse poteva essere un’odissea. Tra problemi di compatibilità con temi e plugin, se non si sceglieva un approccio ad-hoc, facilmente si creava qualche conflitto.

E così, seppur Google al momento dica di non riuscire ancora a interpretare correttamente il markup (vedi screenshot sotto), ha iniziato a caldeggiare l’utilizzo del formato JSON-LD per l’inserimento dei dati strutturati sui siti web.

json-ld-dati-strutturati

Per i più interessati al significato letterale di JSON-LD, riporto la definizione ufficiale (fonte: Wikipedia):

JSON-LD, o JavaScript Object Notation for Linked Data (Notazione a oggetti JavaScript per Linked data), è un formato di interscambio di Linked data, che utilizza JSON.

Come funziona il formato JSON-LD?

A differenza dei microdati, che venivano inseriti direttamente nel codice HTML, col formato JSON-LD la strutturazione viene fatta, tramite codice JavaScript, a inizio pagina, in modo del tutto indipendente dal contenuto realmente presente.  Per esempio, se la dichiarazione tramite microdati fosse la seguente:

l’equivalente in JSON-LD diventerebbe questa

Come dicevo, il grosso beneficio è che, il formato JSON-LD è svincolato dal contenuto della pagina, quindi permette enorme versatilità, facilità di implementazione e miglior facilità di debug per gli sviluppatori.

Quindi, in attesa che venga supportato al 100% (a oggi per esempio non è supportato lo schema per le breadcrumbs), vediamo come implementarlo facilmente all’interno di un tema WordPress.

Implementare Schema tramite JSON-LD in WordPress (usando i custom fields)

Innanzitutto entra nella schermata di modifica della pagina/prodotto/articolo dove ti interessa aggiungere i dati strutturati, e assicurati di aver spuntato l’opzione “campi personalizzati”:
json-ld-dati-strutturati-1

Scorri quindi fino al box dei campi personalizzati (dopo il post) e inserisci i dati come mostrato prima:

json-ld-dati-strutturati-2

Clicca su aggiungi campo personalizzato. A questo punto occorre andare all’interno del template header.php, dentro la cartella del vostro tema e, all’inizio della pagina, prima della chiusura del tag <head> inserisci quanto segue:

Ovvero, fai in modo che, se il campo personalizzato chiamato “Schema” è valorizzato, venga stampato. Salva il file e, ricaricando la pagina, vedrai i dati strutturati stampati in modo corretto.

Per verificare che tutto sia stato implementato nel modo giusto, puoi utilizzare lo strumento di test per i dati strutturati fornito da Google!

Fatto? Che ne pensi? Raccontaci nei commenti la tua esperienza!

  • Andy

    Interessante articolo, sapresti dirmi come caricare dinamicamente le informazioni sullo scrpit ( presente nel custom field )

    • Ciao, in che senso dinamicamente? Qualcuno deve per forza inserirle (quelle specifiche per il post). Comunque per scendere nello specifico dovresti creare diversi custom fields per ogni proprietà, alcuni li riempirai dinamicamente (prendendo tipo titolo, categoria ecc) altri li farai compilare da backend invece. Dipende dalle situazioni, non è detto che sia “più veloce” che non fare un copy-paste e sistemarlo.

      • Andy

        WoooW ! Davide grazie per l’immediata risposta. Si vorrei inserire le informazioni sulla data o sul nome dell’autore senza copia-incolla ma direttamente dal backEnd di wordpress. Potresti suggerirmi almeno le informazioni principali come: Titolo, autore etc.. .

        Ancora grazie per il supporto 🙂

        • Ciao devi fare come ti ho già scritto creando e stampando ciò che ti serve (devi avere le competenze per creare dei custom fields e stamparli nel tema). Purtroppo non è una cosa che si “risolve” come risposta ad un commento, ti consiglio di approfondire il discorso Googlando 😉

          • Andy

            Ciao Davide, prima di tutto grazie!!! Si comprendo perfettamente, adesso seguendo il tuo consiglio inizio a smanettare e a fare qualche ricerca su google. A presto e buon lavoro.

Shares