La gestione dei Cookies e della Privacy con Divas Cookie

Immagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 45 secondi
Pubblicato il 11 novembre 2014

Con il provvedimento 229 del 8 Maggio 2014 il garante della privacy ha recepito alcune direttive della Comunità Europea riguardanti il trattamento dei dati salvati nei cookies normalmente generati  dai browser durante la navigazione e regolandone l’utilizzo.

La direttiva riporta le linee guida ed i tempi di attuazione degli stessi, nel nostro caso di un anno dalla data del 8 maggio 2014, termine utile per l’adeguamento dei siti che utilizzano questa tecnica. (leggi di più su about cookies)

out-law webhouseit

Cookies che sono utilizzati attualmente dalla quasi totalità dei siti online, basta infatti inserire un semplice codice di tracciamento come quello di Google Analytics per avere l’obbligo dell’accettazione da parte del visitatore del tracciamento dei dati.

Ecco quindi che il webdesigner nella fase di realizzazione del sito deve tenerne conto e darne informazione al suo cliente per il successivo trattamento.

Fortunatamente alcuni servizi semplificano e non poco le operazioni richieste, fornendo strumenti potenti ed utilizzabili in maniera semplice.

Uno su tutti il servizio di Iubenda, che fornisce tramite diversi strumenti, sia free che premium, le policy già pronte e legalmente conformi per il trattamento dei dati a seconda del servizio presente sul sito.

Ecco quindi che tramite di esso possiamo individuare servizi come il tracciamento di Analitycs, la policy relativa ad un normale form di richiesta informazioni nonchè l’iscrizione ad una mailing list tramite i più famosi tools di gestione.

Queste policy vengono integrate nel sito attraverso un embed html del pulsante (nella versione free) che riporta alla policy ed al responsabile del trattamento dei dati.

La direttiva però indica che alla prima visita del sito, l’utente esprima il suo consenso e possa chiaramente vedere le policy collegate, è indicato che tale procedura avvenga attraverso un banner indicativo riportante tutte le informazioni del caso.

Nasce quindi l’obbligo di impostare un piccolo banner nella home dove alla prima visita l’utente possa effettuare tale operazione. Cosa questa che da un po’ di tempo in effetti appare su molti dei più famosi siti, (Google in primis), ma come fare a farlo nei nostri siti o per i nostri clienti?

Sia nel caso di siti realizzati su WordPress che per altre tipologie ci viene in soccorso un comodo plugin offerto sia in formato jQuery che come installazione standard di Plugin WordPress che si chiama Divas Cookies.

Realizzato da CodingDivas ossia due giovani programmatrici italianissime, ci permette in pochi e semplici passaggi di implementare il suddetto banner nel nostro sito, esprimere il consenso e visualizzare direttamente le pagine di policy relative.

CodingDivas - Webhouseit

Il plugin permette una completa personalizzazione del banner modificando i parametri css in modo da uniformarlo alla grafica del nostro sito o semplicemente renderlo più visibile. Compreso il controllo dello slide di ingresso ed uscita o la posizione sopra l’header o sotto il footer.

Particolare anche l’implementazione delle policy, permette infatti o di creare delle pagine interne su cui scrivere le policy e linkarle direttamente dal banner oppure attraverso l’ID di Iubenda di embeddare direttamente le policy generate su quest’ultima senza quindi preoccuparsi di doverle scrivere di nuove ad hoc.

Divas Cookies viene rilasciato free nella versione jQuery mentre il plugin di WordPress ha un costo di 9,00 Dollari ossia € 7,20 al cambio attuale per la versione che permette una sola installazione, mentre, $ 29,00 dollari per la Versione Developer.

5/12/2014 – È stata aggiunta anche la versione per Prestashop

Shares