Blogger e perseveranza: un binomio necessario

Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 53 secondi
Pubblicato il 20 dicembre 2013

Scrivere post ogni giorno nel proprio blog non è un lavoro facile, per niente facile! Provate a chiedere ad un professionista come Riccardo Esposito cosa significa riuscire a inserire online un nuovo articolo ogni giorno, magari anche la Domenica.

Ci vogliono come ho scritto in altre sedi passione, costanza e tanta capacità: dovete essere informati, presenti e attenti a quello che accade intorno.

Dopo questo bel preambolo sulle capacità che uno scrittore online o blogger deve avere, mi vorrei soffermare un attimo sul concetto di perseveranza! Si la perseveranza dello scrittore;  ho letto un articolo ultimamente su questo tema che mi è piaciuto e voglio ripercorrere con voi i punti salienti tratti.

Non importa il motivo per cui create contenuti in rete, potete essere degli scrittori per hobby o dei blogger professionisti fulltime, ma quello che conta in entrambi i casi, riguarda proprio la perseveranza nel credere nel vostro lavoro.

Ok, ma cosa è questa perseveranza? Perseverare secondo la Treccani significa essere costanti e fermi nel perseguire i propri scopi o nel tener fede ai propri propositi.  Perfetto! Ma perché dovremmo essere perseveranti come blogger e in quali casi?

Scopriamo insieme le ragioni della perseveranza

Le ragioni della Perseveranza

Impressionate i clienti

A volte capita che a qualche nostro cliente non piaccia quello che abbiamo scritto per loro. Cosa si può fare? ci sono diverse vie:

  • lo possiamo ignorare, ma non è una ottima scelta: potremmo perdere il cliente.
  • si può loro venire incontro adattando quanto scritto alle loro esigenze, ma questa via può lasciare un non so che di amaro in bocca.
  • oppure potete perseverare: recuperate quello che avete scritto, fate un nuovo briefing  con il cliente e ricominciate.  Perseverate! Chiaro non è bello fare un lavoro straordinario e non pagato, ma sicuramente se vi mostrerete propositivi ne trarrete vantaggio e anche il cliente sarà contento e impressionato dalla vostra disponibilità.

Non sei “nato” alla prima frase

Ovvero non pensare di avere successo e migliaia di seguaci appena vai online o per il tuo primo post. Non sei Umberto Eco! Ci vuole perseveranza. Il mondo dei blogger è un mondo difficile, complesso, racchiuso fra regole di scrittura e regole tecniche di implementazione. Se scrivi bene è un vantaggio,  ma devi conoscere molti altri particolari: sai cosa è la SEO per esempio? (chiedete a Benedetto Motisi a riguardo), conosci le tecniche di scrittura per il web?  Non pensare di avere subito successo o centinaia di lettori.

Ma non scoraggiatevi! Dovete persistere nel vostro lavoro, provate e riprovate! Scrivete e correggete! Leggete e studiate come si crea e mantiene un blog!
Come consiglio vi suggerisco di scegliere una nicchia, un tema particolare non generalistico, che vi permetta di scrivere su cose che conoscete molto bene e che trattano temi particolari. Questa scelta di nicchia può essere un vantaggio.

Perservera o abbondonerai

 Il rifiuto! C’è il problema del rifiuto, non è detto che anche se scrivi bene, quello che scrivi piaccia! E se non piace? Se ti criticano? Se non sono d’accordo con quello che hai scritto? Qualcuno lo troverai sempre!

Non mollare, ma persevera! Continua con il tuo lavoro non ti preoccupare! Tante persone troverai che non sono d’accordo con te, tante altre ne troverai che lo sono e che commenteranno i tuoi post positivamente. Non mollare e persevera.

 In conclusione

Non sentirti soddisfatto, scrivi e riscrivi, correggi,  prova e riprova! Scrivere un blog può darti molte soddisfazioni, ma ti devi applicare se vuoi raggiungere il successo! Non mollare, ma persevera.

fonte: http://www.copyblogger.com/persistent-writer/

Shares