Modelli di Fatture per Regimi dei Minimi

preview-fatture-regime-minimi
Tempo stimato di lettura: 0 minuti, 54 secondi

Da Gennaio 2013 è obbligatorio aggiungere la seguente dicitura: “Attività professionale di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4″ ed il costo della marca da Bollo è passato a 2.00€

Stufo della solita fattura? Vuoi un tocco di originalità nei tuoi documenti? Dopo averti regalato i modelli di ritenute d’acconto, oggi Webhouse ti regala la sua ultima fatica: due modelli gratuiti di fatture per i regimi dei minimi adatte a tutti i professionisti.

Prendendo spunto da alcuni esempi testuali validi abbiamo realizzato questi modelli in due varianti di colore e stile, modificabili liberamente con Adobe Illustrator o Adobe Acrobat Professional.

La risorsa può essere utilizzata liberamente a patto di non essere modificata e, cortesemente, citando l’autore. Nello zip troverai anche il font utilizzato (Compass) per poter modificare correttamente le scritte.

Non ti resta quindi che scaricare il file .zip ed iniziare anche tu a rendere il tuo lavoro più originale!

NB: Vi invitiamo sempre a far verificare le diciture dal vostro commercialista affinchè sia perfettamente idoneo con la vostra posizione lavorativa. Possono esserci infatti alcune variazioni (la rivalsa INPS soprattutto) a seconda della propria posizione.

Download

  • http://www.desdinova.it Daniele Ferla

    Ottimo contenuto, ma attenzione a dire che in fattura va la rivalsa INPS, questo dipende dalla propria posizione INPS in quanto la rivalsa la possono fare coloro che hanno una cassa oppure quelli in gestione separata.
    CIao

  • http://www.facebook.com/matteochessa Matteo Chessa

    Inoltre ora va inserita anche la dicitura “Attività professionale di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4″

    • http://www.gleenk.com/ Davide De Maestri

      Ciao Matteo, ci indichi una fonte autorevole a riguardo? Te lo chiedo dal momento che non abbiamo ricevuto tal indicazioni dal consulente commerciale. D.

  • Emanuela Pitassi

    Ottima risorsa!
    Appena ho un po’ di tempo me la guardo con calma :)

    Ma la marca da bollo da 2€, scusate la domanda iper banale…ma inizio ad avere mal di testa…la devo pagare io professionista o il mio cliente?

    Finora, quando emettevo ricevuta di pagamento per collaborazione occasionale, era il committente a pagarmela…
    So che siete compagni web designer e non commercialisti…però magari voi lo sapete meglio di me…

    Grazie per ogni informazione, anche link ad eventuale risorsa di riferimento :)

    • http://www.gleenk.com/ Davide De Maestri

      Ciao Emanuela, la marca da bollo la paghi tu nel momento in cui l’acquisti ovviamente. Puoi decidere se fartela rimborsare dal cliente oppure no, è a tua discrezione ma non non vi è alcun obbligo in tal senso.

  • http://www.desdinova.it Daniele Ferla

    Purtroppo sul web c’è molta incomprensione e leggerezza sull’argomento e purtroppo si rischiano sanzioni per ogni minimo errore. Inserire una rivalsa non richiedibile si configura come Truffa ai danni dello stato. Ad ogni modo ottima la segnalazione riguarda al proprio commercialista. Ciao

  • http://www.gleenk.com/ Davide De Maestri

    Daniele, apertissimi al confronto. Hai un modo migliore per sottolineare il concetto? Se sì provvediamo a scriverlo in apertura del post in modo evidente.