Brand, comunica nel modo giusto e sarà amore!

Fotolia_49217205_Subscription_Monthly_MImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 14 secondi
Pubblicato il 3 febbraio 2014

Ti ricordi la ragazza che si prepara con cura per il suo appuntamento?

Ecco, la storia continua e scopriremo insieme se ci sarà un lieto fine e magari qualche consiglio utile per il tuo Brand.

“La ragazza si specchia per l’ultima volta, indossa il suo sorriso migliore ed esce pronta a farsi ammirare e a conoscere quello che pensa possa essere l’uomo dei suoi sogni.

Gli sorride subito e non nasconde l’emozione, lui ricambia ed iniziano a raccontarsi. La storia è ricca di dettagli appassionanti, è sincera e positiva.

La ragazza vuole conquistarlo ma rimanendo sé stessa, senza nascondersi o facendo promesse che non potrà mantenere.

Tiene gli occhi incollati ai suoi e studia le sue reazioni: vuole essere sicura di non annoiarlo e di trattare argomenti interessanti.

Ogni tanto si ferma, si sistema i capelli, e ascolta in silenzio. Ascolta i suoi desideri, le sue ambizioni, i suoi sogni e già pensa a cosa potrebbe fare per renderlo felice.

Sa che per trasformare questo incontro in amore ci vorrà del tempo, che sarà necessario costruirlo giorno dopo giorno, che dovrà metterci tutto l’impegno possibile, conquistarlo e stupirlo sempre e soprattutto che sarà importante essere sicura che sia proprio lui la persona giusta.”

Questo è l’inizio dell’incontro, è la fase della presentazione, quella in cui ti giochi tutto e che darà di te la prima impressione. Quella in cui il tuo interlocutore deciderà se vale la pena seguirti e sceglierti.

Non è forse così anche per il Brand?

Si è preparato scegliendo l’outfit perfetto e ha deciso di farsi conoscere e di farsi scegliere fra i competitor.

Proviamo ad individuare i consigli “nascosti” nella storia e ad aumentare le possibilità di riuscita:

  1. Inizia con positività: sia on-line che di persona rapportati sempre con un sorriso. Chi decide di seguirti non vuole sentire storie tristi ma cerca positività e disponibilità;
  2. Racconta la tua storia e fallo con passione: lo storytelling è arte e se riuscirai a far conoscere la tua storia toccando il lato emozionale delle persone avrai fatto centro;
  3. Sii te stesso e mantieni ciò che prometti: cercare di conquistare un nuovo cliente con false promesse per un Brand è sconveniente. Infatti, si rivolgerà a te una sola volta ma non tornerà. Per cui sii sincero e mantieni sempre ciò che prometti;
  4. Studia il tuo audience e mantieni alta l’attenzione: per comunicare correttamente devi identificare chi ti ascolta e scegliere il tono di voce da utilizzare, gli argomenti di maggiore interesse e controllare che tutto dia i giusti risultati;
  5. Ascolta prima di tutto e anticipa i bisogni: nella comunicazione a due vie sul podio trovi la fase dell’ascolto. E’ quella che ti permette di conoscere i bisogni e i desideri del tuo cliente. Brand sii propositivo e cerca di fornire soluzioni prima ancora che il cliente possa sollevare un problema;
  6. Non demordere e sii continuativo: sai bene anche tu che la strada per raggiungere i tuoi obiettivi sarà lunga e impegnativa. Persevera e giorno dopo giorno aggiungi un mattoncino scegliendo accuratamente fra quelli che hai a disposizione;
  7. Fatti scegliere tutti i giorni: le persone si stancano in fretta e si aspettano di essere stupite e conquistate. Abbi il coraggio di osare e sperimentare. Se riesci a farlo ogni giorno sicuramente il tuo Brand diventerà un punto di riferimento.

Una lista to-do da stampare, appendere al muro e spuntare ogni volta che sarai riuscito a sviluppare perfettamente l’obiettivo.

Facile?

No, di sicuro no.

Possibile?

Sì, questo è certo!

E’ come nella storia d’amore che ti ho raccontato, non c’è certezza ma di sicuro vale la pena provare e con l’impegno quotidiano può trasformarsi in una splendida storia d’amore.

Ti sta appassionando l’incontro fra questi due ragazzi e magari hai consigli da aggiungere?

Scriviamo insieme il continuo e il lieto fine: puoi iniziare lasciando un commento qui sotto.

Brand, comunica nel modo giusto e sarà amore.

  • Silvia Crivellaro

    Ciao Francesca, nel prossimo articolo (il mio è una richiesta/suggerimento) scriveresti un’approfondimento sulla branding position | reputation | target | essence | personality e promise (già sfiorato) ?. Sono curiosa di capire se quello che hai scritto è “il tutto” o solo un piccolo assaggio del mondo branding e personal branding. 🙂 Grazie

    • Francesca Borghi

      Ciao Silvia,
      grazie mille per il tuo suggerimento che prenderò in seria considerazione.
      Data la richiesta piuttosto tecnica cercherò di capire se è possibile realizzare un articolo non esageratamente accademico e fruibile anche da parte dei non addetti al lavori.
      Questo articolo riguarda infatti uno spaccato delle attività di branding 🙂
      Grazie per il tuo commento e a prestissimo

  • iolanda

    Un punto di vista molto interessante! Non avevo mai pensato al parallelismo fra comunicazione del Brand e la relazione di coppia 😉 Grazie per i tuoi spunti di riflessione.

    • Francesca Borghi

      Ciao Iolanda,
      alcune volte penso che i parallelismi che faccio siano figli della mia personale creatività 😉
      Alla fine si tratta pur sempre di “amore” quando scegli un brand piuttosto che un altro, no?
      Grazie a te per il commento!

  • Il paragone tra la cura del brand e una storia d’amore è commovente. Il lato umano del nostro lavoro è un concetto che mi è molto caro e le tue parole mi hanno riempita di entusiasmo.
    Ciò che rende questo lavoro così stimolante è l’opportunità di prendersi cura del nostro brand personale/aziendale e di quello dei nostri clienti, esattamente come facciamo con il nostro aspetto fisico, la nostra alimentazione e la nostra casa.
    Grazie Francesca, le tue parole danno una luce nuova a questo lunedì mattina 🙂

    • Francesca Borghi

      Ciao Marta,
      anche il tuo commento mi entusiasma e mi fa iniziare alla grande 🙂
      Sostengo sempre che il lato umano sia il valore aggiunto al nostro business e ogni successo dei nostri clienti è una nostra vittoria!
      Buon inizio settimana

      • Buon inizio settimana a te!

        Ti segnalo che, curiosa coincidenza, poco fa sul blog di Seth Godin è uscito un post intitolato “Do you love your customers?”

        • Francesca Borghi

          Seth Godin E’ il comunicatore, per eccellenza!

  • @francescaborghi:disqus la metafora continua e posso dire anche nel modo migliore possibile! ^_^

    Confermo e sottoscrivo l’importanza fondamentale di costanza, determinazione, perseveranza e pazienza per riuscire nell’intento, perché in fondo il rapporto Human-To-Human è equivalente ad un rapporto d’amore!

    E proprio come nei reali rapporti a due, è ovvio che ci saranno momenti sì e momenti no, ma se il rapporto si basa su rispetto, stima e dialogo, il rapporto sarà stabile e capace di superare anche i terremoti emozionali quotidiani 😉

    • Francesca Borghi

      Ciao Cinzia!
      Hai fatto un’analisi perfetta di alcune caratteristiche che sono imprescindibili sia nel lavoro che nella quotidianità
      Grazie

  • Ciao,
    l’articolo mi è piaciuto molto 🙂
    Vorrei che tu aggiungessi, se possibile, un altro “ingrediente”, ovvero un pò di pepe, di piccante nella storia.. eheh! Lato “brand” a cosa potrebbe essere associato? Forse a qualche azione “borderline” che faccia da richiamo forte, anche se un pò pericolosa perchè poi potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio? Una provocazione studiata e lanciata “ad hoc” per far parlare di sè… Secondo te può avere senso utilizzare a volte una simile strategia?
    Grazie, ciao!

    • Francesca Borghi

      Ciao Francesco,
      aggiungiamo l’ingrediente con un ma 🙂
      Un esempio: le esplosioni controllate dei palazzi.
      Viene calcolato preventivamente ogni singolo dettaglio ma rimane il margine di pericolo incontrollabile.
      Quindi sì può funzionare ma è necessario affidarsi a dei super professionisti ed amare il rischio 😉
      ciao

  • gloria vanni

    Ottimo punto di vista, Francesca! Il triangolo amoroso – lei, lui, il brand – è davvero speciale, soprattutto alla fine di un lunedì come questo. Ma domani è un altro giorno e passione, impegno, coccole e attenzioni continuano… Grazie!

    • Francesca Borghi

      Ciao Gloria,
      hai aggiunto coccole e sono proprio quelle che i clienti si aspettano
      Se vuoi far amare il tuo brand devi essere in grado di farti amare e scegliere, tutti i giorni. Grazie a te!

  • Francesca Grieco

    Ciao,
    complimenti per l’articolo, mi è piaciuto molto. Io ho iniziato da poco ad approfondire il concetto di brand, nello specifico di personal brand e trovo questo articolo davvero molto interessante e utile. La metafora è davvero calzante e nella sua semplicità riesce a mettere in evidenza tutti gli elementi principali da considerare nella comunicazione di un brand come la passione, l’essere se stessi, l’ascolto, l’attenzione e sopratutto la perseveranza. Effettivamente è proprio come in una coppia. Grazie per i consigli!

    • Francesca Borghi

      Ciao Francesca,
      sono contenta che tu abbia trovato l’articolo utile, è proprio il fine con cui vengono scritti 🙂
      Non so se hai già avuto modo di leggere l’articolo che ha dato inizio a tutto il racconto: quello in cui la ragazza si prepara all’appuntamento.
      Ti consiglio di leggerlo perchè la parte di preparazione è fondamentale tanto quanto l’appuntamento, fammi poi sapere cosa ne pensi.
      Lavorare sul brand, sulla sua reputazione, etc… è un lavoro lungo ma ti posso assicurare che quando dà i suoi frutti è assolutamente appagante.
      A presto

      • Francesca Grieco

        Ciao Francesca,
        ho letto anche l’articolo iniziale. Anche quello è molto interessante e anche in questo caso la metafora è davvero azzeccata. Effettivamente come in un appuntamento la fase di preparazione è fondamentale perchè è il momento in cui si crea la propria immagine con la quale vogliamo conquistare il nostro lui o il nostro pubblico. Ovviamente sono proprio queste scelte iniziali a influenzare la prima impressione e quindi a determinare l’inizio o meno del rapporto. Credo sia anche una della fasi più difficili da gestire perchè all’inizio, benchè si cerchi di studiare approfonditamente la propria identità e il proprio pubblico di riferimento, non sempre si riesce a capire con semplicità quale sia l’outfit perfetto. Sicuramente in questo caso è l’esperienza che conta e indubbiamente il rivolgersi a un professionista che sappia indirizzarci al meglio è la scelta migliore per evitare errori che poi sono difficilmente recuperabili. Grazie ancora per i consigli e le riflessioni, continuerò a seguirti.
        Ciao, buona serata.

        • Francesca Borghi

          Grazie a te per il tempo che hai dedicato alla lettura dei post e ai commenti: credimi che è davvero un piacere!
          Sì la fase iniziale è delicata perchè è un po’ come se ti facessi un tatuaggio, è qualcosa di indelebile anche se con il tempo qualche piccola modifica si può apportare.
          Ti giochi tutto ed è meglio andare sul sicuro!
          Buona serata a te

  • Marilisa Dones

    Un bel post, Francesca. 7 tips da stampare e tenere a mente. Vale per il brand ma vale anche per noi freelance per quella che viene detta personal branding. Io personalmente cerco di rispettarli tutti e soprattutto comincio tutto con un sorriso grande quanto una casa. Non amo i musoni e se non c’è feeling col cliente, per me non se ne fa niente.
    Sono felice che condividiamo le stesse idee!

    • Francesca Borghi

      Ciao Marilisa,
      si potrebbe pensare di fare un’infografica, che dici?
      Amare il proprio lavoro e riuscire a lavorare con un sorriso è fondamentale per la buona riuscita dei progetti. Concordo con te che se non si riesce a creare un buon feeling con il cliente diventa quasi impossibile lavorarci.
      Grazie mille per questa aggiunta
      Un sorriso per te 🙂

  • Franchino Marnesetti

    Hai ragione su tutto, bell’articolo, grazie!

    • Francesca Borghi

      Grazie mille per aver letto l’articolo e per il commento.
      Buona giornata!

Shares