Twitter per le PMI: 10 consigli per gestire un profilo aziendale

Immagine rielaborata da: https://business.twitter.com/
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 28 secondi
435 Flares 435 Flares ×

Twitter è un potente strumento per fare personal branding e promuovere la professionalità di un libero professionista. In questo post voglio elencare i 10 punti essenziali e i vantaggi dell’utilizzo del social network cinguettante per le PMI (Piccole Medie Imprese).

Anche una piccola impresa può permettersi di crescere grazie all’uso dei social network. È necessario a tal proposito impostare un’adeguata strategia di Social Media Marketing in modo da aumentare il numero di contatti, acquisire nuovi spazi di visibilità e ottenere nuove opportunità di business.

Avere un profilo aziendale efficace su Twitter significa aggiornarlo frequentemente con le notizie, le promozioni e gli eventi, ma anche sulle opinioni dell’azienda, lo stato d’animo (come se fosse una vera persona) ed è inoltre fondamentale essere ricettivi e veloci nel fornire le giuste risposte ai propri follower.

Twitter per le aziende

Cura chi seguire: scegli i profili più rilevanti e influenti nel tuo settore, ma non solo, prova anche a differenziare un po’ ed uscire dall’ambito strettamente professionale

Ricerca e hashtag: utilizza gli strumenti di ricerca, i trending topic e gli hashtag più discussi per individuare le conversazioni più attive e gli utenti più interessanti

Partecipazione: scrivi qualcosa di originale, fai domande, dai consigli e fai gruppo con gli utenti a te più affini, coinvolgi e lasciati coinvolgere in momenti di svago fuori dagli schemi

Ascolta e RiTweetta: leggi la timeline e ciò che viene scritto, lasciati ispirare dai tweet e fai qualche retweet senza esagerare, una persona ti vuole seguire per ciò che scrivi e non solo per cosa ritweetti

Contenuti visivi e multimediali: anche se Twitter è un social network basato sul testo, pubblica qualche immagine e video ogni tanto: stimola la curiosità e lascia sul tuo profilo qualcosa di te

Rispondi sempre: cerca di dare sempre una risposta quando sei coinvolto in domande e discussioni oppure cerca di farlo il più possibile

Meno auto celebrazione: non parlare solo di te stesso, varia la comunicazione anche se la notizia non parla di te. Il rispetto dei competitor ti farà acquisire punteggi nella reputazione.

Affinità di interessi: sii interessante, diffondi informazioni e articoli del tuo settore di interesse perché sarà simile a quello dei tuoi follower e sarà il motivo per cui ti seguono

Frequenza: pubblica i tweet con frequenza e soprattutto costanza nel tempo, sostieni la presenza e mantieni alta l’attenzione dei tuoi follower

Tempestività: è essenziale essere rapidi e tempestivi nel fornire le risposte agli utenti così come nelle interazioni alle discussioni. Guadagnerai stima e nuovi follower

Oltre a questi utili consigli, una buona strategia di marketing attraverso Twitter e i social network in generale deve essere impostata mettendo in primo piano la narrazione e la comunicazione. È necessario definire e mantenere un proprio stile di racconto che possa mettere in evidenza l’esperienza e la professionalità aziendale. La comunicazione deve dare risalto al dettaglio per mettere in luce i punti e le caratteristiche che possano far distinguere il brand, valorizzare il lato umano dell’azienda e stimolare il rapporto amichevole con il cliente.

  • Alessandro Pozzetti

    Nicola, condivido in toto i tuoi consigli. Non avrei potuto fare di meglio. Specialmente quando dici che il profilo aziendale va aggiornato anche sullo stato d’animo, come se fosse una persona.
    Alla gente piacciono le storie, c’è poco da fare ;)

    Ciao ragazzi!

435 Flares Twitter 146 Facebook 156 Google+ 65 LinkedIn 49 Pin It Share 19 435 Flares ×
Leggi altro:
Webwriter
Web writer cercasi, disperatamente

Una ricerca continua e in crescita. Sì, ma a quale prezzo?

Chiudi