Twitter: consigli pratici per migliorare il tuo profilo

Tweet
Tempo stimato di lettura: 4 minuti, 24 secondi
63 Flares 63 Flares ×

Twitter ha attualmente oltre 200 milioni di utenti in tutto il mondo con una media di 1.000 milioni di  tweet inviati a settimana. Molte delle persone iscritte però non ne conosce bene l’utilizzo. In questo articolo vorrei chiarire un po’ le idee su questo strumento che, a mio avviso, è ormai uno strumento essenziale per il tuo piano di comunicazione online.

Prima di tutto, come funziona? Twitter è un social network che ti permette di condividere messaggi lunghi fino ad un massimo di 140 caratteri. E’ infatti definito anche come servizio di Microblogging.

Le persone che lo usano hanno a disposizione una serie di dati immediatamente visibili, che sono i Following, i Followers ed i Tweets.

  • Following: numero di persone che l’account segue
  • Followers: numero di persone da cui viene seguito l’account
  • Tweets: numero di post effettuati

Quando una persona effettua un Tweets, questo finisce nella home di tutti i propri Followers. Quindi avere un maggior numero di followers ti garantisce una forza comunicativa diversa, sicuramente migliore!

Altri elementi essenziali, sono la @ utilizzata prima dell’username di un utente per citarlo e quindi parlare direttamente con lui, gli Hashtag, parole chiave precedute da “#” che permettono di scrivere tweet ricercabili più facilmente e di entrare in quello specifico flusso di conversazione (si possono usare quelli esistenti o crearne di nuovi) e il ReTweet (RT) seguito da @nomeutente ed il messaggio stesso. Ad un tweet si possono aggiungere link, foto e video.

Ok, ora che ho ricapitolato velocemente le azioni base che si possono compiere su Twitter, vediamo alcuni consigli pratici per migliorare il tuo profilo:

1.Imposta bene il tuo account

Per “bene” intendo scegli un username, che sia il tuo nome o quello della tua azienda, e cerca di mantenere quello in modo da non confondere gli utenti. Scrivi la tua biografia utilizzando anche hashtag e @mentions, così da aumentare la visibilità del tuo account. Non dimenticare di inserire il link al tuo sito web, fondamentale per veicolare il traffico da Twitter.

Crea uno sfondo originale e personalizzato che rispecchi l’immagine della tua attività. Per crearlo, a meno che tu non sia un designer, ti suggerisco questo servizio FreeTwitterdesigner, permette di crearne uno ad hoc con un semplice click e tra l’altro puoi modificarlo di volta in volta per inserire dati riguardanti offerte in corso. Questo passaggio è da non sottovalutare. E’ importante per il tuo brand avere un’immagine coerente su tutti i diversi social network utilizzati per il tuo piano di comunicazione, quindi se ancora non l’hai fatto, prenditi un po’ di tempo per uniformare la tua immagine.

2.Visibilità

Come ho sempre detto quando si tratta di aumentare la visibilità su un motore di ricerca si deve prestare molta attenzione alle parole chiave utilizzate. Su Twitter il discorso è molto simile, soprattutto per quanto riguarda la biografia. Scrivi cosa fai (quindi l’attività che svolgi, ad esempio: blogger, manager, studente) e chi sei in poche parole, altrimenti il tuo account sarà come invisibile. Altro aspetto da non sottovalutare, l’immagine profilo. Anche questa verrà indicizzata quindi non chiamarla “foto”, chiamala piuttosto con il tuo nome e cognome o con quello della tua azienda.

 3. Dai il benvenuto ai tuoi nuovi follower

Si chiama Twelcome ed è un messaggio di benvenuto personalizzato per i tuoi nuovi utenti. Molti ringraziano per il follow pubblicamente, io preferisco farlo tramite un DM (Direct Message) privato. Non uso messaggi pre-impostati per dare il benvenuto ai miei nuovi follower, perché preferisco prendermi due minuti per ringraziare personalmente. Però non escludo il caso in cui ci siano troppi follower e diventi complicato scrivere un messaggio privato ad ognuno, quindi ti suggerisco questo servizio che permette di creare un messaggio automatizzato, Socialoomph.

 4.Quando twittare

Ovviamente quando i tuoi follower sono online! Per scoprirlo ti suggerisco questo servizio, Tweriod, crea un report sull’attività dei tuoi follower (e te lo invia tramite email) in modo da sapere se sono online la mattina, il pomeriggio o la sera, in che giorni e in che orari! Conoscere l’attività dei tuoi follower è molto importante, ti permette di massimizzare il ritorno di ogni singolo tweet.

 5. Come twittare

Quando scrivi non utilizzare tutti gli spazi a disposizione (in modo da non creare problemi nel ReTweet) ma descrivi in modo molto sintetico il contenuto del link. A proposito di link, se preferisci accorciarlo ti suggerisco un servizio di cui ho già parlato sulla fanpage di Webhouse, nella rubrica “Ti consiglio un app” (che scrivo ogni mercoledi e venerdi alle 11.00) Bitly. Ricorda che Twitter non è una chat, ma deve essere considerato un “sistema aperto”: interagisci con gli altri, fai domande, partecipa a discussioni e soprattutto lavora bene sui contenuti.

6.I contenuti

Chi ha scelto di seguirti probabilmente reputa che la tua persona o i tuoi contenuti siano interessanti, quindi offri cose realmente speciali, cose che sono (davvero) un valore aggiunto per chi ti segue (buoni sconto, ebook ecc.) in modo da aumentare la consapevolezza e le motivazioni della scelta che l’utente ha fatto nel seguirti.

In un precedente articolo ho trattato di vari servizi sempre legati all’uso e al monitoraggio di Twitter, se te lo sei perso ti consiglio di darci un’occhiata: 10 Strumenti di monitoraggio e analisi su Twitter.

Spero che il mio articolo ti sia piaciuto! Ti aspetto su Twitter @LauraDeVicenzo insieme a Webhouse @webhouseit

Happy Tweet! :)

  • manuelrosini

    Ottimi consigli Laura ;)

  • luigiaweb

    bellissimo articolo! Complimenti.

63 Flares Twitter 6 Facebook 16 Google+ 41 LinkedIn 0 Pin It Share 0 63 Flares ×