Il tuo Brand è come un figlio

Bambina pilotaImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 58 secondi
Pubblicato il 3 settembre 2014

“Martina, dai la mano a papà che attraversiamo la strada insieme.” dice Marco e Gaia guarda con orgoglio la sua bimba che istantaneamente si affianca al papà con un sorriso.

Ormai Martina ha 5 anni, passa in fretta il tempo vero? Sembra di aver lasciato i nostri protagonisti solo un mese fa 🙂

E’ una bambina allegra, educata e molto vivace che guarda il mondo con occhi curiosi e fa mille domande. Marco e Gaia si sono impegnati tanto per cercare di non commettere errori con lei e stanno cercando di trasmettere valori saldi e di dare il buon esempio.

Si sa, i bambini imparano dai grandi, sono così ricettivi che se anche solo dici una parola scurrile la ripetono immediatamente.
“Porca @#%&@!” (parolaccia) esclama Martina, inconsapevole che non sia proprio una cosa da dire…

Un rapido sguardo fra Marco e Gaia e sanno che devono intervenire con una linea comune.
Gaia si accovaccia per guardare Martina negli occhi e con dolcezza ma voce ferma spiega: “Marty, mamma e papà probabilmente hanno usato la frase che hai appena detto ma sbagliando. Non è una parola che si dice perchè è brutta e non educata. Anche noi siamo dei monelli e ora ci becchiamo una bella sgridata. Marco, prometti con me che non lo faremo più?”
“Certo Gaia, abbiamo fatto un errore da cattivi bambini, oggi niente gelato per noi. Non capiterà più, giuriamo!” afferma Marco soffocando una risatina.

Martina ci pensa un po’ sù e con voce squillante dice “Ho capito! Voglio essere una brava bambina e prometto anche io di non dire più parole brutte… mi piace troppo il gelato, mi perdonate?”
Soddisfatti di essere riusciti a trasmettere il messaggio nel modo giusto riprendono la loro passeggiata verso il parco dove giocheranno tutti insieme.
Vedranno negli anni crescere Martina, sbaglieranno, recupereranno e guardando sempre con occhi attenti impareranno qualcosa di nuovo ogni giorno, anche da lei.

Dura la vita dei genitori, eh?
Proprio come quella del Brand!
Pensavi non arrivasse qualche piccolo consiglio? Come potrei!!

  • Trasmetti i valori del tuo Brand: il tuo Brand, la tua azienda, ha basi solide e valori importanti da condividere con i propri clienti per farsi apprezzare e scegliere
  • Il Brand deve essere un esempio: i tuoi clienti risponderanno educatamente e nel modo più corretto se il tuo Brand sarà stato il primo a farlo. Esistono purtroppo delle eccezioni spiacevoli ma cerca di limitare queste eventualità
  • Scegli le parole giuste per il tuo Brand: nella comunicazione del tuo Brand è fondamentale trovare parole e tono che trasmettano messaggi comprensibili e non confusi. La chiarezza è il primo passo per evitare spiacevoli incomprensioni
  • Porta il Brand allo stesso livello del pubblico: le persone non amano le imposizioni da chi si erge su di un trono. Il Brand non deve essere percepito come un “capo tiranno” ma bensì come un valido alleato
  • Il confronto arricchisce il Brand: l’ascolto è la fase imprescindibile della comunicazione e ti permette di migliorare costantemente il tuo Brand. Sii umile e renditi accessibile al dialogo costruttivo
  • Gli errori rafforzano il Brand: l’accezione negativa che viene data agli sbagli (capita a tutti di sbagliare no?) può essere ribaltata se questi vengono analizzati/sfruttati per migliorarsi e per far in modo che non riaccadano. Porta il tuo Brand al livello superiore!
  • Mantieni un’unica linea di comunicazione per il tuo Brand: il messaggio che il tuo Brand porta avanti deve essere unico da parte di tutti i collaboratori e su tutti i canali. L’unione fa la forza e solo in questo modo il cliente realizzerà quanto siete un vero team, non sarà mai confuso e, sapendo esattamente cosa aspettarsi, si fiderà
  • Il Brand che premia è il primo a vincere: non importa quale premio donerai ai tuoi migliori clienti ma ricorda che hanno scelto te in mezzo alla moltitudine di Competitor. Falli sentire speciali e resteranno per sempre con te.

Con questi piccoli consigli ti prenderai cura del tuo Brand proprio come se fosse tuo figlio, crescerà forte e diventerà sempre più grande e maturo, pronto ad affrontare le sfide puntando al traguardo.

Martina si fa dondolare sull’altalena e vuole salire sempre più in alto, vuole toccare il cielo con un dito.

Marco e Gaia ce la metteranno tutta per fare in modo che la loro adorata bimba sia sempre felice e possa realizzare tutti i suoi sogni.

Ci vorranno dedizione,  costanza, sacrifici ma ogni suo traguardo sarà il loro.

E tu cosa sei disposto a fare per realizzare i sogni dei tuoi clienti e della tua azienda?

I consigli del post possono essere utili per iniziare una strada vincente? Ti aspettiamo nei commenti!

PS: Marco, Gaia e Martina ti salutano con affetto, ringraziandoti per averli seguiti assiduamente. Gli mancherai tanto ma magari, insieme, riusciamo a farli tornare qualche volta. Ci proverò, promesso.

Buona vita al tuo Brand!

Shares