Ti consiglio 3 libri… di Design (Web e Graphic)

3-libri-webdesign
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 34 secondi
Pubblicato il 30 marzo 2012

Terzo appuntamento con la rubrica di Webhouse “Ti consiglio 3 libri”.

Oggi abbiamo un professionista che in redazione ammiriamo molto e siamo sicuri che apprezzerai i suoi consigli. Di cosa parliamo questa volta? Di design puro, applicato alla grafica, al web ma anche all’offline. Ma lasciamo la parola a Simone Favarin, che si descrive creativamente in questo modo:

Hi everybody, Bonjour à tous, hola a todos, Tüm merhaba, すべてのこんにちは.

Mi chiamo Simone Favarin, ma molti mi conoscono/chiamano Phate(fè-it). Se vi state chiedendo l’origine di questo curioso nickname che mi appartiene dal lontano 2001 vi svelerò subito il segreto.

Phate era l’antagonista principale di Wyatt Gillette in uno dei romanzi di Jeffrey Deaver, l’autore culto del thriller americano; sto parlando di Profondo Blu, traduzione italiana di The Blue Nowhere. L’etimologia del termine deriva da “Ph” che sta per phishing, un’attività illegale che sfrutta una tecnica di ingegneria sociale, utilizzata per ottenere l’accesso a informazioni personali o riservate con la finalità del furto d’identità, e da “fate” traduzione dall’inglese destino.

Cosa faccio? Sono specialista nella creazione delle GUI (Graphic User Interface) e advanced master di Photoshop che conosco dalla versione 3.5 e 4.0 del 1996. Ho lavorato nel WEB e nell’offline per grandi brand, vinto un po’ di awards, curato campagne più o meno famose, progettato più o meno svariati oggetti e avuto l’onore e la possibilità di conoscere molti mentori e insegnanti internazionali e non che mi hanno aiutato a migliorare in primis me stesso.

Anche a Simone abbiamo chiesto quali sono i tre testi che ti consiglierebbe e perché. Ecco cosa ci ha risposto:

The Laws of Simplicity

di John Maeda

Questo è uno dei titoli fondamentali per aprire la mente sulle logiche che un designer dovrebbe sempre curare.

La semplicità come via di comunicazione e interazione. Un titolo fondamentale che illustra in modo “semplice” i fondamentali della progettazione in qualsiasi campo. Le logiche mentali per la semplificazione. Less is more !

 

 

Emotional Design: Why We Love (or Hate) Everyday Things

di Donald A. Norman

Uno dei primi titoli che ho acquistato.

Dall’alto della sua esperienza pluriennale nel design e nella psicologia applicata al design un libro veloce ma con molti spunti di riflessioni.

Un viaggio all’interno delle emozioni di un oggetto alla ricerca della risposta sul perché ci piace una cosa o non ci piace. Consigliati anche tutti gli altri libri di Donald Norman, fondamentali per la conoscenza del principio di “affordance”.

 

Sagmeister: Made You Look

di Stefan Sagmeister

Uno dei titoli migliori sul graphic design a mio modesto parere, il lavoro e il genio di Stefan Sagmeister, uno dei più importanti graphic designer contemporanei.

Ogni pagina ha una sua creatività, ogni parte di questo libro esprime la creatività e la voglia di stupire. Un libro fondamentale non solo nel suo contenuto che offre molti spunti ma anche per la cura del packaging.

 

Questa è la selezione dei testi di Simone Favarin. Testi originali, d’effetto. Ne hai letto qualcuno? Che ne pensi?

Lascia il tuo commento e non dimenticarti di tornare per l’appuntamento di venerdì prossimo!

  • aledesign.it

    “Emotional Design” no ho già sentito parlare spesso e bene, consigliato sopratutto a chi pensa che servano le EMOZIONI nel mondo…prossimo libro in lista. Buon weekend

Shares