Steve Jobs – il Genio Visionario

Steve-Jobs-dates
Tempo stimato di lettura: 0 minuti, 59 secondi
Pubblicato il 6 ottobre 2011

“Siate affamati, siate folli“. Così era solito dire il genio Steve Jobs, fondatore nel 1976 dell’Azienda Apple, morto la scorsa notte a 56 anni dopo una lunga malattia che lo aveva debilitato nel fisico ma non nella creatività.

Nel 1984 rivoluziona vertiginosamente il mondo della grafica lanciando il MAC, una generazione di pc di un’eleganza assoluta e di una qualità visiva altissima che rende i colori molto più similari alla realtà rispetto al classico RGB. I grafici di professione e coloro che se ne dilettano appena, rimangono folgorati da tanta qualità unita a eleganza e praticità. Un design unico, da urlo.

Milioni di appassionati delle sue invenzioni : iPod, iPhone, iPad…, dai più adulti ai più giovani affollano l’Apple Store di New York, pregando per lui e ringraziandolo per aver in qualche modo cambiato la loro vita, non solo a livello informatico, ma anche con “oggetti” che quando ha lanciato, tutti noi ci chiedevamo a cosa potessero servire queste innovazioni.

Il 25 agosto scorso ha passato le consegne a Tim Cook, il quale avrà l’onore, ma soprattutto l’onere, di raccogliere l’eredità di quel gran genio di Steve Jobs.

Addio “genio visionario”. Ci mancherai.

  • Caro Daniele, il tuo articolo è molto interessante. Tra l’altro, stò leggendo la sua biografia scritta da Walter Isacson e posso testimoniare che Steve era molto genio, ma anche molta sregolatezza.

Shares