Spot di Natale 2014: storytelling ed emozioni

Fotolia_73065881_Subscription_Monthly_MImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 4 minuti, 36 secondi
Pubblicato il 9 dicembre 2014

Siamo ai primi di dicembre e si respira già da un pezzo aria natalizia ovunque. Le luci per le strade sono già installate, i negozi hanno allestito le vetrine con alberi e palline di ogni forma e colore. E i brand si apprestano a far girare i loro spot di Natale. Questi sono ormai ingredienti che non possono mancare nella campagna marketing di grandi nomi.

Oramai (per fortuna) quasi tutti i brand che contano hanno capito che lo scopo degli spot non è esibire dei prodotti in vendita, ma raccontare delle storie per veicolare delle emozioni, emozioni tanto forti e vere da far emergere un senso di appartenenza nel target a cui ci si rivolge. Ed è proprio nello storytelling e in quel senso di appartenenza che si gioca tutta la partita.

Il Natale offre un’ottima opportunità per giocare sulle emozioni. Perché si sa, si è tutti più buoni e si tende a intenerirsi un po’ di più. Non raccontiamoci storie! (Che battutaccia, lo so!).
Quindi quale migliore occasione per impostare una comunicazione che fa leva sulle emozioni?
Diciamo la verità, non è difficile giocare sulla scala dei valori e sul vero significato del Natale, in quanto momento di condivisione, da trascorrere con le persone che contano veramente.

In Italia purtroppo gli esempi di storytelling sono ancora timidi, ma in UK e in America è già da un po’ che si mette a frutto la strategia dello storytelling e la macchina è ben oliata. E facciamocelo un viaggetto tra le pubblicità gli spot di Natale 2014, che ne dite?

IKEA – Fai spazio al tuo buongiorno, anche a Natale.

Un brand che non sbaglia (quasi) mai un colpo è IKEA. Dei bimbi che di nascosto (stupenda la scena della bimba che fa da palo) nel cuore della notte scartano i regali. Il simpaticissimo Jack Russell Terrier che dà un tocco di allegria. Mamma e papà che, svegliati dal fracasso, si svegliano e non possono che sorridere di fronte a questa scena. C’è tutto: allegria, immaginazione, famiglia (di cui fa parte a pieno titolo anche il cane). E alla fine la tenerezza fatta persona: il regalo del bimbo alla propria mamma. La colonna sonora poi è deliziosa, mette tanta gioia ed è un inno a non mettere da parte i sogni e l’immaginazione.
Non ti viene voglia di andare a comprare i tuoi regali di Natale all’IKEA?

John Lewis – Give someone the Christmas they’ve been dreaming of

La catena di grandi magazzini inglese quest’anno per me vince il premio campagna natalizia dell’anno.
La storia è veramente deliziosa: un bimbo e il suo amico inseparabile – il pinguino #MontyThePenguin – vivono in allegria insieme i giorni che precedono il Natale. I due inseparabili amici giocano e si divertono, ma al povero pinguino manca qualcosa. Cosa che non sfuggirà al bimbo: qualcosa non rende felice e appagato il suo amico dai piedi palmati. Ma gli amici servono a questo! Per Natale lo sorprenderà con un regalo che gli riporterà il sorriso, perché tutti dovrebbero avere il Natale che sognano.
E il sottofondo di Tom Odell che canta la famosissima Real Love di Lennon completa il quadretto. Tutti hanno diritto al vero amore, specialmente a Natale.

Coca Cola – Fai felice qualcuno con il fiocco magico #FaiFeliceQualcuno

Coca-Cola non si smentisce mai. E non è Natale senza una pubblicità Coca-Cola. Anche la multinazionale americana punta alla magia del Natale come momento di condivisione: un periodo dove si può far felice qualcuno, anche uno sconosciuto, con il fiocco magico. E se fai felice qualcuno, sarai felice anche tu. Come dargli torto?
Lo spot racconta micro-storie, in pieno stile Coca-Cola e la colonna sonora è un invito a rendere felice il prossimo.

Sainsbury’s – #Christmas is for sharing

E’ una delle più famose catene di supermercati del Regno Unito e per il Natale 2014 si ispira ad un fatto storico: la famosa Tregua di Natale, il patto firmato da Germania e Inghilterra durante il primo conflitto mondiale, nel 1914. Anche Sainsbury’s vuole arrivare al vero e genuino senso del Natale, in nome dello spirito di fratellanza e condivisione. I soldati tedeschi dalla loro trincea intonano il celebre Stille Nacht coinvolgendo i soldati inglesi. I soldati decidono di abbassare le armi e dimenticare per una giornata che sono nemici e gli orrori della guerra. Una storia toccante, in cui i protagonisti sono due ragazzi che si stringono la mano e si raccontano le loro storie e si ritrovano simili e si scambiano le giuppe in segno di pace. Quando Otto, il ragazzo tedesco, tornerà al proprio accampamento troverà nel cappotto un regalo: una tavoletta di cioccolato. Perché il Natale è condivisione. Lo spot è realizzato in partnership con la Royal British Legion, a cui andrà il ricavato della vendita della tavoletta che si vede nel filmato che sarà venduta in edizione limitata durante le feste natalizie.

Il segreto degli spot di Natale 2014: lo storytelling

  • Raccontare una storia in pochi minuti
  • Veicolare sentimenti condivisibili
  • Essere #social

Gli spot di Natale 2014 si sono trasformati velocemente in video “virali” grazie al sapiente uso dello storytelling (tassativamente visual), alla loro capacità di mettere in piedi in pochi minuti la macchina della meta-narrativa dove gli spettatori si sentono coinvolti.
E come si traduce tutto questo? Semplicemente nella condivisione della magia del Natale e nella voglia di sentirsi vicini agli altri. E perché no, al brand.

Shares