Ottimizzare la Local Strategy per Aziende Multi Sede

Local StrategyImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 21 secondi
Pubblicato il 22 ottobre 2014

Abbiamo parlato in più occasioni dell’importanza di impostare una corretta Local Strategy in ambito SEO per ottenere il massimo dal nostro business online, tuttavia molti si chiedono:”Come mi comporto e come posso ottimizzare la mia local strategy per la mia azienda che ha più di una sede sul territorio?”

Niente paura, scopriamo come impostare una Local Strategy multi location in pochi passi!

Local Strategy e Google Pingeon

Siamo tutti con il fiato sospeso in attesa che il nuovo algoritmo di google denominato Pingeon (piccione) inizi il rollout anche al di fuori dagli USA. A quanto pare il nuovo algoritmo che influenzerà pesantemente la Local Strategy sarà rivolto a garantire risultati più precisi e approfonditi nelle SERP di google maps avvalendosi di più strumenti e informazioni, sembra che il fattore distanza sarà davvero importante più di quanto lo sia ora per il ranking della pagina local, se volete approfondire e tenervi aggiornati sulle novità introdotte dal nuovo algoritmo vi consiglio di seguire questo ottimo articolo scritto da Luca Bove.

In ogni caso il nuovo algoritmo influenzerà pesantemente la strategia local e consiglio quindi di non sottovalutarlo.

Multi Sede = Multi Business?

Nel caso di un sito di un’azienda che ha più dislocazioni è importante creare una strategia di partenza solida ed effettuare una scelta di campo iniziale, innanzitutto dobbiamo definire come è dipantao il modello di business aziendale, le caratteristiche delle varie sedi e se ci sono differenze nei servizi e prodotti efferti fra una sede e l’altra. Un fattore da tenere in considerazione inoltre è la dimensione totale dell’azienda ovvero se si tratta di una piccola realtà o di un’azienda di grandi dimensioni.

Sottodirectory Vs Sottodominio

La prima scelta di campo che dovremo fare è come gestire il nostro sito web e i contenuti per le varie località e in particolare se optare per delle sotto-directory o dei sotto-domini.

La scelta di una sottodirectory del tipo www.nomedominio.com/località è sulla carta la più semplice e la più economica in quanto non ci ostringe a creare contenuti unici da inserire nei vari sottodomini, consente inoltre di mantenere un ranking fisso sull’unico dominio che stiamo gestendo. Sicuramente però in questo modo non saremo così efficaci nella tergetizzazione dei contenuti per le varie sottolocalità. La scelta della sotto cartella può essere idonea qualora l’azienda in questione sia di piccole dimensioni e il core business non abbia forti discontinuità fra una sede e l’altra.

La scelta del sottodominio es www.località.nomedominio.com sebbene sia più onerosa in termini di tempi, contenuti e di gestione consente la gestione più approfondita dei contenuti in quanto viene realizzato di fatto un sito a parte interamente dedicato in termini di contenuti e messaggi a quel target specifico in quella zona. Lo svantaggio del sottodominio è che non sempre eredita il ranking del dominio proncipale nella root.

Qualunque sia la vostra scelta consiglio di andare ad implementare i dati strutturati con i rich snippets per ottenere dei buoni risultati anche in termini di call to action nelle SERP.

Impostazione della Pagina My Business per più sedi.

my-business

Una volta realizzata la struttura all’interno dei siti web dobbiamo creare le relative schede su Google My Business, importante prestare attenzione al fattore NAP (Dai inseriti nell’indirizzo, nome e numero di telefono) e che sia allineato con i dati riportati nel sito per poter ottenere maggiore efficienza dell’account e della scheda local.

In generale facciamo sempre riferimento alle linee guida indicate da google per la creazione di account My Business.

La cosa importante da tenere a mente è che ogni scheda My Business dovrà proporre descrizioni e contenuti originali, comprese le fotografie; dovrà assolutamente puntare alla sotto cartella o sottodominio della località corrispondente.

Una volta completate e verificate le schede local (google ha introdotto da poco la verifica telefonica che sostituisce la cartolina ed è decisamente più rapida!) il nostro compito sarà quello di scalare le SERP Local ottenendo recensioni e facendo opera di link building sulla scheda local.

Bene ora siete pronti per affrontare una strategia local vincente per un’azienda multi sede, attendo vostri consigli e suggerimenti nei commenti!

  • Sto gestendo il buon MyBusiness per un cliente che ha 6-7 sedi nella stessa città, diciamo che è un bel lavoro.. soprattutto l’attesa della cartolina 😀

  • Attilio Marangi

    Ottimo articolo, grazie per le informazioni.

  • Grazie a voi, sono contento sia piaciuto 🙂

Shares