Oggi leggo… Professione Web Designer Freelance

professione_webdesigner_freelance_WH
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 42 secondi
Pubblicato il 18 febbraio 2014

E così anche tu, un bel giorno d’estate, hai deciso che era giunto il momento di fare il grande salto.

Mai avresti pensato che sarebbe stata quella la mattina che ti avrebbe cambiato la vita lavorativa. Eppure l’hai fatto, hai preparato quel foglio, quella lettera di dimissioni e sei andato dal tuo capo con tutta la tensione e la paura del mondo per dire “ho scelto di seguire la mia strada“.

Non ho dubbi, come non ne hanno Nando e Sara, autori del libro “Professione Web Designer Freelance” (firmato Your Inspiration Web), che per arrivare a quel momento tu abbia passato notti insonni, probabilmente dopo grandi litigi con parenti, morosi/e, amici ecc… ma nella tua testa c’era un orizzonte che nessuno vedeva, una piccola dose di follia, quella molla che ti ha dato la spinta di diventare imprenditore e capo di te stesso.

E’ la storia di molti di noi, sottoscritto compreso.

O forse no?

Eppure sono sicuro che se sei arrivato a leggere fin qui probabilmente quest’idea, se non l’hai già seguita, ti frulla nella testa e… Il libro di cui ti sto parlando potrebbe offrirti una panoramica molto concreta, ma allo stesso stimolante, di quello che significa diventare un Web Designer Freelance.

Il libro scorre via rapidamente e ti permette tranquillamente di passare da un punto all’altro senza perderti, trovare spunti interessanti da cui attingere (sì lo confesso, una chicca sulla gestione dei clienti è stata molto utile anche a me :D) e tornare indietro. Un piccolo manuale d’uso da tenere con sè, prima e dopo il grande giorno!

In generale si muove su 3 fronti:

  1. Nascita e aspettative del Freelance
  2. Formazione e storia vissuta (l’esperienza di Nando)
  3. Strumenti del mestiere (tecnici, creativi ma anche fiscal-burocratici), gestione dei clienti ed errori più comuni

Nella prima parte viene ben spiegato come non sia tutto oro quel che luccica, analizzando aspetti umani ed organizzativi che dovrai valutare attentamente il giorno che vorrai fare il grande passo; si passa poi, attraverso anche alcune domande raccolte dai social, a verificare come sia possibile formarsi oggi in Italia, cosa offrono i mondi più accademici ed il web in generale.

L’esperienza di Nando è il cuore del libro, poche pagine che raccontano un percorso umano in cui ti renderai conto che le strade e le storie per diventare Freelance possono essere diverse, ma mosse tutte da un unico desiderio.

La terza parte invece, molto più pratica, prende in esame gli strumenti del mestiere (tecnici e creativi ma anche burocratici), l’analisi e la gestione del cliente ed analizza gli errori più comuni in cui si può incappare agli inizi del proprio percorso.

140 pagine, in versione cartacea o e-book, che vanno giù tutte d’un fiato.

Un must per chi è ancora combattuto e non sa se la sua strada sia quella o meno. Sono convinto che possa costituire un piccolo incipit a spostare la propria decisione (in quale direzione sarai solo tu a deciderlo poi!) e per aggiustare subito la rotta se hai intrapreso quest’avventura da poco.

Tutto quello che troverai scritto è frutto dell’esperienza di due grandi professionisti, non sono teorie o ipotesi, e posso garantire, da Web Designer freelance quale sono, che la concretezza è palpabile e le chiacchiere sono ridotte al minimo.

Insomma, buona lettura!

Voglio questo libro!

Shares