Happy new social year

Immagine tratta da: http;//it.depositphotos.com
Tempo stimato di lettura: 4 minuti, 40 secondi
Pubblicato il 11 gennaio 2013

I social media hanno davvero rivoluzionato tutto! E’ cambiato il modo di comunicare, di fare business e di apprendere notizie. Sicuramente il cambiamento più grande per le aziende è la democratizzazione del marketing, non più monopolizzato dai mass media, ma a disposizione di chiunque. Sei libero di creare e pubblicare in 30 secondi un annuncio su youtube e raggiungere un pubblico potenziale pari al mondo intero. E’ come avere un proprio canale Tv sempre a disposizione. Puoi pubblicare articoli e trasferire i tuoi valori (o quelli condivisi dal tuo brand) e le tue idee tramite un blog. Puoi essere l’editore di te stesso e poi puoi coinvolgere e diffondere tutto tramite Facebook, Twitter, Linkedin, Google+, Pinterest, Instagram e chi più ne ha più ne metta! I social media hanno segnato l’inizio di un nuovo modello di business e di un nuovo modello di comunicazione aziendale, sia verso il pubblico sia tra colleghi: ad esempio grazie a Yammer hai a diposizione una rete social privata per la tua azienda, utile a collaborare in modo sicuro tra vari reparti  e gruppi aziendali.

La sfida

Come essere umani siamo un po’ lenti a cambiare ammettiamolo, ma la tecnologia cambia molto rapidamente.  Per la radio ci sono voluti 38 anni per raggiungere 50 milioni di utenti, Facebook ha raggiunto 200 milioni di utenti in 12 mesi!

Mentre prima il più importante dei tuoi competitor era quello che svolgeva la tua stessa attività nel medesimo quartiere o nella stessa strada, adesso  la logistica moderna, i negozi online, questo web sociale ha creato concorrenti in Canada, Corea, Hong Kong e in tutto il resto del mondo.  Ora è davvero importante puntare su una strategia di social media marketing per far fronte a questa sfida, per diffondere ciò che fai in tutte le parti del mondo.  Attenzione sempre nella scelta a chi affidarsi: non tutti svolgono bene questa nuova attività e soprattutto c’è bisogno di una figura che faccia questo per mestiere. Non si può affidare un compito così delicato (trattare l’immagine del proprio brand di fronte al mondo) a un improvvisato di turno.

La soluzione a questa ardua sfida? Abbracciare il nuovo fantastico modo di comunicare, così diretto e sociale! La maggior parte dei tuoi clienti, dei fan del brand ti troveranno tramite Facebook, tramite una ricerca su Google, perché un collega gli suggerirà di seguirti, perché vedrà tra le attività di un suo amico che ti sostiene.

La vera potenza del social media marketing è infatti quella di amplificare il messaggio, di trasmetterlo a velocità esponenziale! Un Tweet lo invii in un secondo, per la pubblicazione di una brochure o di un opuscolo ci vogliono almeno un paio di settimane e poi non puoi mica diffonderli ovunque, in tutte le parti del mondo, con tempi e costi zero?

Crea fiducia

Tutto ciò che fai sui social media è determinante per instaurare un rapporto di fiducia con i tuoi clienti. Non stai più facendo una comunicazione unidirezionale, ma ti apri al confronto, al dialogo, ai suggerimenti, alle critiche, ai problemi ma anche alle soluzioni e ai miglioramenti dei tuoi servizi derivanti da un confronto reale con chi li utilizza. Tramite il social media marketing e con un bravo community manager, puoi facilmente individuare una tua tribù online, alimentarla e supportarla tramite la creazione di contenuti coinvolgenti che siano fluidi, facilmente condivisibili e che siano come uno specchio per i valori fondamentali del tuo brand.

Buoni propositi per un 2013 social

  1. Creare una buona strategia di social media marketing e definire: pubblico di riferimento e obiettivi di marketing
  2. Diffondere i contenuti su più canali (non limitarsi all’apertura di una pagina fan su Facebook) scelti appositamente per il tuo brand durante la creazione della strategia di smm
  3. Documentati. Le case-history di famosi brand che hanno attuato campagne di social media marketing, sono un buon modo per studiare e migliorare il tuo operato
  4. Se ancora non lo hai fatto: apri un blog! E’ sicuramente un ottimo punto di partenza per diffondere contenuti (che siano autentici e fluidi)

Ecco una lista dei principali social disponibili con una breve spiegazione dell’utilizzo più corretto, in modo che puoi valutare come integrarli nella tua strategia:

Facebook: utile per individuare i tuoi sostenitori o potenziali clienti. Crea la tua fanpage, compila per bene tutte le informazioni di base e organizza l’immagine del tuo brand con un’immagine profilo e un’immagine di copertina abbinate

Twitter: l’arte della sintesi. Hai solo 140 caratteri per tweet e ti assicuro che sono abbastanza. Su questo social si svolge un attività di micro-blogging quindi: messaggi brevi, diretti, hashtag e link. Ci sono diversi strumenti di monitoraggio e analisi per twitter, ne ho elencati alcuni in questo articolo

Google+: gli hangout sono sicuramente il suo punto di forza, insieme alle (da poco introdotte) community. Puoi dare un valore aggiunto ai tuoi followers creando demo o webinar gratuiti per fare dimostrazioni o presentazioni di servizi o prodotti

YouTube: crea brevi video (2 minuti o anche molto meno). Che siano tutorial per imparare a usare il tuo servizio/prodotto o che siano semplicemente un mezzo di diffusione virale del tuo brand

LinkedIn: scopri il potere di “Gruppi” e usalo per posizionarti come un esperto nella tua attività

Pinterest: immagini ad alta risoluzione, crea board non solo connesse alla tua attività ma anche con contenuti visivi divertenti

Instagram: dai un volto al tuo brand, ovviamente con effetto!

Aggiungo un ultimo (fondamentale) elemento per affrontare questa nuova attività nel migliore dei modi: pazienza. Bisogna avere un approccio a lungo termine per costruire e trasmettere una buona immagine di sé.

Informa, intrattieni e ispira. Le case si costruiscono “un mattone alla volta” o sbaglio?

Shares