Live Tweeting, un modo poco conosciuto per fornire contenuti di valore

Immagine tratta da: http://it.depositphotos.com
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 40 secondi
167 Flares 167 Flares ×

A tutti noi, almeno una volta nella vita lavorativa, è capitato di partecipare a una conferenza e durante tutta la durata della conferenza abbiamo preso appunti che poi abbiamo utilizzato per scrivere un post per il nostro blog. Il risultato non è stato quello che vi aspettavate?

Avete provato con il live tweeting?  Il live tweeting altro non è che il tweet postato sul vostro account durante l’evento a cui state partecipando con tanto di hashtag di riferimento. Esempio: state partecipando alla conferenza WebDesign2013, il relatore Mario Rossi comunica l’introduzione di una grossa novità nel mondo del web design. Il vostro live tweet potrebbe essere:

“@MarioRossi ha appena comunicato che verrà introdotto un nuovo tag nel codice html che ottimizza l’articolo per Google #WebDesign2013″

Ecco avete appena fatto live tweeting utilizzando una struttura perfetta per il vostro tweet, infatti avete menzionato (@MarioRossi) e avete utilizzato l’hashtag della conferenza (#WebDesign2013). Ma perché è così importante fare live tweeting durante una conferenza? E perché non posso semplicemente prendere appunti e poi scrivere un post per il mio blog?

I motivi per fare live tweeting

Il live tweeting vi permetterà di aumentare il numero dei vostri follower, infatti pensate a tutte quelle persone che non possono partecipare alla conferenza e che possono seguirla solamente grazie ai vostri tweet. Se il vostro lavoro è fatto bene queste persone potrebbero trasformarsi in vostri seguaci.

E se l’account twitter utilizzato fosse quello del vostro brand? Ancora meglio. Le persone che seguono la conferenza tramite i vostri tweet potrebbero diventare vostri follower e i vostri follower potrebbero diventare i vostri clienti.

Questa tecnica permetterà di aumentare la visibilità del vostro brand sia tra chi segue la conferenza, ma anche tra i partecipanti. Infatti se anche altri partecipanti sono online su Twitter durante la conferenza, questi potrebbero dare dei feedback positivi ai vostri tweet andando a effettuare retweet (aumentando ancora di più la vostra visibilità).

I motivi per non fare live tweeting

Se partecipi a una conferenza ed inizi a fare live tweeting il tuo “tweet rate” sarà molto alto, al limite dello spam. Questo potrebbe non piacere ai tuoi follower che vedrebbero riempito il proprio feed dei vostri tweet e molti di loro potrebbero smettere di seguirti.

Il consiglio che posso dare è di suggerire ai propri follower, che non vogliono essere disturbati, di mettere in modalità “mute” l’account o l’hashtag della conferenza, questo non vuole dire cancellare l’account. Non sapete come si fa a mettere il mute? Allora andate a leggere questo articolo:

http://www.extrowebsite.com/guida-twitter/utilizzare-i-comandi-avanzati-di-twitter.html

Nonostante questo piccolo accorgimento sicuramente qualche follower lo perderete, ma sono “vittime sacrificabili” visto che il numero di follower acquisiti per il vostro servizio di live tweeting sarà sicuramente superiore.

Conclusioni

Date valore ai vostri tweet, utilizzate la giusta struttura per il tweet ( menzione tramite @ e hashtag della conferenza), cercate di non spammare troppo e il vostro servizio di live tweeting sarà molto gradito ai vostri follower e a tutte quelle persone che potranno partecipare a quelle famosa conferenza grazie a voi.

Voi avete esperienze di live tweeting? I vostri follower sono aumentati o diminuiti? Il vostro brand ha avuto benefici? Lasciate la vostra esperienza nei commenti sotto questo articolo.

  • http://ilpiacerediscrivere.it/ Annarita Faggioni

    Bellissimo!!! Potrei anche pensare di utilizzarlo su un paio di progetti. Ti ringrazio per l’articolo, ma mi permetto di aggiungere una cosa: la scelta dell’hashtag. E’ fondamentale, quasi quanto il contenuto dell’evento (che, come dicevi, non deve essere riportato per intero).

    • http://www.socialmediaconsultant.it/ Social Media Consultant

      Si esatto l’uso dell’hashtag è fondamentale, se sbagliamo possiamo compromettere il nostro lavoro

  • cristiano carriero

    Aggiungerei che il livetweet è utilissimo in fase di “recupero” degli appunti direttamente da twitter. Per esempio lo trovo fondamentale per poter scrivere uno storify.

    • http://www.socialmediaconsultant.it/ Social Media Consultant

      E’ molto utile anche per seguire conferenze quando non è possibile essere presenti fisicamente.

    • Tiziana D’Andrea

      E’ da poco che mi sto cimentando col live tweeting perciò ancora non conosco bene tutte le regole, fino ad ora mi è capitato solo 4 volte.
      Ma almeno sto facendo pratica ed esperienza, mi sto divertendo ad imparare e poi alla fine ne realizzo anche io degli storify così faccio esperienza anche di questo :)

  • http://www.socialmediaconsultant.it/ Social Media Consultant

    Secondo me il livetweet non deve essere visto come uno strumento per portare traffico al nostro sito, ma per dare un valore aggiunto ai contenuti che forniamo ai nostri lettori. I lettori sono la linfa vitale di ogni blog e tramite questo strumento (da integrare insieme al blog e ai vari Social Media) possiamo dare a loro un contenuto con un plus.

  • danix

    Ho lavorato giusto nello scorso weekend proprio “dietro” ad una serie di live tweeting di un evento a Firenze. E’ stata per me la prima volta con le mani in pasta e devo riconoscere quanto sia utile come strumento (uno degli intervenuti – un ministro – ci ha poi ringraziati con un tweet per la tweet cronaca :-)).
    In effetti non conoscevo strumenti per poter contenere gli effetti “negativi”, che era una delle domande che avevo in testa mentre lavoravo: ora ho preso appunti sul come fare :-)

    • http://www.socialmediaconsultant.it/ Social Media Consultant

      Ottimo !! Quindi puoi confermare che se applicato bene il live tweeting può essere molto potente?

      Hai notato un maggiore aumento o diminuzione dei tuoi follower?

      • danix

        Si, per chi lo deve fare è una faticaccia (:P), ma posso confermare che può essere uno strumento molto potente.

        Il numero di follower dell’account è cresciuto di molte unità durante i tre giorni. E questo anche grazie al fatto che come strategia citavamo sempre i relatori con i loro account e quelli delle associazioni che rappresentavano: a loro volta ritwittando hanno aumentato il numero di iterazioni dei nostri tweet ;-)

        “Coinvolgere” è sempre una buona pratica che spesso porta un ritorno ;-)

  • Filippo Arioli

    Reputo molto importante anche la proiezione dei tweet durante l’evento!! Esistono tantissimi strumenti, gratuiti e non, che lo permettono.

  • Pingback: Twitter non vola più: ha imparato a copiare - APclick

167 Flares Twitter 58 Facebook 60 Google+ 28 LinkedIn 17 Pin It Share 4 167 Flares ×