I 10 motivi per cui non stai avendo successo

Successo Freelance FlatImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 6 minuti, 25 secondi
Pubblicato il 17 settembre 2014

Sei tornato dalle vacanze estive? Pronto per altre mirabolanti avventure nel mondo del world wide web? Oppure passerai un altro anno a non concludere nulla? In questo articolo desidero condividere con Te i dieci motivi per cui non stai avendo successo in modo da ripartire con un anno “FENOMENALE” (tipo il thè).

Hai carta e penna? Iniziamo!

1. Il mattino ha l’oro in bocca, mentre tu sei ancora a letto

Svegliarsi presto ti consente di concentrarti meglio sul lavoro senza rientrare in mille e più distrazioni del mattino (telefonate, appuntamenti, …facebook!). Nelle prime ore del mattino (diciamo dalle 6.30 in poi) il tuo organismo reagisce ai primi raggi solari ed ti trovi in uno stato mentale “proattivo”.

Puoi concentrarti meglio e produrre di più. Non devi seguire ritmi di lavoro da fine ‘800 e iniziare subito a lavorare, ritaglia nelle prime ore anche degli spazi per leggere guide, seguire tutorial o svagarti un po’. Il lavoro deve essere una parte della tua giornata quella in cui produci di più e con maggiore felicità.

2. Punta al tuo obiettivo più grande e…spara!

Il freelance di successo ha degli obiettivi. La persona di successo ha degli obiettivi. Che questi siano “la conquista del mondo” (Cit.) oppure il raggiungimento dell’indipendenza economica, la felicità o qualunque altra cosa, non importa.

Se desideri essere un professionista (di qualunque settore) devi VOLER raggiungere degli obiettivi e lavorare giorno dopo giorno aspirando a tale meta. Quando l’avrai raggiunta (e la raggiungerai) continua così ampliando i tuoi orizzonti.

3. Sono in ufficio…e ora?

Scrivi le tue attività giornaliere in una to-do list. La differenza col punto precedente è che la To-do List raccoglie quelle piccole cose che dovrai portare a termine nel breve o brevissimo periodo (In cima io metto sempre conquistare il mondo, così giusto per motivarmi…). Quando finirà la tua giornata non solo avrai mandato dieci email e fatto due layout (o completato il tuo articolo per WebHouseIT) ma avrai realizzato il tuo progetto della giornata. Ti sei dato dei traguardi e …caspita, ce l’hai fatta!

4. Leggi. Per davvero

Sii sincero con me: hai approfondito quello che hai letto di recente? Ti sei posto domande o hai cercato altre fonti online ed offline? Saper leggere non significa riconoscere caratteri ordinati su un monitor o su un video, significa comprendere. Viviamo in un mondo in cui i quotidiani nazionali aprono le notizie con un SENSAZIONALE per poi dirti che “scoiattolo a due teste è stato colpito da pane raffermo” (Cit.). Tuttavia l’80% delle persone (qualcosa in più in Italia) non approfondisce le notizie e si accontenta di quello che viene saggiamente “preparato” per le menti pigre. Passa dall’altra parte della barricata, diventa cosciente mentre affronti la tua giornata e comprendi ciò che accade intorno a te.

5. Mangia meglio!

Tu sei un freelance. La risorsa più grande che possiedi è te stesso.

Cosa stai sgranocchiando mentre leggi questo articolo? Stasera aperitivo e birra gelata con gli amici? O era ieri, oppure domani? Il tuo corpo è una macchina capace di farti diventare ricco (o quasi!). Mangia in maniera puntuale, poco, sano e spesso. Alcuni suggeriscono di ridurre le calorie “spazzatura” e meno di 300/giorno (ti sto parlando di fritture, cibi precotti, fast-food, ecc.), io invece ti faccio un paragone che mi ha illuminato: “Pensa di essere una Ferrari. Metteresti mai un hamburger nel serbatoio per farla andare più veloce?”

P.S.In realtà preferisco la Tesla Model S, va ad energia elettrica e non ha un serbatoio 😉

6. Per lo stesso motivo di cui sopra. Allenati.

Settembre è il mese delle buone intenzioni. Quindi immagino tu sia già andato ad iscriverti in palestra oppure faccia la tua oretta di bici ogni sera. Perché lo stai facendo? Il tuo obiettivo è volerti bene: essere in forma per poter produrre quell’aura di benessere tutto intorno che ti consentirà di lavorare meglio e contagiare le persone con cui lavori facendo desiderare di essere un tuo cliente.

7. Comincia subito!

Le persone che perdono tempo non piacciono a nessuno. Per quanto tu possa avere le migliori intenzioni e le migliori idee fin quando non verranno realizzate il loro valore rimarrà zero.

Parla meno ed agisci di più. Stai ancora pensando alla tua magnifica idea di un social network per gattini ma ancora non hai iniziato a realizzarla? Comincia! Parlane con amici, proprietari di gattini e amanti dei quattro zampe in generale: ringrazia chi ti critica perché ti sta offrendo i consigli davvero utili per migliorare la tua idea e non disperare: anche Mark voleva fare un social network in grande stile dove le persone potessero entrare in contatto, scambiarsi opinioni ed idee e migliorare il mondo…in realtà ha creato il tuo social network sui gattini.

8. La Fortuna è solo il nome che diamo alla bravura degli altri.

La fortuna e la sfortuna sono solo degli stati mentali. Sei fortunato quando crei le condizioni affinché le cose belle si avverino. Accetta gli inviti, partecipa a progetti, investi in te stesso e nelle cose che pensi ti faranno migliorare: in questa maniera entrerai nella moltitudine di eventi che oggi credi siano solo “botte de culo” ma che in realtà sono solo frutto di uno stile di lavoro (e di vita) basato su queste abitudini.

9. La strada più facile è probabilmente quella sbagliata

Mentre leggi questo articolo dovresti vedere tutto intorno delle pubblicità per avere successo e diventare ricchi in pochi minuti con il poker online, mercato forex e le opzioni binarie. In realtà il tuo successo sarà il frutto di un duro e saggio lavoro, di tante scelte belle e brutte e anche di qualche rovinosa caduta. Non disperare se durante il tuo percorso troverai tantissimi ostacoli (clienti ostici, occasioni perdute, progetti sfumati o cos’altro).

“Sulla vetta non c’è niente, ma è il percorso che hai fatto per raggiungerla a darti la vera felicità”
(Cit. difficilissima).

10 Network. Network. Network.

Se vuoi realizzare il tuo successo, devi aiutare gli ALTRI a raggiungere il proprio successo personale. Quando ho iniziato a “lavoricchiare” sul web (diciamo una sorta di pre-freelance) passavo molto tempo sui forum dedicati all’HTML o a FLASH chiedendo aiuto a chi era più esperto di me. Ripensandoci dovevo essere davvero un rompiballe, tuttavia su quegli stessi forum ho trovato i primi contatti di lavoro “veri” che oggi fanno ancora parte del mio portfolio clienti.

Partecipare ad eventi del tuo settore, rispondere (cordialmente) a chi ha bisogno di una mano è il modo migliore di creare la tua rete di contatti con cui scambiare opinioni, crescere professionalmente e anche personalmente.

Partecipa, condividi e commenta – inizia da questo articolo! 😉

Bonus Track. Sii motivato.

Mi dispiace dirtelo ma se la mattina (la mattina presto, vedi punto uno) la cosa peggiore che pensi stia avvenendo è svegliarsi…allora puoi anche smettere di leggere, spegnere il PC e fermarti a riflettere.

Il più grande consiglio che posso darti è di mettere passione in quello che fai. Se “senti” che ciò che stai costruendo è dettato puramente dalla necessità di fare un lavoretto, guadagnare qualche spicciolo oppure sbancare il lunario sbaRcare il lunario (erano anni che sognavo di usare questa espressione…e l’ho anche scritta sbagliata!) allora non stai facendo quello che davvero ti rende felice.

Chieditelo ogni giorno: “Se questo fosse l’ultimo giorno della mia vita farei quello che sto per fare?” (Cit.). Se la risposta è per troppo tempo “No”, allora qualcosa da cambiare c’è davvero, ricomincia a leggere e pian piano realizza il tuo progetto più grande: la tua vita.

E ora a te la parola! Lascia un commento (in modo da iniziare a creare il tuo network) e condividi le tue impressioni sull’articolo o quello che fai per essere un freelance di successo. Se hai trovato poi tutte le citazioni dell’articolo fammi sapere e keep in touch!

  • Nick Murdaca

    Questo articolo dovrei incorniciarlo e metterlo sul comodino, in modo da leggerlo prima e dopo essere andato a dormire. Inoltre, trovo che sei un ottimo motivatore 🙂
    Ringrazio Riccardo Esposito e al suo tweet per averti conosciuto. Complimenti.

    • Buongiorno Nick! Grazie mille del commento e dei feedback: “creare un ambiente positivo tutto intorno a te…” – In bocca al lupo per tutti i tuoi progetti 😀

  • Stampato a caratteri cubitali!!!! Grazie…….

    • Per non essere da meno ho fatto la mia lista degli obiettivi con data e firma e da oggi la porto sempre con me… Grazie a te! 😉

  • Alessandro

    Un bell’articolo, lo condivido in pieno!

  • Annalisa Milione

    ottimo articolo, piccoli step per raggiungere la conquista del mondo, mi piace molto.. un passo per volta e anche la montagna più alta, il percorso più difficile è fatto!!!

    bravo!!

    • Grazie mille Annalisa, montagne, fiumi, mari: siamo capaci di superare ogni cosa, un passo per volta, concentrandocisul presente senza farci attanagliare da passto a futuro (cit.) Buon lavoro! 😉

  • Diego Ciocia

    Vero

    • ehhehe …grazie e scusa per epic fail mondiale! Però sono giustificato dal fatto che non l’ho mai utilizzata 😉 Grazie della nota (critica più che costruttiva), provvedo a correggere!

      • Diego Ciocia

        ahahah, ma scherzi! Non lo diciamo mica a nessuno… Non volevo essere critico (e nemmeno la nota, chiedo scusa anche per lei), anzi! Continua così, chè viene bene! 😉

        • …avevo sbagliato anche il commento: oggi secondo giorno di palestra e già non ci vedo più dalla fame!

  • Luisa Antonelli

    Complimenti ottimo articolo 🙂 Io aggiungerei anche di pensare sempre positivo e sorridere. Sembra un gesto banale ma trasmette a chi ti circonda una buona percezione e migliora le sensazioni, creando intorno a te un ambiente piacevole!

    • Ciao Luisa! Ho il piacere e l’onore di conoscere di persona il tuo splendido e contagioso sorriso: consiglio accettato! 😀

  • Ottimi suggerimenti! nelle scuole allo studio dovrebbe essere affiancato il tema del lavoro fin da piccoli. Si dovrebbe fare coaching, insegnare il “metodo” per tirare il meglio da se e diventare il futuro professionista.

    • Non sarebbe male affiancare la figura di un “tutor” all’interno delel scuole. Conosco un’associazione che l ofa da anni e avere una persona che ti permette di avere uno sguardo sul tuo potenziale futuro lavorativo già a scuola è un valore aggiunto inestimabile.

  • Francesca Sanzo

    Mi associo ai complimenti. Sono freelance e lavoro con e nel digitale da molti anni. Ed è proprio quel “nel” che ha fatto la differenza: saper rimanere curiosi, attenti agli altri e alle loro idee, navigare liberi da costrizioni per arrivare anche a risorse inaspettate (per me – per esempio – è stata questa, oggi 😉 e vivere il mezzo come un’opportunità, oltre che per diffondere contenuti propri soprattutto per imparare, sono secondo me le qualità maggiori da coltivare per farcela. Ho apprezzato tantissimo anche il fatto che nell’articolo si citino pratiche che esulano dal digitale in senso stretto ma che sono “norme igieniche” di vita che davvero hanno degli effetti benefici su tutto. Insomma, tanto piacere, vi inserisco subito tra le mie letture obbligatorie 😉

    • Grazie mille Francesca 🙂 Mi piace molto il concetto di “norme igieniche” ehehe…spero di leggerti ancora tra i commenti

  • Sandro Formica

    Suggerimenti preziosissimi, Emanuele! Basterebbe applicarne uno solo per cambiare la vita delle persone. Potremmo creare un seminario di una settimana per ciascuno dei dieci punti! E, per concludere, la fortuna NON ESISTE; le persone cosiddette “fortunate” hanno gia fatto il loro lavoro in precedenza per notare e raccogliere i frutti dell’evento fortunato.

    • Carissimo Sandro! Con un ritardo immane di 4 mesi leggo con grandissimo piacere il tuo commento! Sei stato e rimarrai sempre un punto saldo della mia crescita personale e professionale. GRAZIE!

  • Splendido articolo davvero!
    “La Fortuna è solo il nome che diamo alla bravura degli altri”: parole sante da stampare in fronte!

    • Grazie Raffaella! Ne ho un sacco di frasi così (non sono tutte mie, però!)

  • Interessante coincidenza….l’ultima tua frase e’ proprio l’inizio di un video motivazionale che ho fatto per un progetto Italiano! Condivido tutto tranne il primo punto: Non sono una persona mattiniera. Io mi concentro molto meglio la sera, vado a dormire sempre alle 3/4 del mattino e mi sveglio non prima delle 10/11.

    Ad alcuni sembra che io perda tempo perche’ mi perdo la mattina. In realta’, essendo capo di me stessa, la gestisco come preferisco.L’importante alla fine e’ produrre. Amo talmente tanto il mio lavoro che fosse per me non dormirei proprio 🙂

    I risultati cominciano a vedersi ma la parte piu’ diffidile e’ restare motivati quando ancora si lavora “per la gloria”, cioe’ gratis. Il mio progetto e’ partito come un blog di viaggi in inglese e si e’ trasformato in un business vero e proprio e le difficolta’ sono tante. Ma per avere davvero successo e’ necessaria una sola cosa: NON MOLLARE MAI.

    Un’altra cosa importante che mi sento di aggiungere e’ di non comparare il proprio percorso a quello degli altri, c’e chi arriva prima e chi dopo. Trova i tuoi punti di forza e non scoraggiarti se ancora non sei arrivato dove vorresti. Se non molli ce la fai. Garantito!

    • Ciao Clelia! Scusa per i mesi di ritardo nella risposta (eppure io mi sveglio presto!). Sono d’accordo con te, sai? Nel mio lavoro i miei “contatti” richiedono la mia presenza in qualunque orario e mi rendo conto che alzarmi presto mi da la possibilità di fare di più e meglio.

      E’ stupendo creare qualcosa di proprio e, ti dirò, la mia gioia più grande è sempre quella di vedere crescere, poco per volta qualcuno dei miei progetti personali: questo mi da tanta gioia e motivazione. Per il non MOLLARE MAI è probabilmente la parte più dura, ma citandoti: “Trova i tuoi punti di forza e non scoraggiarti se ancora non sei arrivato dove vorresti. Se non molli ce la fai. Garantito!”

  • Ottimi consigli , qualche problemino con l’essere mattiniero ce l’ho anche io , ma cercherò di migliorarmi 🙂
    Complimenti e grazie per tutte le dritte 🙂

    • Ti consiglio una App che mi ha aiutato molto: SleepBot, per qualche stranissima ragione ti consente di svegliarti all’orario desiderato monitorando i movimenti che fai durante il sonno 🙂 Spero aiuti!

  • VinceEnzo Geraldi™

    Parole sante, complimenti!

    • Grazie mille VincEnzo, spero siano di aiuto per i tuoi progetti! 😀

      • VinceEnzo Geraldi™

        Sicuramente! Grazie!

  • Angelo Zappalà

    Bell’articolo! Su questo sito tanti e utili consigli !

    • Grazie Angelo! Qual è il suggerimento che ti è piaciuto di più?

Shares