Guida per configurare al meglio WordPress SEO by Yoast

Plugin SEO WordPress
Tempo stimato di lettura: 6 minuti, 49 secondi
Pubblicato il 18 giugno 2013

Tutti cerchiamo di posizionare i contenuti del nostro sito più in alto nelle SERP di ricerca. Ci sono aziende di marketing che fanno di questo il loro business, ovvero la “SEO”. In questo articolo vi spiegherò i diversi aspetti della “SEO On Page”, come trattarla in WordPress utilizzando uno dei migliori plugin gratuiti in circolazione: WordPress SEO by Yoast.

Si tratta di una serie di tecniche e accorgimenti da utilizzare, attraverso la configurazione e la comprensione di diverse sezioni del plugin SEO by Yoast.

Stabiliamo i nostri obiettivi

Questo articolo passo-passo vi aiuterà a ottimizzare i vostri progetti web basati su CMS WordPress con gli aspetti più popolari delle tecniche SEO. Oggi il nostro obiettivo è quello di configurare il plugin WordPress SEO e di capire il significato di ogni passo.

Con il termine ottimizzazione (Search Engine Optimization, SEO, in inglese) si intendono tutte quelle attività finalizzate ad ottenere la migliore rilevazione, analisi e lettura del sito web da parte dei motori di ricerca attraverso i loro spider, grazie ad un migliore posizionamento. Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Perché il plugin WordPress SEO by Yoast? Perchè credo che sia la migliore e il più completo plugin disponibile gratuitamente per una corretta compilazione di una pagina rispettando numerosi criteri della SEO.

Scopriamo la Dashboard

Dopo aver installato e attivato il plugin, se si osserva il menu a sinistra, troverete un nuovo pannello introdotto con il nome di SEO, proprio come quello nell’immagine qui sotto.

Schermata 2013-06-05 alle 07.38.23 SEO Panel

Quando si fa clic su esso finiremo all’interno del menù del plugin WordPress SEO. Da qui è possibile fare un tour o ripristinare le impostazioni predefinite di questo plugin in futuro. Più in alto troverete una sezione per il monitoraggio del plugin  e le caselle di controllo di sicurezza.

Monitoraggio

Permette all’autore del plugin di tenere traccia dei problemi con il plugin se ce ne sono ora o in futuro. Se siete preoccupati per la vostra privacy, deselezionate questa opzione.

Schermata 2013-06-05 alle 08.03.06

Sicurezza

Questa opzione, se selezionata, non consentirà ai vostri editori e agli autori di reindirizzare un messaggio a un altro URL, dato che è una delle funzionalità del plugin. Selezionando questa voce, si impedirà loro di non-indicizzazione i loro post. Se non vi fidate dei vostri editori e agli autori, questa opzione dovrebbe essere selezionata.

Schermata 2013-06-05 alle 08.04.13

Strumenti per i Webmaster

Questi strumenti consentono di verificare facilmente la proprietà del tuo sito utilizzando il codice meta fornito da Google e Bing Webmaster Tools. Questa opzione può anche aiutare a verificare il vostro sito per Alexa (se hai l’abbonamento premium).

Schermata 2013-06-05 alle 08.04.58

Dopo aver finito con queste configurazioni premete il pulsante alla voce “Salva impostazioni”.

Titoli & Metadati

In questo pannello potremo facilmente configurare il titolo, META del sito, e la pulizia della header.

Vediamo quali sono le opzioni e come impostarle:

Forza riscrittura Titoli

Questa opzione significa che il plugin WordPress SEO ha bisogno di cambiare il tag del titolo del vostro tema installato, in modo che possa modificarlo secondo le vostre impostazioni. Questa opzione dovrebbe normalmente essere spuntata.

Impostazioni globali sito Metadati

Non indicizzare le sottopagine degli archivi: è buona norma spuntare questa selezione in quanto aiuta la tua home page a mantenere la sua importanza, la tua pagina iniziale è una delle parti più importanti del tuo sito.

Utilizzare meta tag keywords

I motori di ricerca come Yahoo e Bing sono noti per dare una certa importanza a queste parole chiave meta. Queste sono le parole chiave che ruotano intorno a cui il tuo articolo.

Aggiungi noodp meta tag robots in tutto il sito e Aggiungi noydir meta tag robots in tutto il sito

Sono utilizzati se il sito è presente nelle directory DMOZ e Yahoo Directory, a volte Google preferisce la descrizione del tuo sito da queste directory.

Puliamo la <head>

C’è una teoria che Google preferisce una <head> pulita. La maggior parte degli analisti SEO suggeriscono di tenere pulita questa porzione del vostro sito. Se avete intenzione di pulire la testa del vostro blog in ogni caso, vi consiglio di controllare le prime tre opzioni e lasciare l’opzione RSS collegamenti disabilitato.

Schermata 2013-06-05 alle 07.42.28

Fatto con Titolo e Metadati? Premere “Salva impostazioni”

Homepage Impostazioni

Cliccando sulla scheda Home all’interno del plugin, finiremo sulla pagina in cui potremo modificare tutte le impostazioni della home page. Vediamo come fare passo dopo passo:

Titolo: 70 caratteri sono più che sufficienti, ad esempo può essere il nome di dominio con l’aggiunta di un semplice slogan o un payoff di un brand. Ad esempio TheBookShop.com – Comprare Libri su tariffe più convenienti”

Descrizione: 160 caratteri in cui si intende utilizzare una keyword mirata. Ad esempio se il sito è di un negozio di libri, è possibile includere il termine “comprare libri”.

Meta keywords: Non abusare di questa opzione, basta mettere 5-6 keywords, ad esempio, “Scaricare libri a prezzi bassi” “libri a prezzi economici” “download libri” etc etc..

Dopo di che, vai alla pagina del tuo profilo dall’angolo in alto a destra della barra di amministrazione, inserire l’URL del tuo profilo Google+ e selezionare il nome dall’elenco degli utenti alla scheda Home della SEO WordPress plugin, in modo da visualizzare la miniatura con il nome di dominio esatto nella ricerca di Google. E’ dovuto all’attributo “author” che WordPress SEO by Yoast aggiunge per l’intestazione con il tuo link profilo. Questo consente di ottenere una buona dose di esposizione. Crea una pagina di Google Plus per richiamare in modo corretto il rel = “publisher”. Questi due attributi sono importanti per la vostra SEO On Page e aiutare il vostro ranking.

Schermata 2013-06-05 alle 07.44.38
Dopo tutte queste impostazioni è necessario fare clic su “Salva impostazioni”.

Post Types

Facendo clic sulla scheda Tipi di messaggio dove potrete configurare la SEO On page per pagine e file multimediali.

SEO Post

La scheda Guida fornisce i dettagli su queste etichette generiche che stiamo usando in questa sezione. Naturalmente, non abbiamo intenzione di non-indicizzare dei posti ma se mettiamo il flag in questo box i motori di ricerca non indicizzeranno i tuoi messaggi. In entrambi i casi verrà controllata la data di creazione o aggiornamento, se il tema supporta il tag data allora sarà lo stesso Google ad includerlo nei suoi risultati di ricerca. Il fattore di data è molto importante nella SEO On Page.

 

Schermata 2013-06-05 alle 07.46.09 Messaggio SEO

%% Title%% sostituito con il titolo del post / pagina.
%%%% Focuskw Sostituito con parola chiave del messaggio.
%% Tag%% sostituito con il tag / tag corrente.
%%%% Categoria Sostituito con le categorie postali (separati da virgole).
%%%% Estratto sostituito con il brano post / pagina (o auto-generato, se non esiste).

Pagine SEO

Impostare i parametri delle pagine come indicato nella seguente immagine:
Pagine SEO

Schermata 2013-06-05 alle 07.48.08

%%%% Nomesito Il nome del sito

Media SEO

Se si desidera indicizzare separatamente i file multimediali, è possibile deselezionare la casella selezionata per i Robots Meta, e impostarlo come l’immagine qui sotto:

Schermata 2013-06-05 alle 07.49.06

Tassonomie

Il plugin WordPress SEO consente di configurare On Page tutti i parametri SEO per tassonomie come le categorie, i tag, e le tassonomie personalizzate, se li utilizzate.

Schermata 2013-06-05 alle 08.15.49

Categorie VS Tag

Normalmente categorie sono utilizzate per classificare il contenuto in forma organizzata, e i tag vengono utilizzati per mettere più alias per un singolo post. In questo momento la nostra attenzione è rivolta verso la configurazione di WordPress SEO by Yoast, quindi ci occuperemo solo di questo obbiettivo.

Cosa fare?

Teoricamente i motori di ricerca dovrebbero dare più importanza ai titoli degli articoli principali, rispetto ai Tag o le categorie. Qui di seguito ci sono le impostazioni ideali per Robots Meta per le categorie e tag nofollow.

Formati

Lo stesso vale per i formati, ho controllato no-index per loro, è possibile indicizzarli se si vuole.

Schermata 2013-06-05 alle 07.50.48

Archivi autore

E’ una questione di scelta a seconda del progetto a cui stiamo lavorando, è possibile indicizzare loro se volete.

Schermata 2013-06-05 alle 07.52.22

Archivi per data

Vi consiglio di fare non-index come illustrato di seguito, è necessario disattivarli e di salvare per evitare la duplicazione di contenuti.

Schermata 2013-06-05 alle 07.53.56

Altre pagine speciali

Cerca e 404 pagine possono avere le seguenti impostazioni del modello:
Pagine speciali SEO

Schermata 2013-06-05 alle 07.54.33

Conclusione

Questa è la serie di accorgimenti che consiglio sempre per la giusta impostazione di WordPress SEO by Yoast. Con queste impostazioni che ho descritto, ho sempre avuto dei discreti risultati in termini di visibilità e posizionamento. È anche possibile trovare opinioni contrastanti su ciò che ho descritto, quindi vi invito a commentare nel caso in cui usiate accorgimenti diversi da quelli descritti.

  • Melchiorre Schifano

    Ottimo articolo, Cristiana. Semplice ma esplicativo come sempre, spero di leggerne molti altri 🙂

  • Melchiorre Schifano

    Scusa Stefano, una mia svista. Restano comunque i miei complimenti per l’ottimo articolo.

  • Nicola

    Qualcuno ha provato a vedere come si comporta con qTranslate?
    In passato a me ha dato risultati strani…

  • Michele

    Innanzitutto complimenti e grazie per le tue spiegazioni. C’è una cosa che non mi è’ chiara: come si inserisce correttamente il “titolo”. Perdona l’ignoranza ma mi perdo tra. %%%% e parole. Puoi fare un esempio pratico? Perdona l’ignoranza. Grazie

    • Ciao Michele, il titolo del post/pagina lo puoi modificare a tuo piacimento all’interno del pannello sito sotto all’editor di testo del tuo post/pagina, all’interno del campo nominato “Titolo SEO”.

  • Michele

    Il problema è che credo di aver sbagliato l’impostazione nella sezione “generale”

  • Michele

    Perdonatemi ancora per l’ignoranza cerco di spiegarvi cosa cerco di capire. Nella sezione “Titoli e Metadati” quando compare “Titolo del template” cosa devo inserire? Per esempio scrivere “le migliori offerte per le tue vacanze” così come lo leggete nella sezione del sito “offerte” è giusto? Oppure bisogna scriverlo seguendo delle procedure particolari? Oppure “%%title%%” è una variabile del plugin che prende automaticamente il titolo da qualche parte e lo autogenera? Grazie ancora!!!

  • Alessandro

    Davvero un’ottima guida! Soltanto una cosa. Nella scheda “Home” non ho le informazioni che visualizzi tu. Nello specifico trovo la dicitura “Puoi impostare il titolo e la descrizione per la prima pagina editing direttamente la prima pagina»” e cliccando sul link si apre la pagina come per la scrittura di un articolo. Come devo comportarmi?
    Inserisco le informazioni relative a titolo, keywords ecc ecc. in quella sezione?

  • DesireeCatani

    Prima Yoast dava la possibilità di settare l’immagine d’anteprima della home, ora invece non trovo più la voce? Come posso fare per settare una singola img come anteprima? 😐

Shares