Google, pensare per keyword: la sfida del SEM

Google Adwords
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 9 secondi
Pubblicato il 1 ottobre 2012

Poco tempo fa mi sono dedicata alla realizzazione di un articolo interamente incentrato sul SEM, dove ho spiegato come impostare il lancio di una campagna online. Oggi vorrei soffermarmi su uno dei punti fondamentali di questa attività: L’analisi delle keyword.

Come sappiamo, il motore di ricerca risponde alle richieste degli utenti espresse attraverso le parole chiave digitate nella stringa di ricerca. Da queste derivano i risultati “naturali” e le inserzioni a pagamento.

Per potersi promuovere in modo efficace è indispensabile partire dal comprendere quali sono le ricerche effettuate dai nostri potenziali clienti, saperle inserire nel nostro sito e abbinarle ai nostri servizi/prodotti in modo da massimizzare l’efficacia dei nostri sforzi.

Parole chiave troppo generiche possono attirare un traffico non realmente interessato a ciò che offriamo o comunque ai nostri contenuti; mentre parole chiave troppo specifiche possono essere poco utilizzate e quindi portare pochissimo traffico. Il successo di un’attività di marketing e di promozione tramite i motori di ricerca è dato soprattutto dalla capacità di identificare le keyword giuste!

Come fare allora?

Per fortuna Google stesso ci offre diversi strumenti per scoprire come gli utenti cercano i nostri prodotti/servizi, di seguito ne elenco 3 fondamentali per la stesura di una lista di keyword:

Google Adwords Keyword Tool

Questo strumento ti permette di stimare, in base a un elenco o anche a un’unica parola chiave, il traffico, la stagionalità e il livello di competizione su AdWords per un elenco di parole chiave correlate. Associato ad altri tool, per esempio quello relativo alla competizione SEO di SEOmoz, può permetterci di dare un peso alle parole nella nostra lista, in modo da creare la giusta strategia per ognuna.

Google AdWords, strumento per la stima di traffico

Calcola velocemente una stima del traffico per le nuove parole chiave senza doverle aggiungere al tuo account. Molto utile per :

  • calcolare un budget indicativo per la propria campagna
  • calcolare il potenziale totale di spesa associato ai diversi livelli di offerta CPC

Google Trends

E’ semplice, prende le parole chiave che gli diciamo e trova un indice di ricerca nell’asse temporale.

Come creare una lista

Che sia per l’attività di advertising su AdWords o per l’ottimizzazione e quindi il posizionamento delle pagine del sito, la realizzazione di una lista è fondamentale. Per prima cosa si deve rovesciare l’approccio tradizionale della pubblicità, facendo ciò che dovrebbe fare un buon venditore: regolare la propria comunicazione sul linguaggio e sui bisogni dei propri clienti. In secondo luogo dobbiamo comprendere quale intento c’è dietro una keyword e quale fase del processo di acquisto essa esprima o rappresenti, in modo da poter meglio realizzare le nostre landing page.

Ecco alcuni consigli su come realizzare un lista:

Concetti base. Cominciamo con l’elencare i concetti base connessi all’attività da promuovere e verifica la semplice combinazione di questi elementi, se è utilizzata oppure no e in che misura.

Ricerca combinazioni e alternative. Utilizzando i tool sopra elencati cerchiamo le combinazioni che sono di nostro interesse.

Arricchimento con variazioni. A questo punto possiamo procedere a inserire nel nostro ragionamento una serie di variazioni per ciascun elemento, per esempio:

  • variazioni della parola principale (plurali o sinonimi)
  • parole correlate
  • variazioni e arricchimenti specifici del settore

Così, con un semplice foglio Excel possiamo procedere a incolonnare le parole base, quelle trovate con Google e le variazioni e creare una lista ancora ancora più ampia.

Divisione per aree e gruppi. Il passo successivo è dividere questa lista in più sottoliste omogenee sulla base delle specifiche aree o prodotti di riferimento, in modo da fare ordine nell’oggetto della nostra promozione. Questi sono utili sia per impostare poi la campagna AdWords sia per ottimizzare le varie pagine interne al sito.

Ti segnalo un altro articolo che fornisce utili e efficaci tool esterni a Google.

Spero di esserti stata utile, stay tuned!

  • Ciao, mi permetto di far notare che già da qualche tempo il Keywords ADWords Tool è stato sostituito con un sistema integrato in ADWords che ne amplifica la potenzialità.
    daniele

    • NybeCommunication

      Ciao Daniele, l’articolo è di qualche mese fa.
      Diremo all’autrice di aggiornarlo 🙂

Shares