Google introduce nuovi strumenti di targeting su Adwords

Fotolia_73732793_Subscription_Monthly_MImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 47 secondi
Pubblicato il 12 novembre 2015

Il segreto per rendere una campagna di Advertising online davvero vincente è quello di rendere il più efficace possibile la scelta del target da colpire. Per fare questo negli anni Google Adwords ha sempre permesso ai suoi inserzionisti di raffinare sempre più le varie opportunità di targeting, offrendo strumenti sempre più precisi e garantendo una miriade di dati su cui impostare le proprie campagne.

In alcuni articoli pubblicati nei mesi scorsi vi parlavamo, ad esempio, degli strumenti retargeting e remarketing che possono garantire nuova linfa alle campagne adwords che avete strutturato. Allo stesso tempo stanno prendendo piede con sempre maggiore consistenza anche degli strumenti cross platform che permettono di intensificare la rete di visualizzazione dei propri annunci ed estenderla anche ai social network.

Nei giorni scorsi Google ha annunciato un nuovo sistema che potenzierà le possibilità di targeting per le proprie campagne Adwords: si tratta di Customer Match, un nuovo strumento che permetterà agli inserzionisti di individuare il target delle proprie campagne offrendo l’opportunità di inserire direttamente una lista delle email di potenziali clienti.

Customer Match, annunciato da Sridhar Ramaswamy lo scorso 28 settembre, offre la possibilità di fare un remarketing agli utenti della lista sui canali search, Youtube e Gmail. In pratica questo nuovo strumento sarà in grado di ottenere informazioni approfondite degli utenti tramite i loro indirizzi email e riproporgli dei prodotti tramite un sistema simile al remarketing in base ai loro reali interessi.

La nuova feature non è ancora disponibile agli inserzionisti, ma lo sarà nelle prossime settimane, così come Similar Audiences, un altro strumento che consentirà di targetizzare i propri annunci in base alle preferenze mostrate dagli utenti.

Come funzionerà nel concreto Customer Match?

Stando alla guida pubblicata da Google la feature sarà piuttosto semplice: ci sono essenzialmente tre requisiti per poterla utilizzare, vediamo ad esempio come impostarne una sulla rete di ricerca.

Schermata 2015-10-02 alle 20.56.14

  1. Il venditore crea una lista di indirizzi email ottenuta dai propri utenti (tramite registrazione o newsletter).
  2. Il venditore crea una campagna sulla rete di ricerca che targetizza utilizzando la lista creata.
  3. I clienti del venditore che sono loggati con lo stesso indirizzo email visualizzeranno gli annunci su rete di ricerca, YouTube o Gmail.

Per impostare la campagna da Adwords dovrete entrare in Pubblico –> Liste di Remarketing –>, selezionare dal menu a tendina “Customers Emails” (che probabilmente sarà email clienti).

A questo punto non vi rimarrà che caricare il file contenente gli indirizzi nei formati compatibili.

Vi verrà chiesto poi di selezionare una durata della lista e a quali campagne abbinarla.

E come la mettiamo con la privacy? Google verifica la provenienza degli indirizzi mail?

In realtà la responsabilità viene delegata interamente all’inserzionista, il quale fra le varie opzioni per la creazione della lista troverà la famosa spunta su “This data was collected and is being shared with Google in compliance with Google’s policies.

Naturalmente sarà coscienza di ogni inserzionista chiarire, nelle proprie informative per la privacy e disclaimer per la raccolta indirizzi email, che questi verranno utilizzati anche per scopo pubblicitario.

Insomma, un nuovo modo per rendere le nostre campagne sempre più targetizzate o per raffinare i nostri esperimenti che, come sappiamo, spesso ci consentono di ottenere davvero il meglio da Adwords.

Nelle prossime settimane avremo quindi modo di testarlo sul campo, nel frattempo non ci rimane che attendere che Google implementi Customer Match in Adwords.

Aspetto le vostre impressioni!

Shares