Font inspiration: Claire Hand

font Claire Hand Light preview
Tempo stimato di lettura: 1 minuto, 57 secondi
Pubblicato il 9 settembre 2013

Dopo una breve pausa eccoci di nuovo con la nostra rubrica dedicata ai font e alle ispirazioni tipografiche.

Ricordi il font Savu, di cui avevamo parlato in questo articolo?
Ecco, il font che vorrei presentarti oggi è piuttosto simile.
Mentre il Savu è un sans-serif dalle linee sottili che richiama vagamente un handwriting, il font di oggi è un handwriting vero e proprio: si tratta del Claire Hand.

Questa foto ci mostra una delle fasi di realizzazione del font:

Realizzazione font Clair Hand

In genere gli handwriting vengono prima schizzati su un foglio e poi vettorializzati, senza “ritoccarli” troppo, per mantenere inalterato l’aspetto leggermente irregolare tipico dei font scritti a mano.

La famiglia Claire Hand è composta da tre font: Regular, Light e Bold.
Ogni singolo font comprende caratteri maiuscoli, numeri e simboli: per un totale di 166 glifi.

Al posto dei caratteri minuscoli, ogni font comprende due set di caratteri maiuscoli leggermente diversi tra loro.

L’intera famiglia è disponibile in download gratuito su dafont.com.

Come utilizzare al meglio questo font?

Il Claire Hand ha un’aria molto ordinata e pulita, ed ha un’ottima leggibilità a medio-grandi dimensioni.
Le sue linee leggermente irregolari e il suo aspetto handwriting gli conferiscono un tono informale, particolarmente adatto a progetti rivolti ad un target giovane.

Tutte queste caratteristiche lo rendono un font molto appetibile per il packaging design. Guardiamo alcuni esempi di packaging rivolti ad un target giovane che utilizzano font simili al Claire Hand:

Banjo_1

Banjo_2

Moly Milk packaging

Milka Strawberry packaging

In questo packaging di latte il font handwriting viene accostato al bianco e al rosa, creando un’associazione insolita.
Nell’immaginario collettivo ad una palette bianca e rosa (accostamento cromatico femminile e romantico per eccellenza) assoceremo un font dalle linee tondeggianti, magari un calligrafico, ma mai un handwriting maiuscolo come il Claire Hand.

Eppure questa associazione è molto efficace, e funziona al punto che ne è nato un vero e proprio stile molto utilizzato anche nel graphic design.
Un ottimo esempio potrebbe essere questa immagine coordinata: biglietto da vista + busta da lettera.

BusinessCard_1

BusinessCard_2

I font di questo genere sono molto utilizzati nell’ambito del graphic design, perché conferiscono un tocco informale ad ogni progetto e al tempo stesso mantengono una buona leggibilità.

Invito

Per finire ti lascio con questa simpatica infografica, che utilizza un font molto simile al Clare Hand mixato con altri caratteri.
L’effetto finale è molto carino e accattivante:

Infografica

Ti piace il Claire Hand?
Utilizzi font di questo tipo nei tuoi progetti grafici?

Download

  • Scusami per l’ignoranza: ma come si fa a vezzorializzare i font handwriting?

    Si scannerizza il foglio con gli schizzi e si importa l’immagine sul computer?

    Comunque molto molto bello il Claire 🙂

    • Giovanna Mastrocola

      Esatto Marco, o si importa il foglio con gli schizzi, e poi si rielabora con un programma di grafica vettoriale.. oppure si lavora direttamente al computer con un programma di grafica vettoriale.
      De gustibus 😉

  • NybeCommunication

    Adoro *-*

Shares