Reset CSS, quale scegliere?

css2
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 30 secondi
Pubblicato il 1 agosto 2012

Per lo sviluppo di un sito web serve una base da cui partire per poi sviluppare tutto il codice in modo da renderlo crossbrowser, per questo molte volte ci si crea da soli un reset delle principali regole css, ma nel caso di progetti complessi si può avere l’esigenza di qualcosa di più complesso e rodato.

Ecco perché oggi parleremo dei fogli di reset css:

Reset CSS di Meyer

Reset CSS di Meyer è tra i più famosi ed utilizzati, nella sua ultima versione ha incluso anche i reset per tutti i nuovi elementi html 5. Uno dei vantaggi è la compattezza del file che non influisce in maniera negativa sul peso complessivo del sito. Per quanto riguarda gli aspetti negativi possiamo di sicuro dire che è un reset un po’ troppo aggressivo e questo porta a dover ridefinire tutte le regole.

link: http://meyerweb.com/eric/tools/css/reset/reset.css

YUI 3: Reset

YUI 3: Reset CSS progetto creato da yahoo come parte integrante del proprio framework su cui poi impostare la creazione dei propri lavori. Oltre ad azzerare gli stili ne imposta uno basilare su cui poi si può lavorare per ampliarlo, è molto interessante se si vuole utilizzare l’ intero framework, altrimenti si possono scegliere alternative più versatili.

link: http://developer.yahoo.com/yui/reset

Normalize

Normalize è un reset css usato anche da famosi framework come Twitter Bootstrap, HTML5 Boilerplate . É molto curato infatti non effettua un reset indiscriminato di tutti i tag, ma interviene solo nelle differenze di stile tra i vari browser e rende lo stile uniforme, è diviso in varie sezioni in base ai tag che va a modificare, questo rende possibile una facile personalizzazione. Di sicuro è uno dei più completi e validi tra i reset disponibili.

link: http://necolas.github.com/normalize.css/

html5 reset

html5 reset questo reset css oltre ad azzerare i parametri, ha alcuni stili impostati di base e la predisposizione per creare gli stile per la stampa e le media queries. Oltre alla versione generica c’è una versione appositamente sviluppata come tema base per wordpress da cui si può iniziare un agevole sviluppo del template.

link: http://html5reset.org

html5doctor.com Reset Stylesheet

html5doctor.com Reset Stylesheet basato sul foglio di stile di Meyer. L’autore Richard Clark apporta delle modifiche eliminando dal foglio gli stili per gli elementi deprecati in html5 e altri piccoli ritocchi per renderlo meno aggressivo nei reset.

Link: http://html5doctor.com/html-5-reset-stylesheet/

Eccoci arrivati alla fine di questa comparativa tra i reset css, di sicuro possiamo dire che sono molto utili per rendere più agevole lo sviluppo dei siti, senza creare problemi nella visualizzazione tra i vari browser che di default hanno fogli di stile base diversi, ma va scelto quello più adatto in base alla grandezza del progetto che si sta sviluppando, al tipo di framework che si sta utilizzando e alle proprie esigenze o abitudini.

Tu sei favorevole all’uso dei reset css? Usi uno tra quelli descritti o preferisci farne uno su misura in base al progetto?

 

  • Normalize secondo me è il migliore. Prima utilizzavo quello di Eric Meyer ma ormai è diventato un pò obsoleto e pure un pochino invasivo: resetta tutto indistintamente e poi tocca ripristinare praticamente tutto….

    • sono pienamente d’ accordo, Normalize è stata anche la mia scelta per lo sviluppo

  • Io usavo/uso quello di Meyer come base ma lo modifico, ultimamente integrando parti di html5reset e togliendo forzature inutili. Proverò normalize per sfizio 🙂

  • Concordo sul Normalize 🙂 Inizlalmente usavo il reset di Meyer, molto aggressivo nell’azzerare le proprietà. Normalize è sicuramente più delicato, conserva molti stili predefiniti del browser che possono tornare utili.
    Vi linko la traduzione dell’articolo di Nicolas Gallagher, l’ideatore del normalize, nel caso vogliate approfondire su questo tipo di reset 😉

    http://www.laboratoriocss.it/about-normalize-css.html

  • RiccardoPinardi

    sempre usato Meyer modificato in base alle esigenze, però mi sa che passerò al normalize. Articolo molto interessante!

    • Leano Benefico

      Grazie Riccardo 🙂

  • Resettate solo margin e padding, il resto è inutile nel 99% dei casi! 😀

Shares