Facebook Click-to-Message: un Nuovo Modo per farsi Contattare

Fotolia_41030784_Subscription_Monthly_MImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 28 secondi
Pubblicato il 26 febbraio 2014

Quest’oggi cercherò di raggiungere due obiettivi: scrivere un articolo breve (spero di farcela) e fornirvi un piccolo suggerimento, corredato da una case history, per migliorare l’engagement della vostra pagina Facebook.

Si tratta di un piccolo accorgimento utile per utilizzare il social network in maniera diretta ed efficace con i vostri utenti ed è frutto di un esperimento di poche settimane fa che ha portato un esito piuttosto positivo (ed inaspettato).

La case history! (… ci vorrebbe un jingle)

Il Cliente è uno studio di consulenza aziendale per il quale abbiamo realizzato una newsletter informativa sugli ultimi aggiornamenti pubblicati sul portale aziendale. La difficoltà di questo tipo di informazioni, in questo particolare ambito, è che la comprensione delle stesse è spesso molto bassa e necessita della presenza di un “consulente” o “mediatore” per sopperire alla comprensione “immediata” dei contenuti (si tratta di testi semplificati da norme ministeriali e “burocratese”).

Sebbene fossimo in presenza di destinatari interessati ai contenuti, temevamo che il poco tempo a disposizione per approfondire gli argomenti potesse portare a poche o nulle “conversioni” (contatti, email, richieste di chiarimenti, consulenze, …).

Dopo aver creato la newsletter applicando tutti i suggerimenti di web design di WebHouseIT (piccola promo…!) abbiamo avuto l’idea di includere un classico link che rimandasse alla pagina Facebook dell’azienda dove trovare ulteriori informazioni…ed  ecco l’idea!

All’interno di ogni blocco-notizia abbiamo inserito una call to action “Vuoi ricevere informazioni al volo? Contatta un consulente su Facebook” e abbiamo linkato il tutto alla pagina “Messaggi” di Facebook, in questo modo:

https://www.facebook.com/messages/ + Nome Fan Page o Profilo Personale

Per fare un esempio, provate ad aprire questo link:

https://www.facebook.com/messages/WebhouseIT

Verrete reindirizzati alla pagina della vostra casella messaggi di Facebook e potrete digitare il vostro messaggio indirizzato automaticamente alla fan page selezionata. In questa maniera avrete alcuni vantaggi:

  • l’utente si troverà a potervi contattare in maniera immediata senza dover comporre un messaggio email o compilare un modulo. Di fatto si elimina il concetto di “landing page”.
  • Di solito le newsletter vengono collegate a pagine di atterraggio dove all’utente è richiesto un ulteriore sforzo cognitivo per comprenderne la struttura: in questo caso l’utente si ritrova in un ambiente “noto” (Facebook).
  • Non dovrete preoccuparvi di richiedere molteplici informazioni all’utente. Dovreste essere in grado in pochi minuti di risalire al nominativo, luogo e altre informazioni per profilarlo o ricontattarlo.

Certo esistono anche dei “contro”:

  • L’utente potrebbe non disporre di un account Facebook e quindi, al click della vostra call to action, essere collegato alla pagina di iscrizione.
  • L’utente potrebbe non essere loggato e quindi trovarsi nell’impossibilità di vedere subito la pagina Messaggi.

Alcuni utilizzi creativi

Se lo desiderate potete creare un link da inserire nel vostro sito web inserendo il vostro nome utente Facebook, al fine da essere contattati direttamente. Collegatevi alla home del vostro profilo e prelevate il vostro nome utente.

FacebookAddressBar

Otterrete il vostro nome utente da inserire alla fine del link indicato in precedenza, in questa maniera:

https://www.facebook.com/messages/EmanuelePisapia

Ora potrete fare un link a questa pagina dalla vostra home page o newsletter (o landing page) per essere contattati direttamente dai vostri visitatori. In tale scenario però suggerisco di fare attenzione, in quanto i messaggi provenienti da utenti sconosciuti spesso vengono posizionati automaticamente nella cartella “Altro”: https://www.facebook.com/messages/other – Controllate la cartella “Altro” spesso (mi sono appena reso conto di avere 10 messaggi davvero interessanti all’interno!) .

Quindi riepiloghiamo…

Facebook Messages

Così come avviene per il classico “invia una email” potete aggiungere un tasto “Contattami su Facebook” dove inserire un normale link verso la pagina https://www.facebook.com/messages/ + Nome Fan Page o Profilo Personale. Nel nostro esperimento la newsletter è stata inviata a oltre 1500 utenti e abbiamo ricevuto circa 150 contatti sulla fan page dove è stato possibile gestire in modalità “one-to-one” le richieste di informazioni, i vari “prova prova” e anche qualche interessante prospect.

Spero che questa guida possa essere d’aiuto per migliorare le interazioni con i vostri utenti offrendo loro, direttamente dal vostro sito, un nuovo canale diretto ed immediato per entrare in contatto con voi.

Happy Facebook Messagin’! e… attendo i vostri commenti!

  • tina_fasulo

    Ciao Emanuele, mi hai dato un ottimo spunto per incrementare il traffico sulla pagina Facebook di un’azienda di cui mi occupo, in modo da poter gestire in modo più diretto le richieste dei fan! Grazie! 🙂

    • EmanuelePisapia

      Ciao tina_fasulo … grazie del feedback: è il mio lavoro! Fammi sapere come è andata e…prego 🙂

  • Laura Lonighi

    Beh ma che figata! Non avevo mai pensato all’utilizzo “creativo” dei messaggi delle Pagine Facebook! Assolutamente da provare, complimenti Emanuele! 🙂

    • EmanuelePisapia

      Ciao Laura, grazie mille! Immagino un nuovo tipo di Call-to-Action da mettere vicino al classico LIKE di Facebook ad esempio oppure arricchire le modalità di interazione degli utenti in Landing Pages e Newsletter. Fammi sapere quando le utilizzerai e che effetto porteranno 🙂

  • Luisa Antonelli

    I tuoi suggerimenti sono davvero preziosi….e soprattutto applicabili in ogni settore!!! Complimenti!!!

    • EmanuelePisapia

      Ehehe…grazie mille Luisa! Ogni settore ha esigenze di marketing e comunicazione che è il settore di cui mi occupo…i miei articoli cercano sempre di essere “omni-comprensivi” ma non esiste una ricetta perfetta e pronta all’uso, bisogna sempre pensare al “contesto”. Fammi sapere se lo utilizzerai per la tua attività!

Shares