Facebook Canvas: video esempi

Facebook Canvas - video esempi
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 30 secondi
Pubblicato il 10 giugno 2016
in: - 4 commenti

Ormai tutti lo conosciamo, ma facciamo un salto indietro: cos’è Facebook Canvas?

Facebook lo definisce come un’esperienza coinvolgente utile alle aziende per veicolare un messaggio raccontando una vera e propria storia, creando una pagina interattiva e personalizzabile senza aver bisogno di conoscere nemmeno le basi della programmazione.

È navigabile solo da mobile.

Un Facebook Canvas si può costruire facilmente utilizzando una combinazione di video, immagini e pulsanti di chiamata all’azione a nostro piacimento. Nei Canvas gli utenti possono scorrere la pagina facilmente, vedere un carosello di immagini, inclinare lo schermo per visualizzare delle immagini panoramiche, zoommare per vedere dei piccoli dettagli e cliccare sui vari pulsanti per raggiungere il sito o la piattaforma di destinazione scelta da voi durante la fase di creazione.

In questo periodo ho raccolto vari esempi di Canvas che molti brand hanno creato, sperimentando tutte le sue funzionalità e raccontando delle storie (per la maggior parte dei casi) veramente belle.

Che siano stati creati per presentare la nuova collezione primavera/estate di un brand di moda, per presentare un’iniziativa/concorso o semplicemente per raccontare una storia legata ad un prodotto di un qualsiasi brand, Facebook Canvas si è rivelato lo strumento ideale.

Ho avuto modo di provarlo, il risultato è stato veramente soddisfacente in termini di realizzazione personale di noi smanettoni del web che non vediamo l’ora di provare il nuovo gioco. Ma in termini di risultati concreti e misurabili, quanto lo strumento Canvas è stato efficace ai fini di una campagna pubblicitaria? Onestamente non ho notato da parte degli utenti tutto questo “coinvolgimento”, giro a voi la domanda e sono curiosa di scoprire le vostre impressioni e risultati se vi andrà di condividerli 🙂

Intanto ho preparato una serie di mini video in cui navigo nei vari Canvas realizzati da brand noti che mi sono particolarmente piaciuti e vorrei condividerli con voi. In alcuni potrebbero esserci dei video con l’audio (non ho scelto io quelle splendide, in alcuni casi in altri meno, canzoni di sottofondo).

Dedicato a tutti quelli che, come me, si lasciano entusiasmare più da un nuovo formato pubblicitario che dall’arrivo dell’estate!

Facebook Canvas – Calzedonia: presenta i nuovi trend per la stagione estiva e la nuova collezione. Davvero ben fatto, tra immagini create ad hoc per dare uno stile più personale, video e link alla collezione.

Facebook Canvas – Magnum: qui la protagonista è la testimonial della campagna, tra l’altro hanno lanciato anche un filtro personalizzato su Snapchat in questa occasione, molto bello!

Facebook Canvas – Desigual: riprende perfettamente lo stile della marca, allegra, dinamica e divertente!

Facebook Canvas – Alitalia: veramente ben fatto, la canzone è semplicemente fantastica e il video con la spiegazione di come sono state realizzate le divise è una vera chicca!

Avete voglia di provare questo strumento? Vi suggerisco di dare prima un’occhiata all’articolo di Alessandro Frangioni che vi spiega come utilizzare perfettamente questo nuovo strumento.

  • aledesign.it

    Ciao Laura, Grazie dei link e del tuo post. Avevo notato la settimana scorsa il canvas di Ikea molto carino tra l’altro.. come dici te, è un minisito all’interno di Facebook. Ovviamente non per tutti i tipi di brand. Vedo quelli della moda e ristorazione e dei viaggi più adatti a questo meccanismo.

    • Laura De Vincenzo

      Ciao, grazie mille a te! Si anche io l’ho visto quello di Ikea, molto carino. Non sono totalmente d’accordo con te sul settore più adatto all’uso dello strumento, alla fine serve a raccontare una storia o a divulgare un’iniziativa particolare, quindi se usato bene più essere utile a tutti (non so se hai visto quello in cui Kinder presenta “lo strano caso del collezionista verde” un gioco, troppo carino). La cosa che non mi convince sono i risultati, tu hai notato un coinvolgimento maggiore da parte degli utenti con questo formato?

      • aledesign.it

        Ciao Laura, beh felice di essere smentito. Certo che in base al brand che vai a pubblicizzare hai le difficoltà del settore. Per questo la rete ci può dare delle conferme/smentite in poco tempo. Bisogna saper leggere bene la situazione, fare bene il proprio lavoro di marketing/storytelling. 😉
        Al momento però vedo che non tutte le fanpage hanno questa funzione.. non saprei dirti sul ritorno in merito. Certo, come esperienza è affascinante per l’UX.

        • Laura De Vincenzo

          Si infatti, poi ogni caso è un caso a sé, quindi andrebbe sempre studiata la soluzione migliore. L’esperienza è davvero affascinante. Va bene dai, quando lo provi fammi sapere 🙂 Bacii

Shares