Facebook Ads A/B Testing: i 6 elementi chiave

cover
Tempo stimato di lettura: 4 minuti, 0 secondi
Pubblicato il 23 febbraio 2016

Prima di tutto definiamo cos’è un A/B Test.

Si tratta di un metodo di lavoro (test applicato) che ti permette di comprendere quale elemento della creatività e opzione di target sta portando maggiori risultati al minor costo per conversione.

Semplicemente si comparano due versioni della tua inserzione per comprendere quale funziona meglio in base agli obiettivi prefissati, ottimizzando il budget e la campagna in relazione alla performance dei vari elementi che la compongono.

A seguire trovi i 6 elementi chiave da testare e alcuni consigli pratici, in modo da iniziare sin da subito a valorizzare le tue campagne.

intro

#1 Titolo

Un elemento fondamentale da mettere alla prova è l’headline della tua inserzione.

titolo

Il titolo ha molteplici funzioni: cattura l’attenzione, introduce il copy e invoglia alla lettura, disambigua il visual e comunica la tua distintiva value proposition.

Alcuni consigli per scrivere titoli efficaci per le tue ads: stimola la curiosità formulando domande, riporta gli sconti in percentuale, enfatizza il senso di urgenza (scarsità o tempo limitato per usufruire della risorsa), definisci il tuo target (“appassionato di…?”), utilizza Google Display Planner e SEMrush per identificare parole e aggettivi rilevanti per l’audience di riferimento, descrivi chiaramente l’azione che gli utenti sono chiamati a compiere, utilizza le parole dei consumatori (“ho risparmiato fino al 20%”) come riprova sociale.

Suggerimento: sfrutta la funzione “duplica” per velocizzare e rendere più agevole il tuo lavoro.

duplica

#2 Target

Analizza l’attività dei competitor e sfrutta tool come Audience Insights, Audience Overlap e Google Trend, per meglio segmentare il tuo pubblico di riferimento e comprendere bisogni e desideri. Inoltre, puoi svolgere un pre-test, sfruttando i tuoi post in timeline, utilizzando Audience Optimization per un’analisi più dettagliata degli interessi del tuo pubblico.

target

Suggerimento: nei tuoi A/B Test, prova un elemento alla volta per capire cosa influisce sulla performance e avere risultati facili da interpretare. Una volta che hai un ingrediente vincente, passa a provare quello successivo. Inoltre, imposta una corretta nomenclatura e categorizzazione per rendere più agevole l’attività di analisi.

#3 Visual

La scelta delle immagini è fondamentale per il successo delle tue inserzioni.  Alcuni consigli: gioca con i contrasti cromatici per catturare l’attenzione, tieni a mente che le inserzioni con foto di persone tendono a performare meglio, mantieni un’armonia narrativa con il copy e il titolo, focalizza il prodotto, inserisci una call to action o un messaggio chiave.

visual

Suggerimento: segmenta le immagini, così come gli altri elementi creativi, in base ai bisogni della target audience di riferimento.  Ricorda di mantenere una coerenza visuale (colori, immagini e icone) tra l’inserzione e la pagina di atterraggio. Un ulteriore consiglio: è buona pratica utilizzare o riadattare i visual che hanno riscontrato maggior successo tra i tuoi post in timeline.

#4 Copy

Espandi e spiega ciò che hai presentato tramite il titolo e il visual. Tutte le volte che scrivi un ad copy fatti le seguenti domande:

  • è rilevante per l’audience di riferimento?
  • quali azioni voglio che gli utenti compiano?
  • di cosa parla nel dettaglio questa inserzione?

Per risultare efficace, devi ridurre l’ambiguità semantica, mostrare chiaramente il vantaggio, chiamare all’azione (evitando ridondanze con le precedenti attivazioni), mantenere il copy corto e di facile lettura.

copy

Suggerimento: tieni le tue inserzioni aggiornate, cambiando o modificando le creatività. Il Relevance Score di Facebook è dinamico e va a influire su costi e performance. Utilizza il punteggio di pertinenza e la frequenza di visualizzazione come indicatori.

#5 Posizionamento

L’advertising è un mondo di test dove sono gli utenti a decidere, quindi non dare niente per scontato e metti alla prova il posizionamento delle tue inserzioni. Approfitta dei grafici, all’interno del tuo pannello di gestione inserzioni, per avere una visione chiara e immediata dei risultati. Inoltre, puoi segmentare la performance in base alla reach, le impression, la spesa, i risultati e avere un dettaglio sui dispositivi mobili.

posizionamento

Suggerimento: imposta lo stesso budget e periodo di pubblicazione per ogni ad set, avrai dati accurati e statisticamente rilevanti per valutare gli elementi sotto test.

#6 Bidding

Una volta affinati gli elementi precedenti, decidi se ottimizzare le tue inserzioni in base a clic, impression, copertura giornaliera (l’annuncio viene mostrato a ogni singolo utente soltanto una volta al giorno) o azioni e conversioni.

bidding

Suggerimento: non dimenticare che il Relevance Score è calcolato in base all’obiettivo e alle azioni attese da parte degli utenti. Quindi ottimizzazioni diverse di bid, porteranno a raggiungere utenti diversi con differenti risultati e costi per conversione.

Ricorda che le creatività e opzioni di target vanno sempre contestualizzate al mercato di riferimento e alla strategia dei competitor, per meglio posizionare la tua offerta. Inoltre puoi ulteriormente affinare i tuoi A/B Test, mettendo alla prova la descrizione del titolo e le opzioni di programmazione.

Ora è il tuo turno, parti con il tuo primo A/B Test o scrivi un commento per raccontare i tuoi risultati e best practices.

Shares