E-commerce: quale CMS uso?

magento
Tempo stimato di lettura: 13 minuti, 32 secondi
Pubblicato il 20 gennaio 2012

L’idea di scrivere un articolo sui CMS di e-commerce è nata dalla mia esigenza di trovare il CMS più adatto per la realizzazione di un sito di commercio on-line, commissionatomi da un cliente.

Le caratteristiche che ricercavo per un’efficace realizzazione del sito erano: una struttura del codice ben organizzata, la facilità d’installazione, la possibilità di integrare facilmente template personalizzati e gestire facilmente i plug-in ed un buon supporto da parte della community.

Per ciò che riguarda la fruizione del sito vero e proprio, ho tenuto conto di vari parametri tra cui  la gestione prodotti (varianti, scontistiche, ecc), la gestione spedizioni (possibilità di configurare le spese di spedizioni a seconda della destinazione, del peso, del prezzo, ecc), la gestione di più valute e l’eventuale possibilità della creazione di uno store multilingua.

Inizialmente elencherò le opzioni che mi si sono presentate:

  • Joomla con il plug-in Virtuemart
  • WordPress con con  i plug-in: WP e-Commerce, jigoshop e WooCommerce 1.1
  • Os-commerce
  • Open-cart
  • Magento
  • Prestashop

Joomla con il plug-in Virtuemart

Link: http://virtuemart.net/

Il primo CMS che analizzerò è Joomla con il plug-in Virtuemart.

Le versioni testate sono joomla 1.5 e virtuemart 1.1. L’installazione procede senza particolari intoppi nel caso in cui si tratti di un’installazione da 0, se invece si vuole integrare il plug-in in un sito joomla pre-esistente potrebbero sorgere problemi di compatibilità.

Nel complesso è un po’ macchinosa, perché  prima va installato il componente base e di seguito i vari moduli  che compongono il vero negozio di e-commerce, cioè la vetrina per l’home page, il modulo ricerca prodotti, l’albero categorie per marchi o tipi di prodotti e il pacchetto lingua per tradurre in italiano tutti i moduli (il contenuto della cartella “languages” va caricata all’interno di /administrator/components/com_virtuemart). Terminata la parte che riguarda l’installazione, passiamo al pannello amministrativo di virtuemart per analizzare le varie funzioni disponibili.

Accedendo al pannello di controllo la prima voce che incontriamo è l’amministrazione, che consente una configurazione dei paramatri generali come la scelta del tipo di connessione sicura, il modo in cui autenticare i nuovi utenti che si iscrivono al sito, le modalità di spedizione della merce, la lista degli utenti registrati, la lista dei campi da visualizzare nel form di registrazione utente e infine una lista delle nazioni e delle valute. La successiva voce del menù  è negozio, qui vanno inseriti tutti i dati che riguardano lo shop come il nome, l’indirizzo, il logo e una breve descrizione. Come voci del sotto menù abbiamo tipi di pagamento, lista di moduli spedizione e una lista di carte di credito (oltre a quelli preimpostati è possibile crearne di propri attraverso la funzione nuova voce).

Eccoci arrivati al menù prodotti, composto da lista prodotti, aggiungi prodotti, sconti. Nel pannello dove inserire i prodotti ci sono le voci essenziali: nome, descrizione, iva e sconti da applicare e un’opzione per impostare le quantità minime e massime  di acquisto, nel caso in cui se ne presentasse la necessità. Le categorie  clienti e venditori sono una semplice lista con i dati degli interessati. Passiamo adesso agli ordini e spedizioni da dove si gestisce lo stato del ordine con le varie opzioni in “attesa di”, “in lavorazione”, “confermato”, “rifiutato” e “spedito”, poi abbiamo la lista per le aliquote IVA. Nelle spedizioni abbiamo la possibilità di inserire i corrieri e le tariffe applicate (di default sono inserite ups e dhl). Abbiamo anche la possibilità di creare coupon con sconti fissi o a percentuale e infine una lista dei produttori.

Passiamo ad analizzare il sito vero e proprio, premettendo che prima di visualizzare  virtuemart tutti i moduli vanno attivati e posizionati tramite l’amministrazione. Il sito è abbastanza fruibile, anche se a mio parere c’è la poca flessibilità delle opzioni a disposizione per gestirlo. Per ciò che riguarda la community italiana c’è http://www.vmitalia.net , nel quale si trovano guide sull’installazione, l’aggiornamento della piattaforma e un forum dove poter avere consigli e suggerimenti.

WordPress Wp E-commerce / Jigoshop / WooCommerce

Links: WP E-commerce / Jigoshop/ WooCommerce


Adesso passiamo a wordpress e ai plug-in per e-commerce, tra i tanti disponibili ne ho scelti tre tra i più diffusi: WP e-Commerce, Jigoshop e WooCommerce 1.1. Partirò descrivendo le caratteristiche che li accomunano.

L’installazione è molto semplice. Accedendo alle funzionalità del pannello amministrativo, raggiungibile da impostazione/negozio, ci si imbatte subito nella scelta della nazione della sede e dei mercati a cui ci si vuole rivolgere per la vendita. Arrivati al tab presentazione ci sono tutte le possibili scelte di come presentare il prodotto all interno del negozio (cioè se rendere visibili le quantità disponibili, le valutazioni  dei clienti  sul prodotto).

Nel tab amministrazione si trovano tutte le impostazione delle e-mail da inviare, come ad esempio le ricevute d’acquisto e i messaggi e-mail tracciamento, che consento di controllare il progresso della spedizione. Troviamo anche i tab tasse che contengono i parametri per impostare la tassazione sui prodotti e i tab spedizione che elencano i corrieri disponibili corrieri. Per ciò che riguarda i pagamenti sono preimpostati paypal e google checkout. L’ultima voce import  serve per importare i prodotti tramite file csv.

Per l’inserimento prodotti c’è una sezione a parte che comprende anche le voci categorie e coupon. L’inserimento della merce è molto semplice: c’è il nome prodotto la categoria a cui appartiene, la descrizione e l’immagine, la possibilità di impostare il prezzo generico o per un singolo Paese, la possibilità includere sconti generici o per quantità. I coupon si possono fare sia in percentuale sia con una somma fissa o offrire le spedizioni gratuite; si può scegliere il periodo di validità e  se la sua validità riguarda tutti i prodotti o soltanto  una categoria. Per ciò che riguarda il frontend, a parte il fatto che va trasformato il layout predisposto per una struttura blog, non risulta molto accattivante e dà poche opzioni al cliente che vuole effettuare ricerche all’interno del sito.

Passando alla gestione le funzioni principali ci sono tutte, ma non sono molto configurabili (consigliato solo nel caso in cui serva un e-commerce che genera poco traffico e non ha grandi prospettive d’espansione). WP e-Commerce come jigoshop nella versione base sono totalmente free poi ci sono varie opzioni a pagamento ma, visto anche il costo non  indifferente per i vari upgrade, se si vuole qualcosa di più si ci può rivolgere a dei CMS di e-commerce nativi che hanno già tutto quello che serve e ben  integrato. Woocommerce tra tutti forse è il più completo a livello tecnico, ma tra i suoi difetti il fatto di non essere tradotto in italiano e di avere un supporto di buon livello solo in lingua inglese.

OScommerce

Link: http://www.oscommerce.com/

Oscommerce è un CMS di e-commerce nativo ed è stato anche il primo che ho testato per la realizzazione del sito. Sul sito si possono scaricare due versioni OsCommerce Online Merchant v2.3.1 e OsCommerce Online Merchant v3.0.2.

La prima è la versione più stabile e oltre alle funzioni basilari per inserimento di categorie e prodotti, ha un supporto per la creazione di siti multilingua e gestisce anche piu valute contemporaneamente. Si possono impostare le spese di spedizione in base alla distanza e/o al peso del prodotto, configurare più corrieri e impostare coupon da offrire ai clienti più affezionati con validità relativa a determinate categorie di prodotti o un determinato periodo di tempo.

Ha poi una quantità di add-on incredibile che può coprire ogni esigenza (dal supporto live via chat da integrare nel sito a vari plug-in per creare slide di prodotti in base ai parametri che si preferiscono fino a configuratori per preventivi di pc assemblati) ma ci si imbatte in problemi dovuti a una progettazione vecchio stile, infatti non vi è una separazione netta tra dati, struttura e contenuti, il che rende difficile mettere mano al codice anche solo per fare modifiche al template, permettendo di personalizzarlo. Anche i plug-in sono macchinosi nell’installazione, infatti non c’è nessuna voce nel pannello amministrazione che dia la possibilità d’installarli ma vanno caricati manualmente nella cartella plug-in del sito e poi va modificato il file configurazione manualmente per renderlo disponibile nel sistema.

La community di supporto è molto attiva sia quella italiana, sia quella ufficiale in inglese. Della nuova versione, cioè la tre, ci sono migliorie come l’adozione di un approccio M.V.C. (Model-View-Controller) per lo sviluppo del progetto, che ha finalmente risolto i problemi del precedente dando più coerenza alla gestione del sito e una facilità maggiore nell’apportare modifiche al CMS, avendo un sezione dell’amministrazione dedicata all’installazione di template e plug-in, ma nonostante i considerevoli pregi rispetto al suo precedessore soffre di pecche di gioventù: infatti oltre a qualche piccolo bug non ha ancora molti plug-in disponibili, perché i cambiamenti strutturali hanno reso inutilizzabili le grande quantità di plug-in messi a disposizione dalla comunità.

Concludendo, eviterei la versione due, anche se molto completa a livello di funzioni e con un buon supporto, visto l’arretratezza del progetto. La tre, anche se promettente, non mi pare ancora adatta a un ambiente di produzione, vista la poca maturità del progetto.

Magento

Link: http://www.magentocommerce.com

Per ciò che riguarda Magento ne esistono due versioni: la Community Edition (gratuita) e la Enterprise Edition (a pagamento con alcune funzioni aggiuntive e l’assistenza ufficiale).

L’installazione è molto facile. L’unico punto a suo sfavore sono  i requisiti minimi un po’ elevati dovuti all’uso dello zend framework nella creazione di questo CMS  che  sfrutta la progettazione tramite il pattern M.V.C. Per questo bisogna controllare con attenzione che l’hosting da noi scelto ne supporti l’installazione, bisogna poi scaricare la traduzione italiana che va installata dall’apposito menù amministrazione.

Parliamo del  pannello amministrazione che è davvero completo (per un novizio nel campo dell’e-commerce può risultare anche un po’ troppo dispersivo). Ecco una panoramica di tutte le opzioni: la voce vendite che comprende ordini, spedizione, fatture, termini e condizioni di vendita e tasse. La successiva voce di menu è catalogo, da cui si può gestire l’inserimento categorie prodotti, tag, e attivare i commenti e le votazione dei prodotti da parte dell’utente. Infine le ultime due voci, una riguardante tutte le statistiche del sito sulle vendite, i clienti, la classificazione delle recensioni e i dei tag più usati nella ricerca della merce, l’altra riguardante la gestione account che comprende l’opzione per il backup del negozio, ma anche la creazione di più di un sito di e-commerce gestibile sempre dalla stessa installazione.

Si può personalizzare il proprio e-commerce tramite un grande quantità di plug-in e template (sia gratuiti che a pagamento) ed è possibile modificare il template o crearne uno da zero seguendo la guida per la creazione di template in maniera abbastanza semplice. Entrambe sono delle ottime soluzioni ma le consiglierei solo per e-commerce di una certa dimensione, visto che la quantità di opzioni disponibili potrebbe risultare eccessiva per un comune e-commerce (sopratutto per la versione enterprise considerato anche il costo non indifferente del suo canone annuale). Per quanto riguarda la community quella ufficiale in inglese è ottima, purtroppo in italiano non ci sono molte risorse.

Open-cart

Link: http://www.opencart.com/

Open-cart CMS molto leggero, ben strutturato con un pattern M.V.C. con un front-end molto carino già con il template di default e un back-end con un menù molto chiaro nel mostrare tutte le funzioni a disposizione.

Appena si accede si ha un pannello con un resoconto di tutti i clienti del sito, gli ordini effettuati, quelli in sospeso e quelli in spedizione (alla voce report si trovano tutti le statistiche approfondite). Passando al catalogo, abbiamo le solite voci per inserire categorie, prodotti (qui si possono impostare una molteplicità di parametri come ordinazione di una quantità minima, applicazione di sconti per una particolare categoria di clienti e la possibilità di segnalare via e-mail all’amministratore l’esaurimento di un prodotto) e infine le recensioni sui prodotti.

Alla voce pagine informative ci sono le text area, dove inserire termini e condizioni d’uso, chi siamo, le informazioni sui metodi di spedizione e l’informativa sulla privacy. Sotto la voce estensioni si trovano i moduli per il front-end come banner, categorie, offerte speciali. Nelle spedizioni si possono attivare e personalizzare vari moduli: spedizione tramite corriere spedizione gratuita costo fisso o in base al peso della merce ecc.

Tra i pagamenti sono disponibili bonifico bancario, la carta di credito, la paypal e il contrassegno. Nella sezione vendite troviamo le sotto-categorie: ordini, restituzioni,  clienti, sconti e i “voucher regalo” che possono essere compilati per dare la possibilità ai clienti di acquistare un buono da regalare. Nella sezione newsletter, alla voce sistema si possono configurare tutte le opzioni del sito di e-commerce dal nome dello store, al logo, alle dimensioni predefinite per le varie immagini dei prodotti ai pesi e misure per la merce. Anche qui è possibile creare più negozi dalla stessa installazione e impostare il sito in versione multilingua, avere a disposizione più valute in base all’area di vendita. C’è inoltre una sezione per una facile installazione dei plug-in e dei template. La comunity italiana, anche se non molto ampia, è comunque valida.

Prestashop

Link: http://www.prestashop.com/

Ed eccoci all’utimo e-commerce della lista Prestashop, che poi è stata anche la piattaforma scelta per la realizzazione del sito del mio cliente. È progettato seguendo  il metodo del pattern M.V.C.. Questo rende più comode le modifiche, visto la netta separazione tra contenuto, struttura e metodi.

Il pannello amministrazione appena aperto mostra il resoconto di tutte le statistiche sulla merce e i clienti. La prima voce riguarda il catalogo che contiene le categorie: prodotti, produttori, fornitori e caratteristiche (utile per inserire misure, pesi, taglie e colori che serviranno come opzioni per i prodotti) e infine uno storico dei movimenti di magazzino. Poi c’è la voce clienti con la lista di tutti gli acquirenti del sito, il tab ordini con fatture, note di consegna, resi merci, note di credito e messaggi cliente (tutti stampabili in pdf per inviarli al cliente) e lo status dove si possono impostare i vari stati dell’ordine e dei pagamenti.

Nei pagamenti c’è la possibilità di scegliere quali e quante valute accettare e ci sono anche i regimi fiscali differenziati in base alle leggi dei vari stati. La voce Voucher si può impostare come codice che il cliente digita durante il check out oppure come voce visualizzata accanto al prodotto o ai prodotti su cui effettuare lo sconto. Nelle spedizioni, oltre ai corrieri disponibili, si possono impostare le aree  in cui lo store vende la merce e organizzare le spese si spedizione in base a fasce di prezzo o peso. Nella sezione statistiche si trovano i resoconti di tutti i parametri del sito. Alcune voci sono: visite e visitatori, le vendite e gli ordini, migliori clienti, parole chiave dei motori di ricerca, i migliori prodotti, miglior buoni, migliori categorie,  migliori fornitori, statistiche magazzino. Nei moduli si possono attivare, disattivare, installare e disinstallare tutti i moduli a disposizione del CMS, scegliere la posizione e installare i temi.

Nella sezione impiegati si possono impostare tutte le persone che hanno accesso al pannello amministrazione e si possono impostare vari livelli di permessi in base al ruolo assegnato. Nelle preferenze ci sono tutti i parametri di gestione del sito come i dati di accesso al database, se usare le connessione ssl, l’URL semplificato, l’indirizzo e-mail a cui inviare la posta ricevuta tramite il form contatti del sito. Infine il pannello strumenti nel quale la voce lingua permette di scegliere quante e quali lingue rendere disponibili per il sito ed eventualmente caricarne di nuove, la voce traduzione che serve per integrare parti della traduzione nel caso di traduzioni incomplete. Sempre all’interno del pannello strumenti c’è la possibilità di creare i testi per le pagine: nota legale, termini e condizioni d’uso,  chi siamo,  pagamento sicuro (queste sono le predefinite ma se ne possono creare di proprie). Prestashop ha alle spalle una community molto ampia anche in italiano e  oltre ai forum di supporto ufficiali ne ha tanti altri amatoriali di buon livello, inoltre ha tantissimi siti in cui trovare template e plug-in sia gratis che a pagamento.

Dopo questa breve carrellata sui principali e-commerce, tengo a precisare che oltre alla scelta del CMS più adatto alla proprie esigenze non va sottovalutato un piano hosting di un certo livello che supporti tutte le estensione php necessarie a far girare il CMS prescelto, lo spazio web disponibile e il traffico mensile consentito, visto che un sito di e-commerce presuppone un traffico dati non indifferente e un piano hosting economico potrebbe vanificare anche il migliore dei CMS.

  • da conservare questo articolo. hai provato anche Cart66 per WordPress?

  • no Cart66 non l’ho provato perchè non lo conoscevo, altrimenti l’ avrei inserito nella comparativa

  • Ivan

    Un’ottimo articolo chiarificatore. Complimenti.

    • Grazie Ivan è un piacere che ti sia stato utile

  • Ottimo contributo Leano: direi che Webhouse sta crescendo bene 🙂

  • Grazie Salvatore, sono contento che ti sia piaciuto 🙂

  • Bella carrellata però manca il CMS TYPO3 🙂

    • Peccato non lo conscevo l’avrei incluso volentieri nella comparativa lo provero di sicuro

    • behemoth

      typo3 non è un CMS e-commerce ma un CMS professionale con cui si può fare di tutto ed estremamente ostico. Direi che in questa lista, peraltro decisamente ben fatta, non c’entra nulla.

  • Ciao,
    ottimo ed utile articolo.
    In quanto ad ecommerce veri e propri credo che attualmente i due CMS più quotati e performanti siano Magento e PrestaShop, giusto?
    E mi pare che alla fine hai preferito PrestaShop. Due domande in particolare su quest’ultimo:
    – il template è abbastanza semplice da modificare?
    – l’ecommerce andrà poi dato in mano al cliente: l’interfaccia e la gestione interna sono a tuo parere ababstanza intuitivi anche per persone meno esperte?
    Grazie infinite di aver condiviso la tua esperienza e le tue ore di lavoro. Te en sono particolarmente grato perchè stavo cercando proprio una rticolo del genere 🙂
    Ciao e buon lavoro!

    • Ciao si esatto sia riguardo ai CMS più diffusi e al fatto che la mia scelta finale sia ricaduta su prestashop. Per ciò che riguarda il template all’inizio può spaesare perchè si creano usando smarty (http://www.smarty.net/) un template engine scritto in php che ha un suo linguaggio specifico ma quando avrai preso confidenza ne apprezzerai i vantaggi, passando alla domanda sul cliente la gestione è abbastanza intuitiva un utente che ha un pò di buona volontà lo può imparare in paio di giorni, se è proprio negato eheheh puoi prevedere un extra per un tutorial su come usare il pannello ammistrazione.
      Spero di esserti stao d’ aiuto e che le mia risposte abbiano chiarito i tuoi dubbi.

  • Guarda un pò cosa mi trovo! Questo post si che è a dir poco interessante.. Stavo valutando di fare un lavoro con e-commerce e vien giusto a puntino…Non so come ringraziarvi. Buone proposte e buone le recensioni/critiche!

    • grazie, per me è un piacere esserti stato utile con il mio articolo

  • Aricolo assolutamente prezioso ed utile come preziosi ed utili sono stati fino ad ora i commenti. Materiale informativo di qualità.
    Ciao

  • è un piacere sapere che hai trovato l’ articolo utile

  • Domenico

    Leano gran bell’articolo, anch’io devo creare uno store online per un cliente e sto decidendo quali CMS provare. Dopo questa lettura ho deciso che proverò sia virtuemart per joomla, avendo una certa dimestichezza con questo cms, e prestashop. Grazie per le review 😉

    • Grazie Domenico, sono felice che l’articolo ti sia stato d’aiuto nella scelta

  • Ottimo articolo, ma che ne pensi anche di shopify e solidshosps?

    Grazie mille

    • Ciao Tommaso,
      grazie, i cms da te nominati non li conosco quindi non posso dare un giudizio comunque li proverò di sicuro.

      • Lorenzo Valenza

        Si anche a me servirebbe avere qualche parere sull’utilizzo di Shopify specialmente sulla parte di interfaccia verso la piattaforma logistica. Sapete se è possibile personalizzare l’output per gestire in automatico il magazzino prodotti? Grazie e complimenti per l’articolo che come vedo è caduto a fagiuolo per molti

  • Bell’ articolo davvero. Io sto facendo lenorime esperienze con Prestashop e mi sembra davvero ottimo! Hai qualche suggerimento su un hosting che sia adatto a quezto CMS?

    • Ciao Manuel grazie per i complimenti, per quello che riguarda l’ hosting ti conviene orientarti su un pacchetto di fascia media almeno da 60€ l’ anno essendo un e-coomerce deve reggere un carico non indifferente

  • Massimo

    Non posso far altro che ripetere i commenti degli altri lettori confermando l’interesse e la qualità dell’articolo. Io uso virtuemart su joomla già da tempo ma trovo sempre grandissime difficoltà con sito gestiti per taglie e colori, quale cms mi consigli per risolvere questa esigenza?
    grazie

    • Ciao Massimo per poter gestire comodamente taglie e colori puoi usare prestashop ha una sezione configurabile dedicata proprio per questa esigenza nel pannello inserimento merce

  • Vittozzi

    Ciao, complimenti per l’articolo,davvero interessante. Per caso conosci qualche cms o plugin per qualche cms che ti permette di far inserire oggetti in vendita agli utenti che si registrano su tuo sito ecommerce?

    • Ciao, grazie per i complimenti, riguardo la tua domanda non conosco plug-in specifici per le tue necessità, però potresti impostare i permessi del cms da te scelto per dare la possibilità di creare account con poteri limitati che permettano di inserire comunque gli oggetti in vendità

  • Pierdamiano De Guidi

    Complimenti Leano, ottimo articolo. Ti risultano per caso differenze a livello di SEO tra uno o l’altro CMS? Ho sentito dire che WordPress sarebbe avvantaggiato nei risultati di ricerca di Google, ti risulta vero?

    • Ciao Pierdamiano, ti ringrazio per i complimenti, riguardo le differenze SEO tra i vari CMS, non ho fatto test approfonditi non essendo il mio campo di specializzazione, ma tutti hanno una sezione dedicata sufficiente che comunque è possibile ampliare tramite plug-in dedicati

  • Carlo

    Ma questo cms (prestashop) non ha uno straccio di manuale/documentazione!!!!

    • la documentazione c’è, sul sito ufficiale prestashop c’è la sezione forum dove puoi avere chiarimenti su instalazione, configurazione e problemi vari che possono sorgere nello sviluppo

  • Ale

    Io consiglio la “novità” del 2012 è il CMS BravoCMS (made in Italy), altamente personalizzabile con possibilità di creare ECommerce e WebGallery professionali (per professionisti della fotografia con gestione dei tag, ricerca avanzata e numerosi layout delle gallerie fotografiche)! Io lo uso per diversi siti e mi trovo molto bene… ha anche una parte di seo con gestione metatag, sitemap, file robots e statistiche di google analitycs.. sicuramente da provare!!

    • Lo proverò sicuramente è sempre interessante testare nuove alternative

  • Luana

    Mi aggiungo alla lista dei complimenti 🙂
    Sto per quotare un cliente per un ecommerce ed ero un po’ indecisa tra prestashop e wordpress. il primo mi sembra un po’ più complicato, forse perchè non l’ho mai utilizzato; quindi penso che alla fine sceglierò il vecchio wordpress… sarà anche perchè ormai lo conosco meglio delle mie tasche!!

    Grazie ancora
    ciao

    • Grazie per i complimenti 🙂 prestashop può sembrare complicato inizialmente ma se l’e-commerce è di grandi dimensioni avrai molti vantaggi nella configurazione e gestione del sito.
      Ciao in bocca al lupo per tuo lavoro

      • Luana

        Guarda purtroppo il cliente è un po’ creativo… quindi cambia idea ogni due per tre e mi sta facendo diventare pazza! che tu sappia, con wp e-commerce è possibile fare un multilingua? giusto per fare it/en
        grazie

        • wp- e-commerce non ha integrato la possibilità di creare siti multilingua dovresti usare un plug-in esterno per raggiungere l’obbiettivo

          • Romano Oltracqua

            Google translate, lo puoi inserire dove vuoi immagino.
            Complimenti Leano, so che questa guida non voleva entrare troppo nel vivo delle varie cose da sapere per gestire un buon sito sia di e-commerce che non. Ma la questione seo, ad esempio per WP è abbastanza fatta bene. Ci sono estensioni valide per SEO (io uso yoast) , ma non so se queste abbiano effetto anche su un plugin di e-commerce per WordPress.
            Ciao
            Romano

          • Leano Benefico

            Ciao Romano, grazie per i complimenti, riguardo i plugin di e-commerce ed estensioni SEO non ho effettuato dei test e non so se abbiano effetto

          • Romano Oltracqua

            Confermo, la parte SEO di WP-e-commerce funziona anche nella parte seo. Ora sto provando a fare qualcosina.
            a presto
            Romano

  • luky

    Nessuno ha mai provato shop2007 ? si scarica da http://www.only-web.net
    io ci ho realizzato infrarossi.it

  • Bell’articolo, esaustivo e completo 🙂

  • ottimo articolo, stavo giusto cercando di scegliere, ho realizzato vari e-commerce con virtuemart e mi trovo abbastanza bene, però volevo avere una piattaforma più solida e quindi sceglierò Prestashop. Magento l’ho trovato troppo complesso!

    • Grazie dei complimenti, ottima scelta, concordo sul fatto che magento sia un pò troppo complesso

  • marta

    grazie! articolo preziosissimo!!! 🙂

  • Sara

    Ciao Leano, prima di tutto complimenti per il post! Hai chiarito i miei dubbi, ma ne resta uno (fondamentale): conosci un buon piano hosting da consigliarmi?!

    Grazie ancora!

    • Grazie Sara, riguardo l’ hosting devi orientarti almeno su un piano hosting ottimizzato per l’ e-commerce o un server semidedicato, in base alle esigenze di traffico che prevedi di avere, io di solito uso Keliweb

      • Sara

        Grazie mille, ancora una volta!

  • Riccardo

    Ciao a tutti, per un progetto devo realizzare un sito con un CMS ecommerce.

    Pensavo a Magento, non lo conosco a fondo. La particolarità del progetto è abilitre determinati utenti ad amministrare i propri prodotti (pubblicati in macro e sotto categorie
    differenti).
    Cioé, un utente deve poter inserire, modificare e vedere solo i propri
    prodotti. Però nel lato frontend, un visitatore del sito, deve poter
    viosualizzare e tutti i prodotti di tutti i “venditori”.

    Magento può fare questo?

    La mia finalità è anche stabilire una collaborazione con freelance per la realizzazione.
    Grazie

    • Ciao Riccardo, anche se non è uno dei CMS che uso, perchè per i progettti più comuni risulta troppo complesso, io uso di solito prestashop, comunque mi sembra che supporti tutte le caratteristiche da te richieste.

  • giovanni

    ciao Leano, o bisogno di un consiglio devo fare il mio negozio online dove posso contattarti in privato, mi fai sapere. grazie

    • Leano Benefico

      Ciao Giovanni la mia e-mail è info@leanobenefico.it scrivimi pure così potrò chiarire i tuoi dubbi

  • Filippo Donadoni

    Bell’articolo! Chiaro e esaustivo. Avevo gia’ scelto anche io Prestashop e mi fa piacere la tua conferma. Sono quasi pronto ad andare online ma vorrei cambiare il pos virtuale di BancaSella che uso da piu’ di dieci anni sul mio sito attuale, sopratutto per i costi. Sai darmi qualche consiglio a riguardo? Ho addocchiato IWSmile e sto aspettando delucidazioni a riguardo, tu cosa ne pensi? Grazie

    • Leano Benefico

      Ciao Filippo grazie per i complimenti, riguardo la tua richiesta, non ho mai utilizzato IWSmile quindi non posso darti un parere riguardo al servizio che offrono, io comunque nei siti di e-commerce faccio attivare sempre Paypal che offre il servizo sia con abbonamento mensile che con percentuale sulla singola transazione, i costi in entrambi i casi non sono eccessivi e diminuiscono all’aumentare del volume d’affari.

  • Giorgio

    Io ho avuto molte difficoltà con prestashop (dalla versione 1.4.10 per non parlare poi della 1.5.4.1) per quanto riguarda l’importazione di prodotti. Infatti ne devo importare circa 20 mila (sono libri). Sai consigliarmi un CMS eCommerce capace di fare questo in maniera efficiente?

    Grazie e complimenti per l’articolo!

    • Leano Benefico

      Ciao Giorgio grazie per i complimenti, riguardo al tuo problema prestashop non dovrebbe avere problemi ad effettuare tale operazione, hai verificato che il tuo hosting sia adatto a reggere un tale carico? di solito mettono dei limiti al traffico per non sovraccaricare il server, puoi anche provare dei tanti plug-in per l’importazione di prestashop, se non riesci ad effettuare comunque l’importazione puoi provare a passare a magento che senza dubbio è un ottimo cms anche se un pò piu complesso nell’ utilizzo rispetto a prestashop

  • behemoth

    Complimenti, ottimo lavoro

    • Leano Benefico

      Grazie Behemoth

  • Diego

    Salve a tutti, devo aggiungere al mio negozio reale anche quello ecommerce. Trattandosi di carteoleria, quindi con tantissimi prodotti, avete un suggerimento ad hoc su quale cms utilizzare per questa particolare categoria? Inoltre,vorrei sincronizzare l’attività di vendita classica con quella online in modo da avere la disponibilità dei prodotti sempre aggiornata. Grazie.

    • Leano Benefico

      Ciao Diego, per gestire grosse quantità di prodotti conviene scegliere CMS per e-commerce nativi come prestashop o magento e non i plugin per worpress e joomla. Per sincronizzare l’attivà online con quella del classico negozio è necessario usare un plugin che gestisca il magazzino per entrambe le attività, basta cercare nella pagine ufficiali dei vari CMS.

      • Christian

        Io ho la stessa problematica, sito e-commerce sincronizzato con l’attività del negozio reale, in questi giorni mi sto informando in rete (ah! complimenti per l’articolo!)…sarei orientato su magento o prestashop…non ho ancora fatto una ricerca accurata, per caso tu conosci già qualche plugin per sincronizzare i database del sito e quello del negozio o per utilizzare lo stesso database (quello del negozio reale)? grazie 🙂

        • Leano Benefico

          Ciao Christian, entrambi i CMS hanno moduli per sincronizzare i database con i gestionali di negozi fisici devi solo cercare quello che supporta il tuo gestionale.

  • fabio

    Ciao! Grazie per l’ottimo articolo ma vorrei fare una precisazione riguardo WooCommerce. Indubbiamente la scelta di WooCommerce è da considerarsi un “atto di fede”, nel nostro paese, confidando appunto che in futuro nasca una community italiana di supporto, in special modo all’aspetto fiscale.
    Qui ho letto di un commento riguardo il consiglio a utilizzare una piattaforma diversa da WooCommerce nel momento in cui ci sono molti prodotti. In realtà WooCommerce permette di gestire molte migliaia di prodotti, praticamente infiniti, ed il numero è legato allo spazio fisico sull’hosting e la dimensione massima del database.
    Personalmente sto dando molta fiducia a WooCommerce, non nego di aver passato intere notti per cercare di trovare soluzioni a problematiche fiscali tipiche del nostro paese.
    Poi c’è da considerare che il cliente a cui si realizza la struttura si troverà di fronte un’area amministrativa, WordPress, indubbiamente molto più semplice e intuitiva rispetto ai grandi colossi come Magento, Prestashop eccetera.
    Questi naturalmente sono miei personali punti di vista.
    Ciao a tutti!

    • Leano Benefico

      Ciao Fabio, grazie per i complimenti. WooCommerce indubbiamente ha grandi potenzialità ed è un ottimo prodotto, la mia preferenza di prestashop per i negozi di certa grandezza non è solo per il numero di prodotti inseribili in se, ma alle numerose opzioni che offre nella gestione del magazzino e della fatturazione.

  • Lorenzo

    Articolo molto bello, complimenti.
    Quale di questi servizi permette agli utenti di caricare prodotti da vendere direttamente (tipo Ebay o similari)? In particolare sarei interessato alla vendita di file digitali, che potrebbero essere anche caricati dagli utenti.
    Grazie.

    • Leano Benefico

      Ciao Lorenzo grazie, per riuscire a realizzare quello che ti serve devi usare un modulo CustomerPartner da installare al cms di base, molti di quelli descritti nell’articolo ne hanno uno nel loro catalogo moduli.

  • pippo

    Ciao,
    complimenti per l’articolo, vorrei però che venisse sottolineato di più l’aspetto SEO in quanto se un sito e-commerce non si fa trovare o ha aspetti negativi da questo punto di vista, non sarà altro che l’ennesimo e-commerce inutile che farà vendere pochissimo e che non farà mai rientrare delle spese il cliente.

    Tutti o quasi gli e-commerce hanno problemi di duplicazione di pagine e non permettono una personalizzazione e ottimizzazione personalizzata delle pagine dei prodotti ma presentano una struttura molto rigida.

    In alcuni casi come per Prestashop esistono molti plugin o moduli che “dicono di risolvere” questi problemi il problema è che sono a pagamento.

    Esistono quindi anche degli ottimi e-commerce realizzati in toto da aziende di software italiane e che offrono grandi prestazioni anche da questo punto di vista.

    • Leano Benefico

      Ciao grazie per i complimenti, hai certamente ragione sul fatto che un buon lavoro di ottimizzazione SEO è fondamentale per un e-commerce e andrebbe approfondito, ma l’articolo puntava a dare una visione generale delle piattaforme di e-commerce più diffuse elencando pregi e difetti di ognuno e non poteva soffermarsi su un singolo aspetto.

  • Salve volevo chiederti io vorrei creare un sito per i telefoni non un sito mobile ma un sito informazioni per i telefoni. Non ne capisco niente di programazione puo funziinare se uso un di questi cms o esistono altri miglori per questo tipo di sito? Grazie

    • Leano Benefico

      Ciao Eduard, da quello che hai detto, penso che più che un un CMS per e-commerce ti servirebbe uno per poter creare un blog/ magazine quindi più adatti sarebbero wordpress o joomla.

  • emanuele

    Bell’articolo, ho provato un po’ un po’ di piattaforme sopra ma ho un enorme dilemma. Sto lanciando una serie di piccoli brand con uno o due prodotti massimo su siti multilingua ma sono in difficoltà sulla scelta della piattaforma, mi sembrano tutte così giganti… che consigliate? Mi piacerebbe trovare una cosa snella per un negozio di 3 prodotti.
    Grazie

    • Leano Benefico

      Ciao Emanuele, all’inizio è normale che sembrino tutti giganteschi e con troppe funzioni ma basta un pò di pratica per destreggiarsi tra i vari menù, tra i più facili da usare c’è Open Cart, che comunque ha tutte le funzioni necessarie per realizzare un e-commerce di qualità.

  • Ivan

    peccato che in nessuno di questi esista un modo per vendere prodotti con variabili di prezzo per articoli dove occorra impostare larghezza e altezza (ovvero un calcolatore di prezzo a seconda della misura scelta).
    Mi spiego meglio: se devo vendere un serramento su misura, è necessario che il cliente possa inserire la misura precisa (ad esempio cm. 147 di larghezza e cm. 241 di altezza) a cui automaticamente il calcolatore evidenzia il prezzo.

    • Leano Benefico

      Ciao Ivan, per risolvere il tuo problema l’unica soluzione è trovare uno sviluppatore di plug-in del CMS da te scelto, per sviluppare un modulo sulle specifiche da te richieste.

      • Guido

        con woocommerce c’è un plugin (a pagamento)

  • Roberto

    Ciao e complimenti per l’articolo!! Mi ha davvero aperto la mente su un nuovo mondo!! Una domanda… Io sapevo che oltre ai CMS specifici per l’ecommerce era possibile utilizzare anche WordPress con il plugin WooCommerce (come del resto hai scritto anche tu nell’articolo:) …La mia domanda ora è…. Se io volessi creare un ecommerce formato da 100 prodotti… Quale mi consiglieresti, WordPress+WooCommerce oppure Magento??? Quale dei due secondo te è più facile ed intuitivo da usare e gestire??? Grazie per la risposta! Continua così :)) !!

    • Leano Benefico

      Ciao Roberto, grazie, riguardo alla tua domanda sicuramente WooCommerce soprattutto se già conosci Worpress come CMS anche perchè Magento è tra i più difficila da sfruttare fino in fondo visto la curva di appreddimento non molto rapida.

  • Romano Oltracqua

    Ciao e grazie per la pazienza nello scrivere articoli 🙂 Io ho installato Magento, ma ora in questo istante lo eliminerò per provare Prestashop.

  • Leano Benefico

    Grazie Enzo, riguardo il tuo problema potresti fare qualche test con la versione aggiornata che ha migliorato molto quello che riguarda l’indicizzazione o usare uno dei vari plugin SEO per gestire in maniera più accurata l’indizzazione dei prodotti

  • Tommaso Tavormina

    Ciao e anzitutto complimenti per l’articolo: chiaro, esaustivo ed interessante.
    Approfitto della tua disponibilitá per chiederti un consiglio.
    Devo fare un e-commerce per un’azienda di vini, quindi suppongo che il numero degli articoli sara abbastanza elevato. Dovrá essere un multilingua, con la gestione del magazzino, delle spedizioni ecc…
    Avevo pensato in Joomla e Virtuemart …, visto che il CSM lo conosco ed e tutto in italiano (il mio inglese non e dei migliori). WooCommerce mi sembra di aver capito che e solo in inglese, Magento forse e troppo complicato per essere il primo che faccio…Non ho capito se Prestashop e in italiano: se si, me lo consigli invece di Joomla!
    Grazie e compliementi per l’articolo

    • Leano Benefico

      Ciao Tommaso, grazie per i complimenti, prestashop è anche in italiano e sicuramente è un ottima scelta per il tuo progetto, ha tutto il necessario per poter gestire e-commerce di grosse dimensioni, è anche relativamente facile da usare ed è nettamente superiore all’accoppiata joomla e virtuemart

      • Tommaso Tavormina

        Grazie Leano per avermi risposto cosi presto….
        credo che mi indirizzero su Prestashop.
        Solo un’ultima cosa: i templates si possono modificare comodamente come in wordpress e Joomla? Perche ho letto che Prestashop utilizzza un’altro linguaggio (che poi non credo sia un linguaggio), smarty…

        • Leano Benefico

          Smarty è un motore di template, i file da modificare per personalizzare il tema sono con l’estenzione .tpl, all’inizio può sembrare più difficile rispetto alla modifica dei temi di worpress o joomla, ma seguendo una delle tante guide on-line si riesce ad imparare in fretta.

          • Tommaso Tavormina

            perfetto, allora inizio subito a provarlo in locale e vediamo se mi ci trovo.
            un saluto e ancora grazie

  • Tommaso Tavormina

    Ciao Leano, mi sono addentrato in Prestashop e mi sembra davvero un ottimo CMS per e-commerce. Avrei dei subbi sui metodi di pagamento, se non ti disturbo, potrei inviarti una mail in privato?

    • Leano Benefico

      Ciao Tommaso, sono contento che sei soddisfatto di prestashop, la mia e-mail è info@leanobenefico.it

  • Rosario Puleo

    Gentile Leano,
    in un’istanza di ricerca mi sono imbattuto nel tuo post che ho letto con profondo interesse a informarmi sull’attuale panorama degli e-commerce.

    Ritengo che la tua analisi ben strutturata risulti adeguatamente utile a chi abbia bisogno di scegliere un e-commerce, ed è per questo che ho intenzione di sottoporre alla tua visione anche la piattaforma e-commerce realizzata da me, nel suo contesto di lavoro artigianale, non serializzato e non standard, per poterne conoscere il tuo parere autorevole e, comunque, di analista esperto.

    Tutte le specifiche tecniche, funzionali e gli accessi a front-office e back-office sono pubblicati agli indirizzi del portale http://www.e-commerce-on-line.it.

    In attesa di un tuo riscontro, ti porgo cordiali saluti.

    R. P.

    • Leano Benefico

      Ciao Rosario, grazie per i complimenti, proverò con piacere la tua piattaforma di e-commerce e ti farò sapere la mia opinione.

  • bernardissimo

    Ciao Leano,uso Prestashop da un paio di anni e mi trovo abbastanza bene.
    Adesso mi hanno presentato un progetto molto interessante: un supermercato online. Sai se esiste un lettore di codici a barre che si interfaccia con una di queste piattaforme opensource?

    Grazie e complimenti per il lavoro

    • Leano Benefico

      Ciao grazie per i complimenti, per quello che riguarda la tua richiesta prestashop ha tra i moduli disponibili Danea EasyFatt Import che rende possibile l’ uso di lettore di codice a barre per importare i prodotti, comunque tutte le piattaforme hanno almeno un modulo dedicato a questa funzione, puoi verificare la disponibiltà nelle pagine ufficiali dei moduli deidicti ai vari CMS.

      • bernardissimo

        Grazie Leano.
        Ti tengo aggiornato.
        Grazie

  • Manlio

    Ciao Leano
    sono nuovo di Magento e sto trovando un problema relativo a ZEND, cosa di cui tu parli nell’articolo.
    A me è uscito all’improvviso un errore nella stampa della fattura:
    Fatal error: Declaration of
    Zend_Pdf_FileParserDataSource_File::__construct() must be compatible
    with Zend_Pdf_FileParserDataSource::__construct() in /home/zynufizd/public_html/shop/lib/Zend/Pdf/FileParserDataSource/File.php on line 41

    Secondo te come posso risolvere?
    Grazie
    Manlio

    • Leano Benefico

      Ciao Manlio il tuo problema quasi sicuramente dovuto alla configurazione o alla versione di php installata nel server ti conviene aprire un ticket di assistenza specificando il tuo problema così da poterlo risolvere con il tuo fornitore di hosting

      • Manlio

        Ciao Leano
        grazie della risposta celere. In realtà ho risolto andando in un file di ZEND e commentando // due funzioni che forse con la versione di PHP non andavano d’accordo.
        Mi chiedo però, siccome fino all’ultima volta che avevo provato funzionavabenissimo la stampa delle fatture, come mai di colpo mi da l’errore? Forse il fornitore di hosting ha aggiornato la versione di PHP sul server?
        Grazie

        • Leano Benefico

          come ti ho detto conviene aprire un ticket e chiede informazioni, se ci sono stati aggiornamenti riguardo la versione php o se è stata cambiata la configurazione e se possibile far riattivare le estenzioni mancanti per il tuo piano hosting

  • Daniele

    ho letto l’articolo ed è molto interessante, complimenti
    però ho un grosso problema che non riesco a risolvere magari con la tua esperienza mi sai consigliare

    Sto realizzando la sezione e-commerce per la mia attività con wordpress e woocommerce
    avrei la necessità di rendere visibile su ogni prodotto la data di spedizione del possibile materiale ordinato (24h, 3gg o 5gg)
    in modo che il cliente quando trova il prodotto adatto alle proprie esigenze
    visualizzi, in base alle opzioni, subito la data di spedizione (calcolando in automatico l’esclusione dei sabati e domeniche e se l’ordine è inoltrato entro “esempio” le ore 10 sarà ancora lavorato in giornata altrimenti inserisce la data successiva di consegna )

    esiste un plugin che consenta questa operazione

    Grazie

    • Leano Benefico

      Ciao Daniele, grazie per i complimenti, riguardo la tua richiesta personalmente non conosco un plug-in utile al tuo scopo, probabilmente andrebbe sviluppato un plug-in su misura.

      • daniele

        Grazie Leano
        purtroppo immaginavo
        ma la speranza è l’ultima a morire e speravo in una mia distrazione nel cercarlo
        grazie ancora

    • Clodis

      Crei un attributo chiamato non so tempi di spedizione, quindi immetti i vari tempi giorni, ore, settimane, poi i prodotti li fai come prodotti variabili, immetti l’attributo spedizione legandolo al prodotto il singlo attributo o se hai tariffe diverrse la possibilità di sciegliere il tipo di spedizione e quindi l’addebito del relativo costo, quindi il cliente avrà i tempi di consegna, certo non ti calcola i week end o altro , è ovvio che se uno ordina il venerdi o il sabato on line, l’ordine gli parte il lunedì.

  • Simone75

    Ciao, ho letto l’articolo e l’ho trovato molto interessante. La domanda che ti pongo è questa: dovrei fare un negozio on-line di abbigliamento non di grosse dimensioni e con un traffico che sarà limitato almeno in partenza volevo sapere quale può essere(secondo la tua ampia esperienza) il miglior CMS che possa fare al mio caso e cioè che abbia delle estensioni e/o plug in quel “settore” e che non sia troppo complesso.
    Grazie e buon lavoro a tutti.

    • Leano Benefico

      Ciao Simone, se gia conosci Worpress come piattaforma potresti usare uno dei plugin dedicati all’ecommerce, altrimenti soluzioni native come Open Cart molto semplice e intuitivo nell’ utilizzo oppure Prestashop un pò più complesso, ma più completo e con una community di supporto molto ampia con tantissimi moduli per ogni esigenza

  • Andrea Dal Monte

    Ciao, mi complimento anche io per l’articolo e mi hai tolto molti dubbi sulla soluzione da adottare (prestashop, anche se ho una quantita’ limitata di prodotti… una trentina), vorrei sapere quale servizio hosting on line mi consiglieresti visto la tua esperienza.
    Io conosco aruba e register, ma molti me lo sconsigliano anche se per il primo mi sono trovato bene per comunque soluzioni web semplici e limitate.

    Grazie,
    Andrea

    • Leano Benefico

      Ciao Andrea, grazie per i complimenti, riguardo l’hosting da scegliere io ti consiglio di lasciar perdere le offerte troppo economiche perchè non offrono garanzie di qualità e supporto adeguate. Il servizio hosting che uso di solito è keliweb, che ha un pacchetto hosting KeliCMS specifico per cms e e-commerce, anche se visto il numero esuguo di prodotti puoi optare anche per il pacchetto base KeliUser, che anche se non ottimizzato come KeliCMS, supporta tutte le funzioni richieste da Prestashop. Nel caso in cui poi il pacchetto inizi a risultare troppo limitato per le tue esigenze potrai effettuare l’upgrade al piano hosting più elevato.

  • Matteo

    Ciao, grazie per aver scritto questo articolo. Stavo per commettere l’errore di usare wordpress senza valutare gli altri.

    Volevo sapere se nelle piattaforme da te elencate c’è la possibilità di aggiungere anche degli articoli ( tipo blog ).

    Inoltre quale di questi offre un maggior numero di plugin gratuiti? non vorrei spendere un botto di soldi per completare il sito.
    Grazie Matteo.

    • Leano Benefico

      Grazie Matteo, tutti i CMS per e-commerce presi in esame hanno almeno un modulo per la gestione di un blog, riguardo i plug-in gratuiti tutti ne hanno tanti, io però ti consiglio ti fare un elenco di ciò che ti serve come funzionalità e vedere se se sono già integrate nel CMS o fornite come plug-in e da li poi fare la scelta della solizione più adatta alle tue esigenze.

      • Matteo

        Ciao Leano,
        scusa se ti pongo un altro quesito.
        Ho scaricato la demo di prestashop e di magento.
        Il pannello admin di prestashop è sicuramente più attuale e comprensibile. Ma in entrambi i cms, a colpo d’occhio, non riesco a capire perchè tutti dicono che magento è più complicato.
        Se mi metto a lavorare su magento a che punto dovrei trovare problemi?
        Vedo un pannello con le varie voci, prodotti, clienti, catalogo ecc. dov’è l’inghippo? Ho letto in giro sulla rete, che con magento si devono scrivere pagine e pagine di codice, ma perchè? io vedo già tutto impostato. Compro un tema, lo carico, carico i prodotti e via…no?

        Se parliamo invece di prestashop il pannello sembra facile come quello di wordpress, anche in questo caso dov’è la difficoltà?
        Una volta caricato il tema scelto, impostati i parametri di spedizione ecc. che devo fare più?

        Le mie domande non sono ironiche, davvero vorrei sapere quali sono le difficoltà che apparentemente non si vedono.

        parlo con te perchè il tuo articolo mi sembra molto equilibrato, sulla rete, in giro i commenti e i post sull’argomento sono scoraggianti. Meglio aprire un negozietto tradizionale.

        Grazie Matteo.

        • Leano Benefico

          Ciao Matteo, le difficoltà non riguardano l’installazione o l’uso del CMS in se ma più che altro la difficoltà nel modificare parti del codice del CMS o realizzare temi ed estensioni ad hoc che richiedono un buona conoscenza
          del codice del CMS che si va ad usare. Ammesso che si voglia fare un uso molto basilare e si acquista un tema già pronto si dovrà effettuare qualche piccola variazione per distinguerlo dagli altri siti che avranno acquistato lo stesso tema. Il successo di un e-commerce è dovuto a vari fattori, primo fra tutti è il posizionamento perchè è vero che su internet hai un mercato vastissimo rispetto a un negozio tradizionale, ma è anche molto facile sparire tra le migliaia di offerte che si trovano in rete, il che non si significa che ci si deve posizionare primo in qualunque tipo ricerca riguardi un e-commerce ma puntare a stare tra i primi del proprio settore.

      • pippo

        Zen-Cart è molto valido, secondo me. PrestaShop ha molti plugin a pagamento.
        Secondo me i migliori sono OpenCart e ZenCart.
        Bravo ed un saluto

    • pippo

      Open-Cart

  • Michele

    Ciao Leano! Prima di vedere questo articolo ho guardato diversi siti come aruba, register e hostingsolutions che offrono il servizio e-commerce a pagamento però hanno dei limitazioni su negozi base. Per creare un sito tutto personale bisogna acquistare la versione più costosa, ma all’inizio di un’attività sono troppe spese. Io voglio realizzare un e-commerce semplice ed efficace con design personalizzato, form di
    contatto, una centinaia di prodotti, che i clienti possono lasciare un
    feedback sul sito e che funzioni con il gateway di banca sella. Chiedo gentilmente un consiglio: quale cms sarà meglio per me e più facile da usare (la gestione sarà personale). Io tra un po mi iscrivo al corso di “web designer” ed sicuramente più in la migliorero il sito, ma se come lo devo costruire adesso, vorrei che esce un bel sito, ecco =) Grazie per la disponibilità e per l’articolo!

    • Leano Benefico

      Ciao Michele, tra i più semplici per uno alle prime armi con il settore c’è sicuramente Open Cart che ha tutto ciò che cerchi: design personalizzabile, predisposizione per i pagamenti con banca sella, possibilità dei clienti di lasciare i feedback e un buon numero di plugin per estendere le funzionalità, altrimenti c’è Prestashop ottimo cms per e-commerce, anche se un pò più complesso ma con maggiori funzionalità ed estenzioni a disposizione.

      • Michele

        Scusa se ti domando ancora ) Mi è piaciuto PrestaShop e ho visto che ha un infinito sacco di template e plugin, ma per modificarli cioè cambiare colore, aggiungere e togliere elementi, spostare elementi devo conoscere CSS o ci sono questi impostazioni già predisposte? E quando aggiungo un plugin funzionerà da subito su tutti i template o li devo adattare?? Grazie ancora!

        • Leano Benefico

          Per cambiare la posizione ad alcuni elementi si può fare direttamente dal pannello amministrazione nella sezione moduli scegliendo tra le posizioni predefinite disponibili, per ciò che riguarda il cambiare colore devi intervenire tramite css, ti puoi aiutare con firebug plug-in per firefox con cui pui puoi analizzare ogni parte della pagina e vedere quale pezzo del css va a dare quel determinato colore o stile alla pagina, ti consiglio comunque di fare queste prove su un installazione di prova cosi da non rovinare il lavoro principale e salvare una copia del file css prima di iniziare a far modiche, così che, in caso di errori puoi ripristinare il file css originale. I plug-in dopo l’installazione vanno attivati dal pannelo moduli.

  • Alexprint

    Salve Leano, ho letto con molto interesse il tuo articolo…avrei da farti una domanda! Secondo la tua esperienza, per un e-commerce “web to print” prodotti tipografici e personalizzati, quale CMS potrebbe essere il più adatto?

    • Leano Benefico

      Ciao Alex, non ho avuto occasione di lavorare nello specifico ad un progetto simile, comunque nel caso di e-commerce adibito a “web to print”, visto che tutto si baserà sulla qualità del lavoro che può offrire il plug-in, ti conviene vedere nella sezione plug-in dei vari CMS (tutti ne hanno almeno uno per questa specifica funzionalità) e scegliere quello più adatto alle tue esigenze, riguardo la scelta del CMS ti posso consigliare Prestashop o Open Cart che considero in generale tra i migliori per facilità di utilizzo e numero di funzionalità.

  • Fabrizio Fabbo

    Ciao Leano,
    sto per avviare un’attività ecommerce, premetto che sono un informatico da 20 anni ma negli ultimi anni non faccio più siti web e quindi sono rimasto molto indietro su questi argomenti. Il tipo di attività di ecommerce tratterà prettamente piccoli articoli (che non varieranno molto) ma saranno tanti, credo che a regime si tratterò circa 1000 articoli. Mi serve quindi un prodotto che mi permetta una “facile” gestione di un numero così alto di articoli e che permetta feedback, opinioni e commenti. Almeno all’inizio non vorrei perdere tempo nello sviluppo quindi un cms con molti plugin pronti e template anche a pagamento mi farebbero comodo. A tuo avviso su cosa mi dovrei indirizzare?
    Ti ringrazio tanto x il tempo dedicatomi e ti faccio i miei sinceri complimenti, avere 100+ commenti ad un articolo che tratta di argomenti stra-trattati non è da tutti.
    Grazie ancora

    • Leano Benefico

      Ciao Fabrizio,
      grazie per i complimenti, riguardo la tua richiesta, visto che conosci lo sviluppo dei siti web, anche se non te ne se occupato negli ultimi anni è quello di usare prestashop che a mio parere è una delle piattaforme più valide; sia perchè già di base ha già un buon numero di funzioni integrate, che per i numerosi plu-in e temi che mette a disposizione, oltre al supporto della comunità davvero valido che può essere utile nel risolvere i problemi che possono sorgere durante lo sviluppo di e-commerce

    • Guido

      io ti consiglierei Opencart o Woocommerce.
      Per Opencart ho anche sviluppato diverse extension (plugin) e ti posso confermare che è un ottimo cms.

  • marco

    Ciao Leano, vorrei chiederti un consiglio: devo realizzare un e-Commerce, non ci saranno molti prodotti, vorrei fosse di facile utilizzo per l’utente, gestisse pagamenti con PayPal, bonifico, carta di credito, possibilità di visualizzare disponibilità e tempi di spedizione.

    Il sito lo dovrei realizzare io, sono un neofita, disposto ad applicarli ma pur sempre un novellino; quindi qualcosa di molto facile da gestire e che sia leggermente personalizzabile(colori, carattere etc…)

    Ti ringrazio e faccio i complimenti per l’articolo davvero ben fatto!

    • Leano Benefico

      Ciao Marco, grazie dei complimenti, per quello che riguarda le tue richieste visto la tua inesperienza le soluzioni sono due, se già conosci joomla o wordpress potresti usare i moduli per trasformarli in un e-commerce altrimenti usare un CMS per e-commerce nativo come Open Cart che è molto semplice nella gestione e nella configurazione, in entrambi i casi avrai un buon livello di personalizzazione.

      • Marco

        Ti ringrazio per la risposta!Proprio ora sto iniziando a dare uno sguardo a Open Cart, vediamo cosa riesco a fare.

        Ho dimenticato una cosa: per l’ottimizzazione per “mobile” cosa dovrei fare?

        ancora grazie.

        Ps. wordpress qualcosina la conosco:D

        • Leano Benefico

          Il modo più semplice per l’ottimizzazione per il mobile è usare un tema responsive come ad esempio l’ “OpenCart Mobile Responsive Them” gratuito e basato sul tema standard, che trovi nella sezione estensioni di Opencart

          • marco

            Gentilissimo e preparatissimo!ti seguirò spesso!buona serata!

  • Aurelio

    ciao a tutti e complimenti per questo fantastico articolo,
    sarei in procinto di installare magento come cms di base per il mio ecommerce di stampa online, e vorrei sapere se esiste una qualche estensione che mi permette di dare la possibilita ai clienti di caricare i file per la stampa sul sito.

    • Leano Benefico

      Ciao Aurelio, grazie per i complimenti riguardo la tua richiesta per Magento c’è Online Photo Printing & Framing che permette al cliente di caricare le foto dal proprio profilo instagram o facebook per farle stampare.

  • Vittorio

    Ciao Leano,

    Mi unisco al coro dei complimenti per la qualità del tuo articolo: è un’analisi approfondita e ben esposta. Inoltre, mi ha molto colpito la pazienza e la pacatezza della tue risposte: sei una persona competente e non lo fai pesare. Una specie di miracolo!

    Allora, approfitto della tua gentilezza (ma capirò se non avrai il tempo per rispondere) e sottopongo il mio problema: sto sviluppando un e-commerce per un’azienda desidera vendere online prodotti gastronomici. Conosco un po’ Joomal e dunque ho provato Virtemart, Joobi e Hika Shop, ma non sono rimasto molto soddisfatto.

    Il mio progetto deve avere più di un negozio al suo interno (il committente vuole sviluppare una specie di franchising). Pagamenti e spedizioni saranno indirizzati sui vari negozi (a cui l’utente sarà indirizzato sulla base del suo CAP). Gli articoli non saranno moltissimi (nell’ordine di un centinaio) ma non ho ancora capito se li dovrò inserire più volte per assegnarli ai vari negozi. Insomma, questo e-commerce mi sembra un po’ complesso e vorrei un tuo suggerimento sulla piattaforma da usare, visto che ho già perso tanto tempo testando le estensioni Joomla.

    Chiudo ringraziandoti per la cortesia.
    Vittorio

    • Leano Benefico

      Ciao Vittorio, grazie per i complimenti, riguardo la tua richiesta sull’ e-commerce multistore le piattaforme più adatte sono magento, un sistema davvero ottimo ma un pò più complicato da padroneggiare o prestashop e open cart entrambi con una curva di apprendimento più semplice, in tutti troverai in amministrazione la gestione separata per ogni negozio e la possibiltà di riutilizzare i prodotti già inseriti in più negozi

  • Marco Massagrande

    Ciao Leano,
    Non voglio farti perdere troppo tempo, conosci qualche applicazione anche su cloud, anche a pagamento, che permetta la sincronizzazione tra due db? ovvero il db dell’e-commerce e il db del gestionale del cliente? Ovviamente dovrà sincronizzare solo i campi richiesti…
    Ciao, Grazie.

    • Leano Benefico

      Ciao Marco,
      Quello che serve a te è possibile farlo grazie ai tanti moduli disponibili nella sezione estensioni dei vari CMS di e-commerce.

    • Mirko Temperini

      Prestashop sicuramente.. ha il supporto nativo pe ril caricamento dei files csv, un ottima guida per poter inserire e organizzare i dati nel csv e poter configurare (e salvare) il profilo di importazione

  • Simone Migliore

    Ciao Leano,
    vorrei un consiglio da parte tua.
    Devo predisporre un e-commerce per un’azienda di arredamenti con progetto di lunga durata ma, non conosco nessuno dei CMS che hai citato, conosco bene HTML e CSS. Dunque, visto che devo faticare parecchio per fare un po tutto (anche se comprerò un buon template [responsive, multilingua, SEO optimized, carrello, pagamenti, ecc] su themeforest e poi personalizzo la cosa), quale tra tutti i CMS che hai citato mi consiglieresti in base a: scarsa conoscenza mia dei CMS, prodotti di arredamento, elevato numero prodotti da inserire, ecc.?

    Ti chiedo inoltre di indicarmi quale servizio hosting scegliere in base al CMS che mi consigli.
    Grazie in anticipo.

    • Leano Benefico

      Ciao Simone,
      visto la poca conoscenza dei CMS per e-commerce, il più facile da utilizzare è opencart ed ha comunque ciò che serve per creare un e-commerce valido. Come hosting ti posso consigliare
      KeliCMS di keliweb

  • Andrea

    Nella tua guida ho capito che per realizzare un ecommerce con WordPress ecommerce non ha bisogno di nessuna conoscenza di linguaggi di programmazione, e come prezzo è veramente economico. Invece prestashop ha bisogno di conoscenze di qualche linguaggio di programmazione? é comunque semplice? La mia ultima domanda è che se con SelfWord press ecommerce è possibile inserire codici sconto. Grazie

    • Leano Benefico

      Ciao Andrea, sia worpress che prestashop per un uso base non c’è bisogno di consocere linguaggi di programmazione, se poi vuoi andare a modificare o creare plug-in devi conoscere php. Naturalmente prestashop è un pò più complesso nella gestione perchè molto più completo essendo un CMS per e-commerce nativo

  • Leano Benefico

    Ciao Alberto, il tuo è un problema è molto diffuso, prima affidare il progetto a qualcuno conviene sempre chiedere molti preventivi e far mettere per iscritto tutti i dettagli che riguardano lo sviluppo dell’ e-commerce, controllare che l’hosting su cui verra caricato il sito non sia un piano di quelli economici adatto solo a gestire un sito vetrina e non certo un e-commerce, per ultima cosa chiedere sempre di visionare i suoi vecchi lavori per poter valutare le sue capacità.

  • Per quella cifra avrei creato un sistema basato sull’ultima versione di WooCommerce (che rispetto a quella analizzata nell’articolo ha fatto passi da gigante e c’è anche una App per iOS per gestire lo stato degli ordini da iPhone/iPad) che permette di scegliere dei temi professionali basati su WordPress fatti apposta per e-commerce. Inoltre WooCommerce ha secondo me l’interfaccia di acquisto più semplice che ci sia! Inoltre ci sono molte estensioni sia gratuite che a pagamento per estendere e migliorare l’esperienza di utilizzo da parte del visitatore.
    Per quanto riguarda la lentezza del tuo sito, può dipendere sia dalle dimensioni di immagini non ottimizzate, sia dall’hosting di scarso valore, sia dalla mancanza di una cache sul server. Per la sicurezza io utilizzo una serie di accorgimenti specifici, tra cui un plugin che si chiama WordFence che è ottimo e sempre aggiornato per la protezione di tutto il contenuto ed il blocco degli attacchi.
    Al momento lo sto usando per un e-commerce di calzature in fase di preparazione (per conto di un commerciante che ha dei negozi fisici, quindi simile alla tua situazione).
    Se ti interessa contattami pure 🙂

  • È sempre interessante leggere un articolo scritto bene ed in Italiano che compara diversi sistemi di e-commerce 🙂
    Leano, sarebbe molto utile se potessi aggiornarlo in base alle ultime versioni dei diversi prodotti da te analizzati.

    • Leano Benefico

      Grazie Gabriele, appena avrò il tempo aggiornerò l’articolo con l’analisi delle ultime versioni.

  • Paolo Fumagalli

    Ciao, complimenti per l’ottimo articolo, ho una sola domanda: L’opzione di utilizzare Drupal è stata scartata per una questione di difficoltà di apprendimento del CMS oppure per una mancanza di plugin validi per il settore e-commerce?

    • Leano Benefico

      Ciao Paolo, non ho inserito drupal nella comparativa perchè non l’ho mai usato, quindi non avrei potuto fare un analisi approfondita del CMS come negli altri casi presi in esame.

      • Paolo Fumagalli

        Ok, avevo dimenticato la terza opzione!

        • Maurizio

          Strano, come mai non lo hai mai usato? a leggere il tuo ottimo commento, sembrerebbe li abbia provati tutti……. a mio parere Drupal non sarebbe male. Ci sto lavorando e vi faro sapere 😉

  • Mario D Alessandro

    Salve, per un sito di e commerce di prodotti alimentari in più paesi in Europa quale di quelli analizzati è il più idonio e perché.
    Grazie

    • Leano Benefico

      Ciao Mario, tutti i CMS per e-commerce presi in esame sono in grado di gestire qualunque tipo di prodotto e anche le spedizione sia in Europa che nel resto del mondo, la scelta va fatto più che altro in base alle proprie conoscenze tecniche e alle funzioni avanzate che interessano.

  • mario d alessandro

    Salve, sapreste indicarmi a chi posso rivolgermi per far costruire un sito e un ecommerce?
    Grazie

  • Alessandro

    Salve Leano,
    Ottimo articolo con una panoramica vasta e obiettiva.
    Sono un commerciante online da molti anni e da ormai 3/4 anni sto affrontando il problema della sincronizzazione delle piattaforme (ecommerce/ebay/amazon) che al giorno d’oggi è di vitale importanza per ampliare l’offerta dei propri prodotti ad una vastità di clienti anche occasionali.
    Quale secondo te è il cms che si integra meglio (magari gratuitamente) con queste famose piattaforme?
    Grazie
    Alessandro

    • Leano Benefico

      Ciao Alessandro, la maggior parte dei CMS per e-commerce ha questi plug-in a pagamento, prestashop ha già di base il plug-in per gestire l’eBay Marketplace ma quello per amazon invece è a pagamento.

  • Mattia Spigola

    per fare il portale, tranne l’home banking, ad un’istituto finanziaro, quale cms uso?

  • Andrea G

    Scusa per averti non volendo storpiato il nome

  • Seb4 Pizzo

    Salve Leano,
    intanto vorrei farti i complimenti per l’analisi comparativa in oggetto piuttosto esaustiva – nonostante l’anzianità oramai del presente articolo.
    😉
    Visto che ti reputo una persona alquanto competente in materia, volevo appunto approfittarne chiedendoti un consiglio a riguardo – su quale potrebbe essere la soluzione maggiormente indicata per la vendita “worldwide”, nel settore sia B2C che B2B, di un codice javascript generato dinamicamente – in funzione delle scelte del cliente, tramite un wizard a schermo.
    Sinceramente avevo inizialmente ipotizzato di impostare tutto su Magento, sia per solidità a livello di e-commerce nativo che per breve esperienza personale avuta in passato, visto che attualmente utilizzo sia Joomla che WordPress, ma soltanto come gestione di siti-vetrina.
    In attesa dunque di un tuo cortese riscontro a riguardo, ti ringrazio anticipatamente.

    • Leano Benefico

      Ciao Seby,
      visto l’importanza e il livello internazionale che ha il progetto che vuoi realizzare ti consiglio di lavorare con CMS per e-commerce nativo come Magento che tu avevai già preso in considerazione o prestashop alternativa validissima e con una curva di apprendimento più rapida oltre a richieste a livello server inferiori

  • grandeuomo85 .

    Salve Leano, io voglio costruire un sito ecommerce dove il cliente si prepara la miscela di caffè a proprio piacimento . Ad es 20 % arabica 80% Brasile .. Mi puoi dire se nella tua esperienza hai trovato un gestionale che permette di fare questo? . Io sto usando Woocommerce ma non ho ancora trovato un add ons adatto alle mie esigenze . Saluti e grazie

    • Leano Benefico

      Ciao, non mi è mai capitato di dover trovare una soluzione a un’esigenza simile, penso comunque che sia più facile che trovi una soluzione già pronta per un CMS per e-commerce nativo come prestashop o magento che non per woocommerce, l’alternativa è trovare qualcuno che sviluppa plug-in e fareselo fare su misura.

    • Lor

      Ciao Grandeuomo85 credo che si possa fare ..basta studiare il problema e la soluzione si trova sempre….gratuitamente of course…ciao Lor

  • davide benvegnù

    Ciao Leano,
    scusa se ne approfitto per farti una domada un pò fuori tema, in quanto leggendo un pò i vari post, mi sembri molto competente in materia. Qualche anno fa feci, più per passione che altro, un sito e-commerce per vendere i miei prodotti, in quanto ho già un negozio fisico, non essendo molto esperto di linguaggio HTML, usai un programma per costruirlo. Al momento della proggettazione pensai di creare una pagina per ogni categoria di prodotti (circa una quindicina di pagine), nelle quali ho un elenco di prodotti (dai 10 ai 100 prodotti circa, in base alla categoria), con foto (ingrandibile), descrizione e carrello per l’acquisto.
    Ora stavo pensando di creare una pagina dedicata per ogni prodotto (circa 1000 per ora),
    mi chiedevo:
    è la giusta soluzione?
    non sarebbero troppe?
    quale incidenza avrebbero sul posizionamento (meglio o peggio?)
    esistono altre soluzioni?
    ti ringrazio anticipatamente, e mi scuso se ho posto domande sciocche o scontate.
    Davide

    • Leano Benefico

      Ciao Davide, da quello che ho capito tu inizialmente hai usato un editor visuale per creare le pagine html, ma sia nellla prima versione dove i prodotti sono elencati nella categoria di appartenenza senza avere una pagina dedicata che nel secondo caso dove ci sono solo le varie pagine prodotto senza avere una categoria di appartenenza, ci sono sono dei problemi riguardo il buon posizionamento delle pagine, io ti consiglio visto anche l’aumento dei prodotti in catalogo di passare a un CMS per e-commerce come Open-cart molto semplice nell’utilizzo ma che ti darà un livello di indicizzazione migliore oltre a poter gestire il catalogo in maniera molto più efficente.

      • davide benvegnù

        quello che avevo intenzione di fare era, tenere le pagine delle varie categorie con i vari prodotti elencati, ed aggiungere per ogni prodotto una pagina scheda prodotto, linkata alla foto del prodotto nell’elelnco, quello che mi chiedevo (magari è stupido) è:
        i veri siti e-commerce(tipo mediaworld per fare un es.), hanno una struttura simile tipo: tanti prodotti = tante pagine HTML, ? oppure vengono usati altri metodi?
        in effetti è come dici tù, avevo creato il sito con Xsite 8 poi con gli anni son passato alla versione 9 10 e ora 11 pro, certo, sono perfettamente d’accordo con te in quanto non è un e-commerce dedicato, però mi ci trovo molto bene, ora, non conosco Open-cart, magari riuscirei a fare lo stsso, il problema è che dovrei rifare completamente il sito…
        Dici che fare un migliaio di pagine sia controproducente?
        Ti ringrazio molto
        Ciao

        • Leano Benefico

          Se lasci le categorie e poi per ogni prodotto crei un pagina dedicata la visibilità ne guadagnerà sicuramente e il fatto di avere di avere migliaia di pagine non è controproducente se servono a rappresentare il proprio catalogo prodotti, magari bisognerà adeguare il tipo di hosting alle maggiori risorse richieste dall’aumento delle dimensioni del sito

          • davide benvegnù

            Ti ringrazio molto, sei stato molto gentile, alla prossima
            Ciao !

Shares