Cosa non dovrebbe mancare nella Home di un sito per Hotel

hotel-websiteImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 7 minuti, 47 secondi
Pubblicato il 14 aprile 2015

Premessa di un matrimonio ben riuscito

Il web negli ultimi anni ha avuto profondi mutamenti, soprattutto nell’ambito dei social media e delle app, che hanno contribuito ad amplificare i messaggi e i contenuti presenti in un sito, andando anche a modificare ed influenzare le abitudini ed i consumi delle persone. Un importante passo in avanti, anche se talvolta vi sono dei clamorosi epic fail, è stato fatto anche in quella parte di web legata al turismo, con interessanti strategie di comunicazione per la promozione del territorio.

Ad esempio siti web dedicati, attraverso dei tour enogastronomici condivisi sui social, mappe interattive dove si possono caricare percorsi, punti di interesse, strutture condivisibili su mobile e social, e ultimamente “blog tour”,educational: il tutto condiviso spesso su Instagram ed altre piattaforme. La realtà aumentata (anche se in Italia ancora non è così diffusa) meriterebbe un approfondimento, poichè la sua applicazione in campo turistico è parecchio interessante.

Giusto per curiosità… in Italia gli esercizi ricettivi vengono distinti in strutture alberghiere e strutture extralberghiere (alloggi privati in affitto ad esempio i bed&breakfast, campeggi, rifugi di montagna, ostelli ed altri esercizi complementari), la capacità ricettiva è chiaramente elevatissima: il turismo è dunque uno dei settori economici più importanti del Paese (e troppo spesso sottovalutato aggiungo io).

Il web è uno dei canali più utilizzati dai turisti per cercare una struttura ed effettuare prenotazioni, trovare compagni di viaggio, recensire (purtroppo a volte screditando di proposito) quel ristorante o quell’hotel, e reperire informazioni di qualsiasi tipo utile a preparare il viaggio.

Se volete approfondire l’argomento vi consiglio questi due link: Studi e ricerche Enit – Tripbarometer 2014

L’importanza del sito web: elementi essenziali per l’home page di un hotel

Arriviamo (finalmente) al nocciolo della questione: il sito web. Già, perché molte strutture ricettive, sono dotate sì di siti web, ma non sempre vengono realizzati con quei criteri che sono fondamentali per centrare l’obiettivo principale:  suscitare interesse nel visitatore – potenziale cliente, ed ottenere una prenotazione.

Il sito web di una struttura ricettiva (ad esempio un hotel) dovrebbe rispondere a questi requisiti base:

  • facilitare la navigazione
  • essere responsive
  • favorire il contatto e la possibilità di richiedere informazioni in modo rapido, senza troppi click
  • avere installato il sistema del “booking engine” (sistema di disponibilità/prenotazione camere collegato al sito e ad un gestionale in back office), che è tassativo per offrire al visitatore un servizio efficiente e che, se ben progettato, ottimizzerà i tempi e il lavoro in azienda
  • avere come target il cliente / visitatore
  • essere veloce nel caricamento
  • facilitare la lettura dei contenuti, con la scelta giusta dei caratteri, del contrasto, degli sfondi e dimensioni font
  • rispettare le generali regole di usabilità già citate in un altro mio articolo
  • grafica di qualità con colori bilanciati, realizzata in modo professionale che sia adatta e coerente (stessi set di colori, comunicazione
  • suddivisione e gerarchia dei contenuti, ecc.) con lo stile e l’immagine della struttura. L’impatto comunicativo andrà a centrare il target di riferimento

Non sottovalutare la prima impressione che il cliente avrà appena entrerà nella homepage o nel resto del sito!

Nella parte alta della pagina è consigliato inserire le informazioni più importanti: andremo ad inserire il blocco relativo della navigazione e dei contatti, del booking engine, oltre ad uno slider con immagini e testo.

Vediamo in dettaglio un esempio con le sezioni e quelle caratteristiche che andranno a comporre una potenziale home page.

schema sito hotel

Area navigazione e contatti

Troviamo da un lato un numero di contatto rapido, un numero di cellulare (magari collegato a whatsapp, per contatti in tempo reale), e il menù di scelta lingue in cui il sito è tradotto (almeno in inglese!). Un piccolo menù accanto potrebbe contenere una voce con delle FAQ relative alla struttura, ai metodi e modalità di pagamento accettati. Infine, un link (facoltativo) per accedere al modulo contatti: quest’ultima voce può essere inserita nel menù di navigazione principale.

Il menu di navigazione deve essere funzionale e, come tutto il sito web, responsive.

sezione navigazione hotel

Si andranno ad inserire le voci più importanti, come ad esempio:

  • l’hotel (descrizione, posizione, ecc),
  • le camere,
  • una sezione dedicata al territorio,
  • gallery generale della struttura (esterni e interni)
  • i servizi generici offerti all’ospite (parcheggio, attività, ecc)
  • altri servizi che potrebbero caratterizzare la struttura (es: ristorante tipico, vegan, spa, centro benessere), ed essere “punti di forza”
  • contatti (con mappa google),
  • link ad eventuale blog

Area Booking Engine, slider, call-to-action, social

area booking hotel

Questa sezione è una delle più importanti, in quanto oltre ad essere posizionata sempre nella parte alta del sito si compone di vari moduli:

  • il modulo del booking engine: in generale questa applicazione permette al cliente di chiedere disponibilità di alloggio, inserendo vari parametri (nr. persone, periodo scelto, nr. camere e tipologia, se singola, doppia, ecc) e di effettuare la prenotazione (con pagamento in modalità sicura con carte di credito, bonifico, ecc), che arriverà all’hotel via email.
  • Call-to-action (CTA), posta sotto al booking engine potrebbe essere inserito un pulsante per invogliare il cliente ad esempio a prenotare in anticipo, oppure aderire ad una promozione, ad una iniziativa, ecc. Alternativamente il pulsante CTA può essere inserito nella slide sopra le immagini.
  • Le immagini a scorrimento (slide) debbono essere immagini professionali, ben realizzate, con le giuste luci, inquadrature, ecc. Una bella immagine colpisce più di tante parole, e per una struttura alberghiera è fondamentale presentarsi nel modo migliore, come in una vetrina. Anche se è scontato scriverlo, non bisogna “taroccare” la propria immagine aziendale, altrimenti si disattendono le aspettative del cliente, che una volta arrivato non troverà esattamente ciò che aveva visto nel sito 🙂 . E’ preferibile utilizzare slide che permettano di inserire del testo sopra l’immagine (entrambi ottimizzati SEO) con annesso pulsante call-to-action.

A mio parere 5 immagini (si raccomanda la leggerezza) che scorrono sono più che sufficienti; le altre verranno inserite nella gallery e nelle pagine dedicate alle altre aree della struttura.

In questa sezione ho incluso inoltre due elementi social: una barra “flottante” sulla sinistra per la condivisione dei contenuti, e una serie di icone sulla destra rappresentanti i canali ove la struttura è presente (es. Facebook, Instagram, G+, Twitter, ecc). La barra flottante non è tassativa, l’importante è che ci siano nella pagina, in alto sotto al titolo o in fondo al testo, dei pulsanti che permettano di condividerne i contenuti.

Area Contenuti testuali e immagini

Quest’area è molto importante per presentare la propria struttura, e per il posizionamento organico nei motori di ricerca. Viene inserita subito dopo la slide con le immagini, è consigliabile non scrivere un testo troppo lungo, non troppo tecnico, bene se è specifico (quindi non vago) per evidenziare le informazioni principali (es. Hotel in centro a Pistoia, con garage custodito).

Il testo deve essere ottimizzato con parole chiave opportunamente scelte, e suddiviso in paragrafi (suggerirei massimo 3) con titoli sintetici e rappresentativi. Si possono aggiungere alcune immagini per alternare il testo. Le altre informazioni verranno esplicitate nelle varie sezioni con più completezza.

Area “Offerte in evidenza”

Questa sezione posta sotto al testo di presentazione si può anche mettere sopra la sezione dei contenuti, in linea di massima tutte le informazioni importanti dovrebbero rimanere dentro la schermata, evitando così lo scrolling verticale della pagina.

Le offerte possono essere costituite da banner o immagini che colpiscano l’attenzione dell’utente, e conducano poi ad una pagina costruita ad hoc con le varie informazioni.

area contenuti

Barra Laterale

Se contemplata nel layout del sito, come ho fatto in questo esempio, si possono inserire varie utility, e anche un menù secondario se le voci fossero di più.

Nella colonna laterale troviamo:

1) Iscrizione newsletter

Sicuramente non deve mancare un piccolo form per iscriversi alla newsletter della struttura (per invio offerte, promozioni, invio auguri, ecc). Meglio se con il “checkbox” per autorizzare il trattamento dati – privacy. 🙂sidebar

2) Video youtube

Un video della struttura (magari con inquadrature fatte con un drone) potrebbe essere un contenuto “virale” e uno spot promozionale con un bell’impatto, da condividere sia sul sito che sui social.

Da ricordare che i video, insieme alle immagini, sono tra i contenuti preferiti e più condivisi nei social media.

3) Social Box

La pagina facebook della struttura può venir rappresentata nel like box: ho messo Facebook ma niente vieta di inserirne in alternativa uno di Twitter, Pinterest o Instagram.

4) Widget di Trip Advisor

Leggere i commenti/giudizi (positivi chiaramente) degli ospiti che hanno soggiornato contribuisce ad aumentare la fiducia nei futuri clienti, ed è molto importante per la “brand awareness”, la reputazione on line. Su Trip Advisor ci sarebbe parecchio da dire: si suggerisce di rispondere sempre ai commenti, anche ai negativi, per dar modo a chi legge di comprendere quanto la politica aziendale sia chiara, e abbia una buona pratica di “customer care & satisfaction”.

Footer

Nel footer si possono reinserire alcuni link già presenti in alto, come ad esempio:

  • contatti con info più complete (indirizzo, partita IVA dell’hotel, ecc),
  • note sui pagamenti,
  • FAQ,
  • un pulsante “torna su”,
  • link esterni ed eventuali riconoscimenti,
  • le icone delle carte di credito accettate.

Nel caso non si utilizzi il box di Trip Advisor, nella barra laterale si potrà inserire il logo con link diretto al sito.

footer sito hotel

Conclusione

Questo vuol essere un esempio di layout che una struttura ricettiva può adottare, e che può essere arricchito. Sperando di aver dato qualche spunto interessante di discussione a chi si addentra nel meraviglioso mondo del turismo e del web – o chi già c’è 🙂 – vi invito ad aggiungere nei commenti eventuali punti o suggerimenti. Buon lavoro!

  • ciao Simone, purtroppo tanti siti di strutture ricettive peccano di ‘umiltà’ in quanto, oltre al non soddisfare i bisogni delle persone che li visitano, utilizzano dei colori sparati al limite dello sfarzo che creano confusione e, nel peggiore dei casi, tante pacchianerie nate con l’avvento del Css3 (parallassi, oggetti 3d, scroll automatici e altro) e utilizzate nel modo più sbagliato possibile; il tutto insieme ad un’usabilità non delle migliori che compromette il corretto utilizzo da parte degli utenti, l’assenza di guide e la difficoltà di trovare le informazioni e/o le action da effettuare. il sito web può divenire il lato oscuro di un’attività alberghiera efficiente e ben avviata, nel peggiore dei casi uno dei motivi di affossamento

    • kozmikcharlie

      Ciao FUNemployment… ahimè sì, c’è tanto da lavorare ancora! – Grazie per aver letto il mio articolo! Simone

Shares