Cosa aspettarci nelle prossime versioni di WordPress

Fotolia_74179176_Subscription_Monthly_MImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 54 secondi
Pubblicato il 23 giugno 2015

WordPress, ormai da anni, è uno dei CMS (content management system) più conosciuti, usati ed apprezzati. In effetti ha molte frecce al suo arco, tra i maggiori punti di forza ci sono la sua facilità d’uso e la notevole flessibilità. Grazie ad una varietà pressoché infinita di temi e plugin, è infatti possibile realizzarci qualsiasi progetto web.

Naturalmente anche se WordPress ha tantissimi estimatori non gli mancano i detrattori, che lo criticano per vari motivi. Uno dei suoi punti di forza più grandi, è infatti forse anche una potenziale debolezza. WordPress, come detto è molto usato e conosciuto, e questo lo rende sovente vulnerabile ad attacchi di vario tipo, che è bene precisarlo, a volte avvengono tramite falle dei plugin di terze parti.

Se si tiene sempre aggiornato il core del CMS, così come i suoi temi e plugin, e si presta attenzione a cosa si installa, i rischi si riducono molto. Inoltre alle spalle di WordPress c’è una nutrita community di sviluppatori ed altri professionisti che ormai ogni 3 o 4 mesi (di media) rilasciano un corposo aggiornamento, con importanti correzioni di bug e novità che spesso sono in grado di stupire ed entusiasmare il web.

La prossima major release di WordPress sarà la 4.3 e dovrebbe uscire ad agosto, la 4.4 è invece prevista, al momento, per dicembre 2015. Mentre molti di noi saranno al mare, o sui monti, usciranno interessanti novità cerchiamo di anticiparne alcune.

L’ultima versione, la 4.2, detta “Bud Powell” fu rilasciata il 23 aprile 2015. Il nome che le è stato dato è quello di un noto pianista jazz. Tra le novità di questa versione, allo sviluppo della quale lavorarono quasi 300 persone, ci sono nuove e più rapide modalità per gestire e pubblicare i post e il supporto nativo per i caratteri di cinese, giapponese e coreano, oltre che per simboli matematici ed altro.

Il nome della prossima release, la 4.3 non è ancora noto, così come le novità che vi verranno introdotte, provo tuttavia a fare delle ipotesi.

Il team che lavora su questa versione ha iniziato a confrontarsi già ad aprile, e nel corso del mese di luglio arriveranno le prime beta, che in base a come andrà lo sviluppo potrebbero essere tra le 4 e le 5.

Ad agosto, o poco prima, avremo la release candidate e a seguire, nel giro di pochi giorni, avverranno le correzioni di eventuali bug e si giungerà alla versione definitiva, il cui rilascio è previsto per il 18/20 agosto.

Leggendo i materiali prodotti dal gruppo che sta lavorando alla versione (almeno quelli resi noti), e vedendo che aria tira nella community, è possibile azzardare alcune ipotesi sulle caratteristiche di WordPress 4.3.

È probabile che si presti maggiore attenzione alla sicurezza, e che quello che attualmente, su questo fronte, è affidato a dei plugin, entri nel core del CMS. Ad esempio alcuni ipotizzano che verrà integrato un sistema che generi password più sicure per gli utenti e/o che suggerisca password più complesse al momento di crearne una.

Altro aspetto sul quale si sta lavorando, e si continuerà a lavorare nelle prossime versioni, è senza dubbio la ”Mobile Experience”, sia lato utente, che per quanto riguarda chi il sito lo gestisce. Ci saranno quindi probabilmente delle novità che ti aiuteranno ad aggiornare il tuo blog, anche quando ti colleghi al pannello di controllo da smartphone.

Ci saranno poi, molte altre novità, che resteranno però sostanzialmente invisibili per chi usa WordPress, ma che ne garantiranno una maggiore stabilità, velocità e sicurezza.

Tu cosa vorresti ci fosse nelle prossime versioni di questo CMS, c’è qualche funzionalità che manca o che potrebbe essere sostanzialmente migliorata secondo te?

  • aggiornamenti sempre più all’insegna della sicurezza e della user experience, in particolar modo quella mobile grazie ad un utilizzo sempre maggiore di contenuti compatibili e anche a temi sempre più flessibili. l’unica pecca di WordPress può riguardare purtroppo le plugin di terze parti, come hai detto te non sempre sicure e talvolta buggate, ma che spesso non collaborano tra loro, hanno fogli di stile o sintassi non integrabili con la struttura WP nativa, o ancora peggio presentano ancora contenuti Flash (inutilizzabili su device mobili) o dannosi Javascript che rischiano di mandarti in malora un lavoro ben strutturato. altra cosa che mi piacerebbe particolarmente è un’implementazione di Buddypress, per renderlo un po’ più flessibile anche da front-end senza ricorrere a codici a manella. oltre a questo non ho nient’altro da segnalare, buona giornata caro Lorenzo!

Shares