Convertire un’installazione WordPress singola in una Multisite

Wordpress MultisiteImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 8 minuti, 17 secondi
Pubblicato il 28 gennaio 2014

In questo articolo presento una guida passo passo per convertire una classica installazione WordPress in un’installazione Multisite.

Per chi fosse a digiuno su questa tecnologia faccio un breve cappello. WordPress Multisite è una funzionalità presente nativamente dalla versione 3.0, precedentemente conosciuta con il nome WordPress Mu (WordPressµ), che consente di creare e gestire più di un sito/blog WordPress sotto “un’unica amministrazione”. Un’installazione multisito accomuna infatti la gestione di: utenti, temi, lo stesso wordpress e plugin creando, in particolari casi, un modo estremamente comodo per gestire i siti di un network che per design, scopo e funzionalità risultano simili.

L’utilizzo più comune della funzionalità Multisite di WordPress è quella legata ai grandi network di blog o alle testate giornalistiche online che hanno molteplici sotto-blog su varie tematiche e possono così gestire le utenze, gli aggiornamenti di WordPress, le modifiche ai temi, ecc agendo direttamente in un unico punto (ad esempio il file css del tema condiviso su tutto il network).

Personalmente ho utilizzato questa funzione anche per creare siti WordPress multilingua dove il budget per l’ottimo plugin WPML non esisteva (pensate per il sito 🙂 ). Qualcuno potrebbe suggerirmi altri plugin gratuiti, tipo Qtranslate, ma non mi soddisfano.

Attivare WordPress Multisite

Veniamo al dunque. Come detto partiremo da un installazione esistente, quindi la procedura è leggermente diversa da quella descritta nella guida ufficiale e bisogna fare attenzione su alcuni passaggi. Consiglio, soprattutto se lavorate direttamente sul sito online, di effettuare un backup dei file del sito e un dump del vostro database MySql.

Passo 1: Aggiungere la costante WP_ALLOW_MULTISITE

Loggatevi per cominciare nel vostro backend WordPress ed assicuratevi di avere la funzionalità Permalink su un valore diverso dal default (consigliato anche per un aspetto SEO) La prima cosa da fare è aprire il vostro file wp-config.php ed inserire appena sotto la riga con la costante WP_DEBUG quanto segue:

Salvate (eventualmente caricate il vostro file online via ftp PS: lo darò per scontato nei prossimi passaggi) e ricaricate la pagina dell’amministrazione Wp in cui vi eravate appena loggati. La direttiva che abbiamo appena inserito attiva una nuova voce di menù, sotto il già presente Strumenti, che si chiama Configurazione della Rete.

Accedete a questa pagina. Potrebbe venirvi chiesto di disattivare tutti i plugin attivi.

Passo 2: Creare il network di siti WordPress

installazione wordpress multisite

Giunti nella pagina suddetta vi troverete una schermata molto simile a questa (i pallini rossi indicano i passaggi fondamentali):

Al contrario della classica installazione Multisite fatta “da zero” non vi verrà chiesto che tipologia di Network volete creare. Ne esitono due:

  • SubDomain, il vostro network avrà i sotto-siti su domini di secondo livello tipo: it.sito.com, de.sito.com, ecc. E’ leggermente più complessa da realizzare perchè richiede più libertà di configurazione (es. Wildcard Dns) lato hosting. Per chi fosse interessato consiglio di dare un’occhiata alla documentazione ufficiale.
  • SubFolder, ovvero sottocartelle. Il vostro network avrà i sotto-domini nella forma: sito.com/it, sito.com/de, ecc. In questo articolo procederò ad attivare questa modalità. In giro si legge che se parti da un sito esistente l’unica possibile è la prima… bhè posso dire con certezza che ho siti live convertiti che funzionano benissimo quindi smentisco in toto e ve lo dimostro proseguendo nella lettura 🙂

Nel nostro caso non ci viene chiesto niente. Cliccate su Installa e procediamo.

Passo 3: Inserire le regole nei file htaccess e wp-config.php

convertire in multisite wordpressNella nuova schermata che avete ora davanti il nostro caro amico WordPress ha creato una serie di regole e configurazioni che vanno inserite nei file indicati. Dovrete copiare il codice ed inserirlo nei file indicati. La pagina che vedete somiglierà a questa:

Di default, risulta “attivata” la modalità subdomain. Come vedete la costante SUBDOMAIN_INSTALL ha valore true e questo significa che il Multisite verrà attivato in modalità subdomain. Lo scopo di questa guida però è un’installazione di tipo subfolder, per cui procedete come segue.

Copiate il codice che vi suggerisce la pagina nel file wp-config.php, ma abbiate cura di cambiare il valore della costante SUBDOMAIN_INSTALL a false. Dovreste avere qualcosa di molto simile a questo:

Salvate e ricaricate la pagina (o riaccedete dal menù Configurazione della Rete). Grazie a questo importante passaggio forzerete WordPress a rigenerare le regole del file htaccess per la modalità subfolder che abbiamo scelto. Chiaramente se state eseguendo la subdomain continuate con le regole suggerite al primo accesso.

Nel vostro file htaccess (che trovate nella root ftp del dominio) andate a sostituire le precedenti regole di WordPress con le nuove suggerite. Per la nostra guida dovreste avere esattamente queste regole:

Salvate tutto e loggatevi nuovamente su WordPress (a fine pagina c’è un comodo link “Log in”).

Se riuscite a loggarvi potete farvi il primo piccolo applauso. La parte più rognosa è superata. Se non riuscite a loggarvi, vi presenta una pagina bianca, il server da 500 o qualsiasi altro comportamento “non normale” rimuovete le regole appena inserite nell’htaccess e nel file wp-config.php e provate a ricominciare da capo. Se il problema persiste potreste provare a sentire il vostro hosting, a volte hanno particolari restrizioni che variano da caso a caso e che è impossibile prevedere.

Passo 4: Aggiungere i nuovi siti al network

Dal menù presente nella barra principale di WordPress accedete al menù I Miei Siti. Nel sottomenù a tendina troverete Gestione Network e un corrispondente ulteriore menù di secondo livello che riporta la voce Siti. Facevo prima a mostrarvelo… 🙂

Il menu: I miei siti

Da qui vedrete la tabella che elenca tutti i siti del vostro network. Nel nostro caso ci sarà solo il sito principale (quello da cui siamo partiti) e tramite il pulsante Aggiungi Sito presente di fianco al titolo della pagina potrete creare tutti i sotto-siti che vi servono.

Cliccando Aggiungi Sito dovrete compilare 3 campi:

  • l’indirizzo del sito (ovvero il suffisso di path del nuovo sito o l’estensione per il terzo livello)
  • il titolo del sito
  • l’email dell’amministratore

Aggiungere un nuovo sito

Cliccate quindi Aggiungere Sito e avrete creato il vostro primo sotto-sito del network e dal menù I Miei Siti potrete raggiungere la sua Bacheca e ritrovarvi nella sua amministrazione dedicata.

Il vostro database sarà ora popolato di nuove tabelle, una serie per ogni nuovo sito creato. Se il vostro database prefix è: my_wp_db_ ora troverete ad esempio, oltre alla tabella my_wp_db_posts, anche my_wp_db_2_posts dove il 2 rappresenta il sotto-sito con ID 2 che avete appena creato. Ecco un esempio:

database alla fine della procedura

Se tutto funziona correttamente, riattivate i plugin precedentemente disattivati e fate nuovamente un backup dei file e del “nuovo” database.

Problemi con la conversione di un’installazione WordPress Multisite

Come dicevo pocanzi, i problemi che si possono verificare non sono predicibili e dipendono molto dalle configurazioni dei server e delle particolari installazioni WordPress (magari customizzate).

Di una cosa sono sicuro, non è possibile passare al multisite se avete installato WordPress in una directory diversa dalla root del dominio (ci ho provato, se qualcuno ce l’ha fatta me lo faccia sapere 🙁 ). La soluzione in questo caso è un pò più complessa, ma sostanzialmente consiste nel far convivivere temporaneamente l’installazione in root e quella nella directory per poi spegnere la prima e procedere con il multisite come da copione.

Nella mia esperienza ho avuto un solo caso “anomalo”. Dopo aver fatto tutta la procedura visualizzavo correttamente il backend WordPress nel nuovo sottosito creato, ma quando accedevo al frontend del sito (il lato pubblico per intenderci) non venivano caricati i file css del tema. Dopo aver ripristinato file e backup sono ripartito da zero e sono ritornato nella medesima situazione (con grande rammarico 🙂 ). Ho quindi fatto un giro attorno alla scrivania, una piroetta sulla sedia e ho provato a salvare nuovamente la configurazione dei Permalink (sempre dal backend WordPress) e magicamente tutto si è risolto.

Rimuovere lo slug /blog dalla struttura degli url di un WordPress Multisite

Una delle cose che trovo più fastidiose di WordPress Multisite è che utilizza una struttura di permalink “fissa” per le categorie dei vostri post. In particolare viene aggiunto lo slug /blog ad ogni articolo del vostro sito. Passando quindi da un’installazione singola ad una multisite vi trovereste quindi ad avere url diversi da prima. Il vosto url sito.com/categoria/mio-post è ora diventato sito.com/blog/categoria/mio-post con tutte le controindicazioni del caso lato SEO. Una possibile soluzione è di impostare dei redirect 301 dai vecchi url ai nuovi, ma non è la strada migliore.
Lo /blog inoltre potrebbe non aver nessun valore per gli url del vostro sito ed essere addirittura fuorviante per i visitatori qualora il vostro multisite WordPress non abbia nulla a che fare con un blog.
Vediamo quindi come rimuovere lo /blog dalla struttura dei permalink. La procedura è un pò bizzarra ed invito chi volesse approfondire l’argomento a leggere questo articolo: http://praveenlobo.com/techblog/how-to-remove-the-blog-slug-from-the-permalinksurl-in-wordpress-multisite-installation-without-a-plugin/ dove si spiega in dettaglio sia quanto segue, sia la spiegazione tecnica sulla motivazione legata all’utilizzo dello /blog da parte del team di WordPress (motivi legati alle performace, per farla breve).
Ecco come fare:

  1. Dal menù: I Miei Siti -> Gestione Network -> Siti accedete tramite il link Modifica al vostro sito principale (quello assegnato alla root del dominio). Troverete una pagina che riporta tutte le configurazioni (options) legate al sito. Scorrete la stessa fino a raggiungere la configurazione relativa ai Permalink e rimuovete /blog dal relativo campo. Salvate la nuova impostazione utilizzando il pulsante a fine pagina.
  2. Accedete quindi alla Bacheca del vostro sito principale (/), quindi seguite il percorso: Impostazioni -> Permalink.Non salvate ed uscite da questa pagina cliccando altrove. La visita a questa pagina ha lo scopo di forzare un refresh delle rewrite rules
  3. A questo punto navigate il vostro sito verificando che tutti i link e le url siano funzionanti (e senza lo slug /blog!)

Voi, avete già usato la funzionalità WordPress Multisite? Se sì, mi piacerebbe sapere come… parliamone nei commenti!

PS: Mi farebbe piacere se mi aggiungeste alle vostre cerchie su Google Plus, vorrei entrare in contatto con i lettori di WebHouseIt e con chi, come me, ha una passione sfrenata per il web.

  • Andrea Cazzola

    io utilizzo polylang come plugin per il sito multi-lingua.

    http://wordpress.org/plugins/polylang/

    • Niki Rocco

      C’è sempre da imparare. Grazie, non lo conoscevo.
      Come ti trovi?

  • Ciao Niki, ottimo articolo. Cercavo proprio qualcosa di simile per creare un network in wordpress. Proverò sicuramente le tue direttive, ti ringrazio 🙂

    • Niki Rocco

      Grazie Andrea! Fammi sapere se va tutto secondo i piani 🙂

  • Annalisa Vivacqua

    Ciao Niki,
    non ho ben capito una cosa, questo funziona in alternativa a WPML oppure insieme?
    Per ottimizzare il SEO vorrei che ogni lingua puntasse ad un dominio differente, ma non ho capito se è sufficiente settarlo in WPML/Lingue oppure devo per forza far diventare il mio sito un WP multisite..
    Alternativa spostare ogni lingua sul suo dominio?

    • Niki Rocco

      Ciao Annalisa,
      il Multisite rappresenta un’alternativa a WPML. In poche parole puoi creare N siti con lingue diverse, condividendo il tema, i plugin e l’interfaccia di amministrazione. Modificando ad esempio un’aspetto del tema modificherai contemporaneamente tutti i siti del network.
      Per semplicità potresti anche valutare installazioni WordPress singole per ogni dominio/lingua. E’ chiaro che se modifichi qualcosa in un sito (ad esempio il tema, o aggiorni WordPress) lo devi replicare anche negli altri.
      Spero di averti chiarito le idee.

      • Annalisa Vivacqua

        Ciao Niki, in realtà non ho ancora capito se posso mantenere il mio sito multilingua su un dominio e con una bacchetta magica spostare virtualmente le traduzioni nei rispettivi domini…
        Qui comanda l’indicizzazione, il sito in questione avrà pochi aggiornamenti, se devo clonare il sito in ogni dominio lo faccio, se è la scelta migliore….
        Tu che ne pensi?

  • PieroMeloni

    Ciao, complimenti per la guida. Io ho un problema sulla creazione multi sito in ambiente plesk 11.5, di fatto viene creato il network, vengono creati i siti, ma non sono visibili nella loro area admin, mentre in visual del sito i css non vengono copiati e di fatto il layout è sconnesso. Avete avuto stessi problemi con plesk? Nelle versioni precedenti vi sono delle guide ma per questa versione non trovo le stesse cartelle dentro etc per cambiare comandi. Se avete info al riguardo, grazie mille

    • Niki Rocco

      Ciao PieroMeloni, purtroppo non ho esperienza su Plesk. Anche se non capisco bene quale sia la relazione.. da quello che sò è una specie di pannello di controllo per hosting. Quindi non vedo la relazione tra l’installazione multisite e il pannello di controllo del tuo hosting. Forse i problemi sono altrove.

      • PieroMeloni

        Si è un pannello di gestione della vps, come cpanel e altre, ma ha anche la gestione del server. Di fatto questo è più complesso per la gestione dei permessi cartelle, dns e altre impostazioni. Di fatto su un hosting/vps sempre con linux non ho mai avuto difficoltà, ma ora mi trovo a lavorare con macchine su plesk e tutte hanno il medesimo comportamento. Comunque grazie, spero di risolvere. Buon lavoro

  • Tony

    Ciao volevo chiederti se con il multisite si possono creare più siti ognuno con tema diverso dall’altro…se si, come si può fare? magari se non l’hai già fatto puoi far un articolo su come fare! grazie 🙂

    • Niki Rocco

      @Tony
      Si, si può fare e non serve un articolo dedicato perchè è molto semplice. Di fatto ogni sito all’interno di un multisite ha una sua “amministrazione WordPress” dove tramite il menù Aspetto -> Temi puoi selezionare il tema che preferisci.
      I temi devono chiaramente essere attivati dall’amministrazione WordPress del Network.

  • Ruben

    Ciao.
    Sto sviluppando un sito di test con WP 3.9 sotto http://localhost:7777/ ma al passaggio 1, dopo aver disabilitato i plugin, mi dice
    >>>
    Create a Network of WordPress Sites
    ERROR: You cannot install a network of sites with your server address.
    You cannot use port numbers such as :7777.
    <<<
    Come posso ovviare al problema senza andare a "disturbare virtualhosts e/o altri/simili?
    Grazie.

  • Paoluccio Anafesto

    Sei un mito!!!! grandiosa guida!!!

    insomma, oserei dire che hai spodestato il Gran Mogol delle Giovani Marmotte dalla mia top ten personale!!!! :o)
    a parte gli scherzi, bella guida e bel sito :o)

  • Amar

    Salve, grazie per questa preziosa guida.

    Una paio di domande però perché ci sono 2 punti che non mi sono chiari :

    1. Nel mio caso WP è installato in un Subfolder perché sulla root ho Prestashop, ce qualche precauzione da prendere in questo caso perché WP mi fornisce questi parametri :
    define(‘DOMAIN_CURRENT_SITE’, ‘www.nomedominio.com’);
    define(‘PATH_CURRENT_SITE’, ‘/www.nomedominio.com/’);

    Ma in realtà io dovrei indicare le sotto-cartelle credo ma ho fatto alcune prove e, seppur funziona nell’admin, non mi consente di fare il management dei siti, forse dipende dall’.htaccess ce qualche consiglio che puoi darmi ?
    2.Io desidero utilizzare il multisite solo per la gestione del multilanguage per problemi di performance di WPML, ma non mi è chiaro, la cartella principale del sito http://www.nomesito.com/blog continua a rimanere ed essere accessibile ? perché io devo avere solo due sotto cartelle ( della sotto cartella ) quindi http://www.nomesito.com/blog/en e http://www.nomesito.com/blog/it

    Grazie

  • amafra

    Salve e complimenti per la guida, volevo solo chiedere se la procedura di attivazione del multisite è la stessa per la versione ultima di wordpress 3.9.2 .
    Grazie

    • Niki Rocco

      Si, funziona anche con la nuova versione 4.1. Scusa il ritardo 🙂

  • Andrea

    Salve, per favore aiutami sono arrivato al passaggio 3 di sosituire il contenuto del file .htaccess purtroppo però non c’è da nessuna parte! Sono sicuro al 100% che non c’è. Cosa posso fare?

    Provando a cercarlo, me lo trova e cliccandoci mi manda sulla cartella public_html e li non c’è.

    • Niki Rocco

      Ciao Andrea,
      chiedo scusa se rispondo solo ora, ma non ho ricevuto le notifiche ai commenti. Hai già risolto nel frattempo?

      Probabilmente non vedi il file perchè nel tuo file system è disabilitata la visualizzazione dei file nascosti.

  • Carlo

    Complimenti per la guida, è molto chiara, proverò oggi stesso.
    Ho una domanda: una volta creato il multisite, vorrei trasformare tutto l’attuale sito in un sottosito, c’è una procedura automatica o dovrò fare il ripristino dal backup?
    grazie

    • Carlo

      Non c’è bisogno della risposta!
      Ho risolto da solo seguendo la guida, perfetta!!!
      Grazie

  • douglas00

    E’ fatta davvero molto bene: descrizioni e screenshots fanno proprio per me.
    Prima di cimentarmi però volevo chiederti se possible,se la procedura è identica avendo il sito in locale!!
    Devo sempre utilizzare un FTP?
    Grazie

    • Niki Rocco

      Ciao douglas00,
      chiedo scusa se rispondo solo ora, ma non ho ricevuto le notifiche ai commenti. Hai già risolto nel frattempo?

      No, in tal caso basta copiare i files nelle cartelle giuste.

  • Jiuann O’Deggià

    Ciao, davvero bella guida complimenti. Una domanda, nel caso in cui i domini di terzo livello siano già online e operativi con temi, plugin e articoli insomma, ma siti unici in wp da portare tutti in un multisite (domini di terzo livello ovviamente) la procedura è la stessa? Ho dei dubbi sul punto 4, esiste la possibilità di dirgli dove deve andare a puntare col db e quindi non crearlo ex-novo? Grazie mille.

  • Ciao, ho seguito i consigli e tutto funziona bene. Mi sono accorto però che ho un problema di visualizzazione nella pagina di aggiornamento quando avvio gli aggiornamenti dei plugins, dei temi e altro, come se ci fosse un conflitto javascript o altro, tutte le info di update dei plugins appaiono in modo disordinato e non riesco a capire se l’update è stato completato o meno. È successo anche a voi? non so come risolverlo….

  • Walter

    Buongiorno
    Complimenti per la vosta guida ben realizzata.
    Ho seguito le vostre indicazioni e installato e configurato la rete tipo subfolder, e aggiunto un sito.
    Ora però dalla gestione del network, seppur vedendo il sito principale e il secondo, se provo a visualizzare quest’ ultimo il browser mi restituisce una pagina bianca.
    Diversamente, se provo a visualizzarne la bacheca il browser mi restituisce questo errore:
    Questa pagina non reindirizza in modo corretto

    Firefox ha rilevato che il server sta reindirizzando la richiesta per questa pagina in modo che non possa mai essere completata.

    Potete aiutarmi?

    Grazie e buon lavoro

    • Niki Rocco

      Ciao Walter,
      chiedo scusa se rispondo solo ora, ma non ho ricevuto le notifiche ai commenti. Hai già risolto nel frattempo?

      Se no, prova a salvare nuovamente le impostazioni dei permalink e vedi se funziona.

      • Walter

        Si! ho risolto copiando e incollando il contenuto per il
        file htaccess da voi pubblicato, anzichè quello generato automaticamente
        da WordPress sul mio sito.
        Devo segnalare comunque che è
        poi subentrato un nuovo problema ( tra l’ alto non immediatamente )
        con una visualizzazione dei siti molto strana…..
        E cioè, a fasi alternate, si riesce a visualizzare le pagine correttamente mentre in diverse occasioni è come se mancassero i file CSS. (pagina di testo e links)

        Questo provato su differenti piattaforme hardware e browsers,
        avete qualche delucidazione da fare in merito??

        Grazie comunque per la sua risposta anche se “un po’ in ritardo” 🙂

        • Niki Rocco

          Ciao Walter… il problema che citi l’ho avuto anche io (nell’articolo è citato verso la fine) e ho risolto salvando nuovamente le impostazioni dei Permalink. Nel mio caso però si verificava sempre e con qualsiasi browser. Non saprei che altro consigliarti… quando un problema si presenta saltuariamente è difficile identificarlo.

  • Mauro

    Ciao Niki,
    ottima guida, proprio quello che cercavo. Ancora non ho seguito i passi per svolgere l’operazione perchè ho un dubbio: se ho due siti già completi, su due domini differenti, entrambi realizzati con wordpress, posso, dopo aver seguito i passaggi, caricare il contenuto del secondo sito in ftp?
    Mi spiego meglio, posso semplicemente effettuare un backup di uno dei due siti e caricare tutto il contenuto tramite ftp in una sottocartella o in questo modo mi carica anche i file relativi all’installazione dell’altro wordpress che avevo sull’altro database?

    • Niki Rocco

      Ciao Mauro,
      chiedo scusa se rispondo solo ora, ma non ho ricevuto le notifiche ai commenti. Hai già risolto nel frattempo?

  • Stefano Del Col

    ciao,volevo farti una domanda, è possibile con questo sistema multisito fare dei cloni di siti e poi cambiare solo il dominio e la descrizione del sito per ogni uno avendo un database unico, faccio un esempio vorrei fare un circolo di siti dove un utente si registra ad un qualsiasi sito del mio circolo e supponiamo che carichi un video su un sito qualsiasi dei miei,io vorrei che facesse una registrazione unica registrazione ed unico upload e di conseguenza sia registrato in tutti i siti del circolo che poi il video compaia su tutti ,con questa procedura è possibile o devo implementare questa funzione in tal caso quale?grazie fin da ora…. ciao

  • Diego Silvi

    Ciao Nikki, volevo provare ad iniziare la procedura di conversione, ma già al primo passaggio ho un problema.
    Dopo aver aggiunto al file la stringa WP_ALLOW_MULTISITE, e salvato il file config.php, quando vado a refreshare la wp dashboard, la pagina diventa bianca e nn c è modo di refresharla e visualizzare la bacheca… Quale potrebbe essere la causa?

    C’è qualche altro settaggio che devo fare?

    Grazie in anticipo

    Diego

    • Niki Rocco

      Ciao Diego,
      sinceramente non mi è mai successo e non saprei cosa consigliarti. L’unica cosa che mi viene in mente è che tu abbia creato qualche errore all’interno del file wp-config.php (un”;” dimenticato per es) quindi ti consiglio di ricontrollarlo.
      Per iniziare la procedura non ci sono altri passaggi o settaggi da fare.

  • Alice

    Ciao, grazie per la guida che è chiarissima. Ho però incontrato un problema: nel momento in cui vado ad inserire la stringa ‘wp_allow_multisite’ e butto nel ftp il file di configurazione non mi compare il comando alla voce strumenti. In realtà, anche aggiornando la dashboard tutto rimane invariato. C’è qualcos’altro da fare? Grazie per la risposta

    • Niki Rocco

      Ciao Alice,
      per iniziare la procedura non ci sono altri passaggi o settaggi da fare. Controlla che la sintassi nel wp-configi.php sia corretta e prova anche a forzare il caricamento della bacheca senza usare la cache del browser.

  • Federico

    Ciao.e complimenti per la guida. Devo ancora cominciare, ho appena finito di fare un backup dei file config.php e .htaccess, ma ho notato che quest’ultimo è molto più complesso di quanto illustrato da te, in quanto ho installato “Ithemes Security”. I questo caso dove devo inserire le linee di codice da te illustrate?

    • Niki Rocco

      Certo, devi inserirle. Nel tuo caso facendo attenzione a mantenere le regole del plugin di iThemes. In caso non sapessi come fare puoi disattivare il plugin temporaneamente, partire con l’htaccess vuoto ed inserire le regole indicate nella guida e poi riattivare il plugin una volta che tutto il multisite è in funzione (lasciando così al plugin il compito di inserire le giuste regole).

      • Federico

        Ottimo grazie. Nel frattempo il punto giusto (alla fine), ma ci sono delle differenze di sintassi nelle righe di codice già presenti, rispetto a quelle da te illustrate, e cioè:
        RewriteEngine On
        RewriteBase /shop/
        RewriteRule ^index.php$ – [L]
        RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f
        RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d
        RewriteRule . /shop/index.php [L]

        # END WordPress

        Preciso che il sito è nella sottocartella “shop” presente nella root principale…questo può creare problemi alle funzionalità multisite, oltre alla differente sintassi?

        • Niki Rocco

          Come riportato nella documentazione ufficiale (trovi il link all’inizio dell’articolo) non è possibile utilizzare la funzionalità multisite in una installazione in sottocartella. Dovresti migrare tutto nella root, non è impossibile ma occorre molta attenzione.

          • Federico

            Ok ti tingrazio! Per il resto vado tranquillo, una volta provveduto alla migrazione?

          • Niki Rocco

            Si, vai tranquillo. Se puoi prova la migrazione in un ambiente locale o di pre-produzione prima di operare sul sito online.

  • Federico

    Rieccomi! ho migrato tutto, effettuato tutti cambiamenti e pare funzionare, finchè….provo a connettermi alla bacheca del nuovo sito e mi dice “impossibile contattare il server”. Perchè?

    • Niki Rocco

      Sembrerebbe un problema di connettività… hai risolto?

      • Tenaga

        Ciao, mi scuso se mi intrometto, ma anche io ho lo stesso problema! Seguita tutta la procedura alla perfezione, creato il nuovo sito. Clicco su “visita” ma appare “impossibile contattare il server”. Anche se provo ad andare sulla bacheca, temi, ecc. È come se non esistesse proprio… aiuto, sto impazzendo da due giorni per cercare di capire il problema! : (
        Non è un problema di connettività perché tutto il resto funziona, compresa la bacheca del sito primario

  • Mario

    Ti ringrazio veramente la tua procedura è impeccabile e non ha fatto una piega, ho scelto la strada delle sottocartelle http://www.miosito/de ecc… tutto fila liscio… ma mi è sparito dal pannello di controllo la voce edit che mi fa accedere all’editor di configurazione es lo style.css la header.php ecc…avevo fatto alcune modifiche al lo style.css che adesso sono ritornate come da default.. posso sempre accedere da ftp e modificare i files ma era comodo averli nel menù, c’è una strada per far riapparire le pagina di editor configurazione?

  • Mario

    Ciao
    ho risolto l’editor ora si trova sul Network admin setting…

    • Niki Rocco

      Ottimo, anche perchè non usando quel tool non avrei saputo risponderti 😀
      Piccola nota… avere i file del tema modificabili dal backend di WP non è il massimo in termini di sicurezza. Se qualcuno infatti riesce ad entrare (magari perchè hai l’utente “admin” ed password “123456”) rischi che facciano danni o inniettino codice malevolo.

  • Sergio

    ciao, complimenti per la procedura descritta in maniera molto chiara e dettagliata. Ho impostato Permalink su un valore diverso dal default poi nel file wp-config.php ho inserito appena sotto la riga con la costante WP_DEBUG quanto detto. Refresh della pagina, log out, login…ma continuo a non vedere il link Configurazione della Rete in strumenti!

    • Niki Rocco

      Ciao Sergio,
      è da un pò che non faccio questa procedura e potrebbe essere che con le versioni aggiornate di WordPress lo scenario sia leggermente diverso.
      Per quello che ne so la procedura non è cambiata e me lo conferma la pagina ufficiale con la documentazione del Codex di WP “Create a Network” che riporta ancora il menù nella posizione descritta nell’articolo.
      Forse c’è qualche errore.

      Prova a vedere se nella barra in alto trovi un menù che riporta “I miei Siti” e che contiene la “gestione del network” oppure prova ad accedere direttamente all’url “……/wp-admin/network/” o meglio all’url “……/wp-admin/network/setup.php” che corrisponde proprio alla voce “Configurazione della Rete” che dovresti avere.

      • Sergio

        Ciao Niki,
        ho provato a fare come dici
        /wp-admin/network/ —> Il supporto multisito non è abilitato.
        /wp-admin/ —> Devi farti autorizzare per accedere a questa pagina.
        sembra che l’aggiunta di ‘WP_ALLOW_MULTISITE’ non sia sufficiente, potrebbe essere che nella configurazione di WP ho specificato un prefisso per le tabelle?

        • Niki Rocco

          Non saprei Sergio… è difficile fare una diagnosi così. A naso sembra che non venga preso il settings WP_ALLOW_MULTISITE quindi ti consiglio di:
          – verificare bene che tu stia usando il wp-config.php corretto
          – verificare di non avere altre configurazioni, magari più sotto, tipo WP_ALLOW_MULTISITE = false 🙂

          No, il prefisso delle tabelle non centra, anzi è buona pratica cambiarlo.

          • Gabriele Manieri

            Ciao Niki, innanzitutto complimenti. Ho effettuato tutte le modifiche ma non mi appare “I miei siti” nelle impostazioni. Come è possibile?

            Ti ringrazio

          • Niki Rocco

            Mi spiace Gabriele, ma non so aiutarti.

  • Mario

    Ciao Niki
    ora che ho tutto i mio multisito funzionante, ho tentato di migrarlo dalla directory di wordpress alla root senza riuscirci mi potresti dare qualche dritta?
    Grazie .

    • Niki Rocco

      In teoria il multisite non dovrebbe funzionarti in una sottocartella, quindi non capisco come tu sia riuscito ad arrivare a questo punto. Dovresti partire con la migrazione direttamente dall’installazione in root, non da una sottodirectory.

  • Simona

    Ciao Niki,
    anzitutto tutto grazie per l’articolo che mi ha permesso di installare il multisite. Non ho avuto alcun problema fino alla creazione del primo sito: non mi trova il percorso né la pagina di login del sito creato che quindi non posso gestire. Da cosa può dipendere?
    Grazie mille per la risposta.

    • Niki Rocco

      Ma, quando sei dentro come Amministratore del Network (appena terminata la conversione dovresti essere in questa situazione), dal menù in alto a sinistra “I Miei Siti” non riesci ad arrivare alla Bacheca del nuovo sito creato?

  • Andrea

    Per rimuovere /blog l’altra soluzione che ho trovato è quella di cambiare da define(‘BLOG_ID_CURRENT_SITE’, 1); a define(‘BLOG_ID_CURRENT_SITE’, 0);

    Io l’ho usata diverse volte…

    • Niki Rocco

      Wow… grazie Andrea! Alla prossima occasione lo proverò.

      • Andrea

        Fammi sapere se funziona anche a te! Io lo ho usato ben due volte e su entrambe funziona. Però chissà, magari funziona solo con me!

  • Attilio

    Salve, nell’ultima versione di wordpress non esiste il file htaccess. Come bisogna comportarsi con il codice da inserire?

    • Niki Rocco

      Se non c’è il file .htaccess lo devi creare tu.

  • Ciao. Sono riuscito a installare il network senza problemi grazie alla tua guida, ho creato un nuovo sito (sottocartella) con facilità, ma non riesco a raggiungere la bacheca del nuovo sito, ogni volta che ci provo, dopo un lungo caricamento, mi viene restituita una pagina con su scritto “The page isn’t redirecting properly”, ed il sito in front-end da una pagina bianca. Sai dirmi cosa può esserci che non va? Grazie per la guida!!

  • Dani

    Ciao bella guida. Solo che ho un problema sul mio sito installato in locale. Ho fatto tutta la procedura descritta, ma quando clicco su login in basso ho questo errore: “Troppi reindirizzamenti cercando di aprire localhost. Questo potrebbe accadere quando apri una pagina che reindirizza ad un altra pagina che reindirizza alla pagina originale.” Sto lavorando in locale su Mac utilizzando Mamp. Grazie

    • Niki Rocco

      Ciao Dani, potrebbe essere proprio l’uso di “localhost” a creare problemi (se leggi i requisiti del multisite vedi che c’è scritto che non si può usare localhost come url). Ti consiglio di usare un virtualhost e di fare l’installazione su un dominio fittizio tipo “miosito.local”.
      Se cerchi su google “wordpress multisite localhost mamp” trovi delle guide fatte bene.

  • Ciao Niki, una domanda. Ho il problema inverso e ho la necessità di convertire un multisite (composto così http://www.sitoA.com che posso eliminare del tutto e un http://www.sitoA.com/sitoA/ che devo assolutamente mantenere) in una installazione wordpress “normale”. E’ possibile? O mi puoi indicare una guida?

    • Niki Rocco

      Nel momento in cui cancelli tutti gli altri siti non credo sia così “costoso” mantenere il multisite attivo. Anche perchè a quanto capisco vuoi mantenere il sito attivo nella sottocartella in cui già “vive”. Sinceramente non ho mai fatto il percorso inverso e non saprei nemmeno indicarti una guida.

  • Fran Fra

    Ciao Niki, ottima guida. Ho seguito passo passo la guida e sembra tutto funzionare. Sto creando la versione in inglese del mio sito, quindi tema di wordpress, grafica e media devono essere gli stessi. Non mi sembra che i media vengono condivisi o mi sbaglio? Altra domandina, avevo installato il plugin SEO by yoast e mi dice che non poteva essere utilizzato per il network. Se ho capito bene si possono usare plugin condivisi e plugin installati solo su un singolo sito? Ultimissima domanda giuro…sarebbe possibile utilizzare un database di verso per ogni sito in modo da non appesantirlo col tempo? Grazie Francesco

  • Paoloni Paolo

    Ciao Niki, la guida mi sembra chiara. A leggere i commenti degli utenti tuttavia mi sembra che i problemi incontrati siano molti, plugin fondamentali come il SEO by yoast che nel network paiono non funzionare, e varie altre cose. Io ho un sito standard e sto valutando l’opportunità del passaggio al multisite, ma non c’è altro modo di utilizzare i sottodomini o le sottocartelle voglio dire un sistema più semplice del multisite che consenta di creare accanto al sito principale uno o più blog ma senza questi problemi? Sinceramente pensavo che fosse più facile inserire una sottocartella. Quella l’ho creata ma poi mancando un tutotor da seguire sulle sottocartelle non ci sono riuscito, in pratica la cartella è rimasta miseramente vuota.

  • Paoloni Paolo

    Ciao
    Niki, la guida mi sembra chiara. A leggere i commenti degli utenti mi
    sembra che i problemi incontrati siano molti, plugin fondamentali
    come il SEO by yoast nel network paiono non funzionare, eccetera
    eccetera. Io ho un sito standard e sto valutando l’opportunità del
    passaggio al multisite, ma non c’è altro modo di utilizzare i
    sottodomini o le sottocartelle voglio dire un sistema più semplice
    del multisite che consenta di creare accanto al sito principale uno o
    più blog ma senza questi problemi? Sinceramente pensavo che fosse
    più facile inserire una sottocartella. Quella l’ho creata ma poi
    mancando un tutor da seguire sulle sottocartelle non ci sono
    riuscito, in pratica la cartella è rimasta miseramente vuota.

  • Paoloni Paolo

    Ciao Niki, la guida mi sembra chiara, tuttavia a leggere i commenti degli utenti mi sembra che i problemi incontrati siano molti, plugin fondamentali come il SEO by yoast nel network paiono non funzionare, eccetera eccetera. Io ho un sito standard e sto valutando l’opportunità del passaggio al multisite, ma non c’è altro modo di utilizzare i sottodomini o le sottocartelle voglio dire un sistema più semplice del multisite che consenta di creare accanto al sito principale uno o più blog ma senza questi problemi? Sinceramente pensavo che fosse più facile inserire una sottocartella. Quella l’ho creata ma poi mancando un tutor da seguire sulle sottocartelle non ci sono riuscito, in pratica la cartella è rimasta miseramente vuota.

  • Niki Rocco

    @fran_fra:disqus scusa il ritardo. I media non vengono condivisi (ed è così “by design”) e WordPress SEO by Yoast funziona tranquillamente anche su Multisite. Una volta attivato un plugin nel Network viene reso disponibile anche nei singoli siti, forse c’è qualche problema nella tua installazione.
    Che io sappia non c’è un opzione “comoda” che permetta di usare database diversi per ogni sito, se ti serve dovrai probabilmente scriverti da solo qualche plugin che lo faccia.
    @paolonipaolo:disqus come detto sopra WordPress SEO by Yoast ed altri mille mila plugin funzionano benissimo. Certo, l’operazione di conversione è delicata e possono esserci degli intoppi, ma quando hai il multisite funzionante i problemi che ne derivano possono essere legati al multisite stesso e non più alla procedura in se.
    Non capisco bene la necessità di associare in un solo sito più blog in sottocartelle… perchè non creare categorie diverse del blog per i vari “sottoblog” che ti servirebbero?

    • Claudio

      Ciao, entro nella discussione perchè sto provando a creare un multisito per gestire vari argomenti e un blog. Ho attivato Yoast SEO nel network e su tutti i singoli siti ma su ciascun sito c’è sostanzialmente il plugin funzionante a compartimenti stagni, come faccio a gestire le informazioni comuni e la sitemap in modo che prenda tutte le pagine dei vari siti? E’ necessaria forse la versione premium?

  • Emanuele Ghidoni

    Ciao ragazzi, innanzitutto complimenti a chi ha ideato il post. In secondo luogo io avrei un problema…sebbene segua la procedura per inserire allow multisite nel file php corretto, e nonostante disabiliti tutti i plugin, non appare nulla per la configurazione del network all’interno della voce strumenti…può essere che con la versione nuova di wordpress le cose siano cambiate? Grazie.

  • Ciao Niki.
    Grazie per il post chiaro e semplice.
    QED. Ho provato ad installare la funzione multisite su un sito con un indirizzo IP, qualcosa del tipo 192.11…/~site, e non il nome a dominio secco, e in Configurazione della rete nel menu Gestione network / Impostazioni ecco un Warning
    Warning: strpos() [function.strpos]: Empty needle in /home/~site/public_html/wp-admin/network.php on line 352

    Alla line 352

    $home_path = 0 === strpos( $abspath_fix, $document_root_fix ) ? $document_root_fix . $base : get_home_path();

    Credi abbia a che fare col fatto che sto lavorando sotto IP e non sotto il nome a dominio?
    Credi, inoltre, che se procedo ignorando il warning mi incasino?
    Ho provato a modificare il file host associando all’indirizzo IP il nome a dominio, ma senza risultati.

    Piuttosto, sono andata a vedere le configurazioni del file .htaccess di un altro sito per il quale avevo attivato il Multisite ma su dominio secco.

    Ebbene, mentre nell’altro sito alla riga 2, ovvero

    *********************************
    RewriteEngine On
    RewriteBase /
    *********************************

    c’è solo lo slash e basta, in questo ecco cosa appare:

    *********************************
    RewriteEngine On
    RewriteBase /~site/
    *********************************

    Temo che sia quello il problema. E daccapo credo di tratti, come dicevi tu, del fatto che il sito si trova o sembra trovarsi in una sottocartella.
    Che faccio? E devo attivare almeno 5 lingue 🙁

    Grazie per l’aiuto

    Silvia

    • Nessun suggerimento?
      Grazie
      Silvia

    • loris

      quel RewriteBase / è l’indicazione di andare a scrivere nella root. Se è aggiunto anche ~site/ sembra suggerisca di andare a riscrivere anche nella directory principale di ~site.

      Io controllerei che il primo sito sia installato nella directory principale. Il secondo probabilmente lo è ed è già stato attivato il nomedominio (non sei ancora al solo IP)

      Riguardo all’errore alla linea 352, dice che manca una informazione. Secondo me manca il path della home della sito, che nel tuo caso è un indirizzo ip e non il classico xyx.com.

      Sono suggerimenti, senza guardare dentro gli errori e nel codice è un pò fatica.

      • Grazie Loris.
        Da quel che capisco non si può fare multisite se non nella root principale con dominio secco… giusto?
        In realtà /~site/ è nella root principale. Solo che l’hosting mi fornisce un indirizzo del tipo 192.11…/~site finché non faccio puntare i DNS verso il nome a dominio secco, e questo per me è un bel casino.
        Ho provato modificando il mio file host ma non funziona. Penso per via del fatto che il dominio principale punta verso il vecchio sito e modificando il mio file host credo si verifichi una specie di crash nelle chiamate (parlo in modo impreciso perché questo non è il mio campo): seguo il comando del file host o vado dove punta davvero il nome a dominio?

        Invece sto provando a vedere se posso puntare un nome a dominio provvisorio per poi cambiarlo a sito finito (il nome a dominio ufficiale mostra ancora il vecchio sito e quello il cliente non lo vuol toccare).
        Grazie ancora 🙂

        Silvia

  • Paolo

    Giusto per la cronaca… 😀
    it.sito.com, de.sito.com sono domini di TERZO livello, non di secondo 😉

    primo livello: estensione (es .com)
    secondo livello: la parte a sinistra del punto (es sito.com)
    terzo livello: es mio.sito.com

    😉 Paolo

  • Manuel Garibaldi

    Ciao, ho letto tutto quanto e lo trovo ben scritto. Una domanda.
    Io ho iniziato un sito come “singolo”. Poi ho creato un secondo sito in una sottocartella (stesso template, stessi plugin ma contenuti e database differenti).

    È possibile la conversione mantenendo i contenuti del primo e del secondo sito?

  • daniela gianatti

    Ciao, ho seguito la tua procedura e sono riuscita ad installare Multisite su WP.

    Il nuovo sito che sto andando a creare dovrebbe essere la versione dell’originale in un’altra lingua. Quindi il risultato che mi sarei prefissata sarebbe quello di ottenere un sito speculare in tutto tranne che nella lingua. Dopo aver attivato il Tema del sito principale (Boemia, versione Free), mi si è presentato un problema con l’area di gestione del MENU del tema stesso, il seguente:

    La pagina web ha generato un loop di reindirizzamento

    ERR_TOO_MANY_REDIRECTS.

    Ho provato a cancellare il nuovo sito e ricrearlo. Stesso identico problema.

    Potresti aiutarmi a capire e risolvere il problema?

    Grazie mille in anticipo

    Daniela

  • Grazie mille per la guida, ho seguito i tuoi consigli e funziona tutto alla perfezione!

  • andreaguerra80

    Ciao ma hai cancellato la mia domanda?

Shares