Commenti per WordPress: Plugin alternativi

Fotolia_55830018_Subscription_Monthly_MImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 4 secondi
Pubblicato il 8 luglio 2014

Oggi parleremo di un aspetto molto importante quando si va a realizzare un blog con WordPress: i commenti.

I commenti sono parte integrante del blog e sono utili per avere un confronto diretto con i propri lettori.
Una volta installato WordPress , troviamo già disponibile un modulo per gestire i commenti con un sistema di moderazione integrato, ma può essere migliorato sotto molti aspetti. La prima cosa che si può fare è migliorare l’accesso ai commenti, dando la possibilità di effettuare l’accesso tramite social network; questo rende più comodo per il lettore commentare senza dover compilare noiosi form di registrazione.

social login

Link: Social Login

Possiamo anche sostituire il modulo per i commenti integrati con altri molto più evoluti, ad esempio usando il servizio offerto da Disqus, che offre anche un ottimo sistema per gestire e moderare i commenti e permette di effettuare l’accesso al servizio tramite i vari social network. Un altro vantaggio è che il sito viene inserito all’interno di una community, che tratta i nostri stessi argomenti; questo permette di ampliare la visibilità dei nostri post e del blog stesso, portando nuovi utenti.

disqus

Link: Disqus Comment System

Altro metodo che può risultare altrettanto efficace può essere l’integrazione dei commenti con facebook  tramite plug-in. Questa soluzioni ha molti vantaggi, come la comodità per il lettore di poter commentare tramite il proprio account facebook e la possibilità per il blogger di aumentare la visibilita grazie alla componente social, visto che i commenti fatti sul social vengono integrati nel flusso dei commenti lasciati sul blog. È disponibile anche un sistema integrato per moderare i commenti.

facebook

Link: Facebook Comments by Vivacity

Esistono anche dei plug-in per gestire i commenti tramite google+. I vantaggi sono simili a quelli visti con i commenti facebook inoltre si andrà a beneficiare di una migliore indicizzazione sul motore di ricerca google. Note negative sono l’integrazione delle condivisioni nel flusso dei commenti e una gestione per la moderazione dei commenti ancora carente.
Il plug-in scelto è quello che offre più personalizzazione nella configurazione per l’integrazione di google+ all’interno di WordPress.

google+

Link: Google+ Comments

Abbiamo analizzato le più diffuse alternative alla versione standard del modulo commenti per WordPress, si può scegliere di puntare ai commenti tramite social network rinunciando a una parte del controllo sulla gestione del sistema dei commenti o rinunciare alla parte social e preferire un controllo maggiore sul sistema, tu quale metodo preferisci? Ti affidi ai social per gestire i commenti nel tuo blog alla piattaforma disquis o fai tutto tramite la sezione commenti integrata in WordPress?

  • Disqus un ottimo sistema per gestire i commenti? 🙂

    Sai quante volte non sono riuscito a commentare perché appariva l’icona animata e il messaggio che diceva che Disqus ci stava impiegando un po’ a caricarsi? Quei post hanno perso i miei commenti, ovviamente.

    Commenti Facebook: io non sono iscritto a Facebook e spesso non ho potuto commentare nei blog che hanno avuto questa geniale idea.

    Commenti Google+: sai che succede quando commenti? Che se apri Google+ trovi persone che parlano da sole. Il commento non viene solo inserito nel post, ma di default finisce nella tua home page di G+.

    La peggiore situazione si ha quando usi tutto: commenti proprietari del blog, commenti FB e commenti G+. In quel caso tutta la discussione è frammentata e viene inibito il dialogo fra i lettori.

    Quindi no a queste nuove tecnologie che danneggiano soltanto il blog, in virtù di una maggiore visibilità sui social. I commenti devono restare nel blog, quindi lunga vita alla sezione integrata in WordPress.

    Fai un’altra considerazione: devi spostare il tuo blog da un hosting all’altro. Esporti il database. Che fine fanno i commenti di Disqus, di Facebook e di G+?

    • Ciao @danieleimperi:disqus, io non sono d’accordo con te, quantomeno su Disqus che ho avuto modo di settare più volte su svariati siti 😉

      Disqus: è un sistema esterno, con i suoi server ecc… è normale che abbia dei momenti di “downtime”, succede con qualsiasi server, mentre trasferisci files e fai operazioni di questo genere. Solitamente, salvo rari casi, la cosa si risolve molto rapidamente con un semplice refresh. Per esperienza è uno dei sistemi migliori. PS: i commenti di Disqus si possono esportare tranquillamente 🙂

      I commenti FB da soli non hanno senso, concordo, dovrebbero sempre essere affiancati ad un’opzione indipendente, e Google+ è autoreferenziale su quello concordo.

      A mio avviso i vantaggi di un sistema come Disqus sono molteplici rispetto allo “svantaggio” di qualche downtime (cosa sempre meno frequente). Possibilità di usare tutti i social (quindi l’utente decide spontaneamente quali “dati” fornire) o non usarli, sistema pronto da integrare e già pronto per essere responsive, ottimo sistema antispam, possibilità di importazione ed esportazione dei commenti nativi. Insomma, a che pro odiarlo? 🙂

      • A che pro odiarlo, dici? Perché, appunto come hai scritto, è un sistema esterno al blog, tu quindi non sei assolutamente proprietario di quei commenti. Se Disqus chiude, perdi tutte le discussioni dei tuoi post. Se decidi di abbandonarlo e usare i commenti di WP; perdi i commenti ricevuti. Io lo avevo inserito in un mio blog tempo fa e i commenti precedenti erano spariti. Ripristinati, poi, per fortuna, quando ho tolto quel plugin.

        Parliamo anche di dati: se uno commenta nel mio blog, può giustamente inserire il link al suo. Su Disqus? Io se passo il cursore sul tuo nome leggo la url di questo post, non posso approdare al tuo sito.

        Coi commenti proprietari alla voce url decidi di inserire quello che vuoi, anche il profilo social che preferisci.

        I vantaggi di cui parli sono già nei commenti di WP. Con la differenza che Disqus è esterno e questo è uno dei principali motivi per non usarlo.

        • Bhe ma non è vero che perdi le discussioni Daniele perchè i commenti sono sincronizzati, se decidi di abbandonarlo ti resta tutto. Anche qui, in questo momento tutti i commenti vengono tenuti in doppia copia 🙂 Quindi questo è falso.

          Per il resto, se clicchi sulla mia “faccina” vedi l’url del mio sito, io del tuo lo vedo no? Infine, i vantaggi che ho elencato non li hai nativamente su WP, certo se compri un tema hai il blocco commenti già responsive okay, però poi devi impostare un sistema antispam (se usi akismet e basta ti si riempie cmq il cestino di migliaia di commenti).

          • Da un punto di vista tecnologico, per come la vedo io, Disqus è più efficente del sistema di commenti integrato perchè distribuisce il carico di lavoro (probabilmente c’è un CDN dietro, per cui…), ti permette di vedere tutti i commenti a parte e questo, peraltro, velocizza mediamente il caricamento delle pagine del blog, specie nel momento in cui tu abbia molti visitatori. Senza contare che se ti arrivassero pingback a raffica o spam di ogni genere Disqus sarebbe in grado di filtrarli senza che il tuo sito ne risenta, il che mi pare una cosa non da poco. DIversamente se fossi sotto un attacco di comment spam staresti diversi minuti a cancellare quella spazzatura dal tuo blog, col rischio di farti “ingolfare” il server.

            Il piccolo scotto da pagare in questi casi è che non sempre la sincronizzazione è real time ed a volte, sì, Disqus si inchioda, ma nel momento in cui – come ricorda Davide – puoi fare sempre doppia copia di ogni commento, il problema non si pone.

            Del resto il problema che pone Daniele è concreto quanto lo è, ad esempio, salvare documenti su Google Docs senza averne una copia in locale. In genere i sistemi distribuiti sono così, ti danno l’illusione che sia tutto facile e pratico ma in effetti bisognerebbe farci attenzione. Ma nulla è troppo drammatico quando sai quello che stai facendo (e questa cosa non è scontata per molti, mi rendo conto 🙂 )

          • No, non è falso, perché quando ho installato Disqus su un mio blog, i commenti che avevo ricevuto erano tutti spariti. Tutti i miei post, e erano oltre 1000, avevano 0 commenti.

            Riguardo ai link, come faccio a sapere che per vedere il tuo sito devo cliccare sul tuo avatar? Non è certo intuitivo, non trovi? In pratica si apre una pop up… quando la url sul nome nei commenti WP è più immediata.

            Akismet è di default e lo spam si cancella con un click.

          • @danieleimperi:disqus evidentemente hai saltato qualche passaggio per perdere i commenti, mi spiace, io li ho sempre sincronizzati senza problemi, non diamogli problemi non suoi 🙂 Per il resto, il mondo della web-usability non è una scienza esatta, a me sembra intuitivo che cliccando su un avatar vedo le informazioni di un utente. Detto ciò, lungi da me osannare Disqus, ma mi sembra una demonizzazione eccessiva per partito preso 🙂

          • Leano Benefico

            Una singola brutta esperienza personale non penso basti per bollare come pessimo un sistema come Disqus che ovviamente come tutte le cose ha pregi e difetti

        • Francesca Borghi

          Dany ma ciaooooo
          Dai però alla fine sei qui a commentare e quindi sotto sotto un po’ ti piace ahahahah 🙂
          A parte gli scherzi, ogni plugin ha i suoi pro e i suoi contro dal mio punto di vista e sta a chi gestisce il blog scegliere quello con cui si trova meglio non trovi?

          • Sono a commentare contro il Male rappresentato da Disqus e da tutti i sistemi che danneggiano il blogging 🙂

          • Francesca Borghi

            Io di certo non sono un tecnico e quindi mi cucio la bocca.
            Però guarda quanti commenti in questo post… tutto sommato funziona no?
            Io non ho avuto problemi… sarà che sconfiggo il male con un sorriso? (qualora esistesse il male ahahhaha)

          • 😀 you win @francescaborghi:disqus

  • io uso anche Social di Mailchimp che permette la condivisione automatica e raccoglie e pubblica tutti i like e retweet. grazie del post, voglio provare Facebook comments, anche io non amo Disqus

    • Leano Benefico

      Ciao Laura grazie del tuo suggerimento a proposito di Mailchimp, riguardo Disqus che cosa non ti convince di questo sistema?

      • anche io a volte ho avuto problemi con il login, e fondamentalmente non mi piace che sia un servizio ulteriore esterno, anche se ha la sua comodità visto che puoi commentare su diversi blog che ne fanno uso ricevendo anche i digest. pro e contro perché a volte non ricordo chi/cosa/dove ho commentato e faccio casino XD

        • Quello del login è un problema legato ai browser Laura purtroppo possono farci poco 😀

  • Carmen Molinelli

    Leano volevo porti una domanda semplice: quando si installa uno di questi plugin i vecchi commenti che fine fanno?

    • Leano Benefico

      Ciao Carmen, per quanto riguarda Disqus è molto semplice, basta seguire la procedura guidata per importare i vecchi commenti sul nuovo sistema, per i i commenti basati sui social purtoppo non si possono inserire i vecchi commenti nel nuovo sistema, quindi l’unica alternativa per non perderli è lasciare anche il vecchio sistema in funzione, creando però un problema di frammentazione del flusso commenti. Quindi nel caso di blog che ha già un buon numero di commenti va valutata con attenzione se vale la pena integrare i commenti social per i problemi appena descritti.

      • Carmen Molinelli

        Ottimo buono a sapersi, certo l’ideale è partire già con Disqus o altri per evitare rogne 🙁

  • Emmanuel

    Disqus senza dubbio una spanna sopra tutti gli altri

  • Posso sapere come hai ottenuto la possibilità qua sul sito, usando disqus, di inserire la spunta per commentare in anonimo? (cioè senza dovere obbligatoriamente registrarsi o essere registrati a disqus e/o social)

    • fra

      Devi spuntare “Allow guests to comment” dalle impostazioni disqus.. Così si può commentare senza registrazione.. Però per avere il pulsantino in italiano non lo so nemmeno io.

  • Io troverei perfetto disqus se riuscissi a far commentare i miei utenti solo dopo loggiati al mio sito, e quindi utilizzando il profilo creato direttamente sul mio sito

    • fghfghfghfg

      jghjhg

  • massimiliano

    Ciao ti posso chiedere come sei riuscito sd ottenere i testi in Italiano di Disquis? Ad esempio Entra condividi consiglia?

    Grazie

    • Leano Benefico

      Per avere i testi in italiano devi andare nelle impostazioni disqus e scegliere la lingua italiana

  • ottima guida grazie

  • Perfetto quello che mi serviva….. Grazie 🙂

  • Nuccio

    Ciao, è possibile consentire di commentare un articolo solo in una determinata fascia oraria ?
    Ci sono plugin che svolgono questo compito ? Grazie!!!

    • Leano Benefico

      Ciao non conosco plug-in che svolgono tale compito

  • Luca Bonina

    prova

Shares