Come trovare nuovi clienti e puntare su una nicchia per guadagnare di più

Cercare ClientiImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 5 minuti, 32 secondi
Pubblicato il 26 settembre 2014

Hai mai avuto voglia di mollare quei clienti difficili che investono poco e che ti chiedono continui aggiornamenti e modifiche del loro sito senza pagarti un euro in più? Se fai parte anche tu come me di questi web designer, grafici e sviluppatori freelance che hanno lo stesso problema, voglio darti qualche dritta utile per migliorare la situazione.

Qui sotto ti suggerisco alcuni azioni pratiche che puoi compiere fin da subito per riuscire a trovare clienti puntando su una nicchia precisa, senza dover bussare alle porte di aziende o di piccoli imprenditori per essere scelto come collaboratore.

Creati una forte presenza sul web

Magari sono informazioni che già conosci, ma volevo solo ricordarti che senza questi elementi, è difficile poi gettare le basi per trovare nuovi clienti. Conosco molti web designer che per vari motivi, una gestione del tempo non ottimale, la mancanza di una vera motivazione o idee poco chiare sulla strada da seguire, hanno una presenza sul web molto scarsa o gestita male.

Magari hanno creato un blog, che però non li aiuta a trovare nuovi clienti, forse perché non hanno ben focalizzato a chi rivolgersi o forse perché non sanno di preciso di cosa parlare. Fatto sta che hanno perso un sacco di tempo prezioso che potevano usare meglio.

Altri professionisti invece hanno una presenza su Facebook, ma a parte perdere tempo a controllare gli aggiornamenti dei propri amici, non usano questo canale nel modo giusto. Quindi, “cosa dovrei fare per lavorare nel modo giusto?” Se questa è la domanda che ti sei posto ora, ecco cosa ti suggerisco:

  1. Crea una presenza professionale online: ci sono una serie di tool, siti e servizi online che ti permettono di aggiungere gratis il tuo profilo professionale per ottenere la massima visibilità da più parti. Un servizio su tutti che ti consiglio di usare è about.me, che ti permette di raccogliere in un unica pagina chi sei, cosa fai, come possono contattarti e un bel link follow al tuo sito web.
  2. Realizza il tuo portfolio: usa dei servizi che ti consentono in modo gratuito o quasi, di inserire e far vedere i tuoi lavori. Sono pochi i freelance che hanno organizzato e raccolto in maniera precisa e professionale il loro portfolio.
  3. Crea il tuo sito professionale: oltre ad usare tool e servizi esterni, realizzare il tuo sito portfolio è una priorità. All’interno potrai inserire chi sei, cosa fai, il tuo portfolio con i migliori lavori realizzati, magari una lista di clienti importanti per cui hai lavorato, i testimonial di alcuni clienti che fanno capire meglio quello che sei riuscito a fare per loro e tutti i metodi possibili per contattarti.

Se il potenziale cliente vede che sei professionale, preciso, esperto, affidabile, spieghi bene come lavori e sei etico e trasparente, avrai molte più possibilità di aumentare il tuo giro d’affari e il numero di persone che ti contatteranno per un preventivo. In questo modo inoltre, attirerai solo quel tipo di clienti a cui piace lavorare con una persona in gamba come te.

Quindi ricapitolando, creati una presenza sul web che faccia da calamita solo a quelle persone che vuoi gestire come clienti, scartando tutti gli altri che ti faranno perdere tempo, o peggio, ti faranno lavorare tanto per pochi spiccioli.

Posizionati in modo preciso

Molti pensano che bisogna presentarsi online come un web designer che sa fare tutto e che si rivolge a chiunque. Io penso che questa strada non sia corretta per emergere dalla concorrenza e per far capire immediatamente a chi ci rivolgiamo.

Quello che i clienti vogliono, è trovare un professionista che sia in grado di soddisfare specifiche esigenze e risolvere i loro problemi, non un tuttofare. C’è talmente tanta offerta e concorrenza, sopratutto nel settore del web design, che diventa complesso poi, da parte di un potenziale cliente, scegliere la persona giusta.

Quindi per avere successo come web designer, il mio consiglio è di puntare ad un mercato preciso e non sparare sul mucchio sperando che qualcuno sia attirato in qualche modo dal tuo profilo professionale.

Non pensare che focalizzarti solo su un ristretto numero di persone non possa poi permetterti di vivere degnamente come freelance, perché in Italia pochissime persone usano questa strategia per promuoversi online.

L’avvocato ha esigenze diverse rispetto al fotografo di matrimoni, il venditore di mobili di Ancona ha esigenze diverse rispetto al proprietario di un hotel 3 stelle di Rimini. Cosa preferisci fare quindi: vuoi dimostrare che sai fare tutto per tutti o vuoi gestire un seguito di clienti affidabili, che hanno completa fiducia nelle tue capacità, che ti lasciano campo libero perché ti reputano un esperto del settore e che ti pagano bene?

Quindi se vuoi ottenere questi risultati, è meglio puntare su un target di pubblico più mirato che puoi soddisfare in maniera precisa. Come fare? Dai un’occhiata a questi consigli.

Fatti trovare per esigenze specifiche

Sono due i canali che puoi sfruttare per intercettare il tuo pubblico ideale: le ricerche su Google e lo studio dei social network. Da una parte i motori di ricerca mi aiutano a trovare ciò che sto cercando, dall’altra, preferisco ricevere consigli dai miei amici o dalle persone di cui mi fido. Quali azioni compiere quindi per posizionarti e farti trovare online per trovare nuovi clienti?

Cerca di capire quali frasi userebbero i tuoi potenziali clienti su Google e nei social se volessero cercare una figura professionale come la tua. Consiglio pratico: se hai avuto già più di un cliente in un settore specifico, ad esempio nel mercato della vendita delle stampanti laser, chiedi a loro quali sono state le frasi che hanno scritto su Google per sceglierti come web designer freelance per la creazione di un ecommerce di stampanti.

Ogni volta che mi contattano per un preventivo via email, chiedo sempre alla persona che vuole rivolgersi a me, quale frase ha usato per raggiungere il mio sito o profilo professionale, e cosa l’ha convinta a contattare me rispetto ad altri concorrenti del settore.

Cerca inoltre di capire quali sono le problematiche che questo target di persone a cui vuoi rivolgerti deve risolvere. Avranno di certo delle esigenze diverse rispetto ad altre attività. Crea poi un sito da zero che si rivolga solo alle persone che hai intercettato e che vuoi come clienti, usando le frasi e le parole che hai raccolto durante l’analisi della tua nicchia di mercato.

Qual è la strategia che usi per trovare nuovi clienti?

Anche tu stai lavorando online in una nicchia di mercato? Mi piacerebbe scoprire alcuni casi studio ed esempi reali di altri web designer, grafici e programmatori che hanno scelto una strada diversa dal promuoversi e trovare clienti con il classico sito sofaretuttoio.it. A te la palla nei commenti qui sotto.

Shares