Case history su Facebook: Bunsen Burger

imageImmagine originale tratta da Fotolia
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 27 secondi
Pubblicato il 3 febbraio 2015
in: - 4 commenti

Settore: ristorazione

Prodotto: hamburger newyorkesi

Obiettivi:

  1. Aumentare la popolarità del marchio
  2. Incrementare le vendite nel negozio

fanpage bunsen burger

Quando si crea un’azienda, uno dei passaggi più impegnativi è proprio l’affermazione del brand e l’incremento della popolarità (con conseguente aumento delle vendite). È lo scoglio in cui si imbattono la maggior parte delle persone che al giorno d’oggi aprono nuove attività.

Questo caso studio riguarda il settore della ristorazione e l’azienda in questione è Bunsen Burger. Nel 2013 quest’azienda decise di aprire il suo primo locale a Dublino. La mission era portare il classico hamburger di New York a Dublino.

Le prime difficoltà che si possono incontrare sono chiare:

  • come faccio a far conoscere questa tipologia di prodotto?
  • come raggiungo i miei potenziali clienti?

Attraverso una facile ma intelligente strategia hanno raggiunto, in meno di un anno, risultati importanti che vedremo in seguito. Prima di tutto vediamo i canali che hanno attivato:

  • sito web aziendale (che a mio parere resta comunque fondamentale in una strategia) molto facile: menu, dove siamo, chi siamo.
  • vimeo: i contenuti video sono da sempre quelli che riscuotono più successo e condivisione dagli utenti e loro hanno realizzato dei video che spiegano chi sono e come creano il loro prodotto
  • twitter: per diffondere più velocemente la notizia in diverse parti del mondo
  • instagram: per far scoprire la realtà dell’azienda, cosa si nasconde dietro; quindi molte foto dei prodotti nelle varie fasi e foto su attività ed eventi che svolgono all’interno del locale
  • facebook: per raggiungere il pubblico, fidelizzarlo e convertirlo in clienti

Ogni canale attivo in una strategia deve assolutamente avere una spiegazione valida affinché lo si attivi. Come puoi notare non è stato attivato PinterestLinkedin o il mitico Google+. Evidentemente hanno preferito focalizzare l’attenzione sulla creazione di contenuti che fungessero da “passaparola”, questo fantastico strumento di marketing che agisce sempre alla grande.

Soffermandoci sulla strategia attuata sulla fanpage di Facebook, hanno trovato due strade per il raggiungimento dei loro obiettivi che si sono rivelate gli ingredienti del successo:

  • post creativi (informazioni sul locale, sul menu, sulle offerte, orari ecc accompagnati da immagini di alta qualità)
  • concorsi

Sono riusciti così a raggiungere il primo obiettivo, quello di aumentare la popolarità del marchio.

Per aumentare invece le interazioni sono stati attivati dei concorsi. Per essere efficaci i concorsi hanno bisogno di alcuni ingredienti di base:

  • un premio reale, di valore ed appetibile (meglio se è qualcosa che non potrebbero avere altrimenti)
  • il linguaggio e i passaggi che l’utente deve compiere devono rigorosamente essere facili

I concorsi Bunsen erano molto semplici: chiedevano ai fan/clienti di pubblicare immagini o commenti sulla pagina con la possibilità di vincere hamburger gratis.

concorsi bunsen burger

Il risultato?

  • Fan fidelizzati in costante aumento
  • Conversione dei fan in clienti del ristorante
  • Aumento del 18% del fatturato dopo un solo concorso
  • 7000 “Mi piace” sulla pagina in meno di un anno

Bunsen.casostudiosufacebook

In conclusione vorrei dirti che questo è solo un esempio di utilizzo della piattaforma Facebook per la promozione e affermazione di un brand. Il vantaggio per un’azienda di essere sui social network è enorme per diversi motivi e non è importante il settore di riferimento. Che l’azienda sia un ristorante o un centro benessere i vantaggi sono gli stessi. Tra i più importanti:

  • Il rapporto con il cliente: puoi confrontarti sui servizi che offri e sulle modalità, il cliente è colui che ti conosce meglio e qualunque suggerimento non solo è ben accetto ma grazie ai social è anche davvero immediato. Questo ti permette di aggiustare il tiro laddove hai riscontrato feedback negativi.
  • Il raggiungimento del tuo target: grazie a Facebook (e Facebook ads) non solo puoi raggiungere milioni di persone, ma puoi monitorare la loro attività, capire quali contenuti preferiscono e aumentare la popolarità del brand attraverso una loro semplice condivisione di una foto, di uno stato o di un’offerta.
  • L’aumento della popolarità del brand: grazie a contenuti divertenti, creativi e autentici puoi fidelizzare gli utenti che avranno piacere a diventare i tuoi primi sponsor, grazie a commenti, condivisioni, recensioni e mi piace.

Per essere in tema con la case history di oggi: non basta avere chiaro l’obiettivo da raggiungere, bisogna anche sapere come e quali ingredienti utilizzare.

  • Alessandro Piccione

    Lavoro con i social media da qualche anno.. Hanno una potenzialità incredibile..

    • Laura De Vincenzo

      Ciao Alessandro! Scusa se ti rispondo solo ora 🙂 Concordo con te sul potenziale, hanno davvero cambiato (in meglio) il modo di raggiungere il proprio pubblico/consumatore!

  • Gilk

    Ma hanno tutto fermo a Luglio 2014 🙁
    Quindi sono partiti con una campagna affidata ad un agenzia e poi hanno smesso?

    • Laura De Vincenzo

      Ciao Gilk, scusa se ti rispondo solo ora. Purtroppo c’è un ingrediente fondamentale nelle strategie che spesso viene a mancare… la continuità 🙂 Molti partono alla grande e poi non pianificano le attività e restano poi fermi. In ogni caso hanno raggiunto i loro obiettivi tramite questa strategia e quindi vale la pena approfondire.

Shares