Backlink Negativi: Cosa Fare se un Competitor ti Attacca?

Disavow
Tempo stimato di lettura: 1 minuto, 15 secondi
Pubblicato il 12 agosto 2013

Riportiamo, dopo il video, la traduzione integrale della risposta che ha dato Matt Cutts, capo del team anti-spam di Google, il 7 Agosto 2013.

Domanda di un utente spagnolo:

Di recente ho trovato due link da siti porno che puntavano al mio sito. Ho utilizzato il disavow e scritto agli amministratori del sito per chiedere la rimozione dei link ma… Che cosa devo fare se qualcuno (un competitor), cerca di colpirmi con link negativi?

Risposta di Matt Cutts:

Hai fatto esattamente la cosa giusta, hai cercato di contattare i proprietari del sito dicendo: “Per favore, non linkatemi! Non voglio avere niente a che fare con il vostro sito!”. E se queste persone non recepiscono, utilizza il disavow. Se hai fatto questi passi, puoi stare tranquillo. Ma se c’è un qualsiasi sito, con cui non vuoi avere a che fare, che ti sta linkando e tu vorresti dire: “Hey, io non ho niente a che fare con questo sito”, devi utilizzare il disavow. E puoi fare questo anche a livello di dominio intero. Puoi chiedere infatti il disavow di domain:example.com e questo farà sì che tutti i link che arrivano da example.com vengano ignorati. Così potrai stare tranquillo e non mi preoccuperei oltre del problema.

Più chiari di così si muore, segnalate quindi il fatto agli admin in buona fede. Se scoprite le intenzioni malevole usate il disavow.

Sei un appassionato di SEO? Visita la nostra sezione apposita: SEO

  • benedetto strumento quello del disavow… io credo che abbia aperto un nuovo modo molto intelligente di fare SEO! tra l’altro sono favorevole a farne uso anche nel caso di dubbio, cioè se il sito che ci linka non è sicurissimo che sia malevolo… bhe, di questi tempi tanto vale metterlo fuori causa.

    Ad ogni modo, nonostante il terrorismo su questo tool diffuso da certuni, faccio notare che con un po’ di attenzione si può sempre ripristinare la situazione precedente, io ad esempio sto salvando i file disavow cronologicamente (ogni volta che aggiungo link, li salvo in un nuovo file), così se rilevo qualche calo grosso nel ranking posso sempre ri-uploadare il precedente 🙂

    • Ah ottimo questo non lo sapevo, si può quindi ri-abilitare un link o un set di link disawovati? 🙂

      • se ti salvi lo “storico” dei file sì, cioè tanti disavow-list1.txt,disavow-list2.txt, … aggiornati volta per volta certamente… in azienda l’abbiamo fatto già una volta perchè ci siamo accorti che il filtro sembrava troppo “restrittivo” e penalizzante. conta comunque che le modifiche vengono assorbite molto lentamente 😉

  • Daniele Imperi

    Una volta scrissi un post in cui mettevo nero su bianco alcuni comportamenti ingiusti e scorretti nei confronti miei e di altre persone all’interno di una famosa comunità. Da quel giorno e per diversi mesi nelle statistiche ho trovato visite da siti porno stranieri (in genere da Russia e Ungheria).

    Non sono mai stato bannato da Google né il posizionamento del sito ne ha mai sofferto. Ho anche aperto un paio di quelle pagine, controllando il codice HTML, ma non c’era alcun link.

    Non so che tecnica sia, ma non ha funzionato.

    • ciao Daniele,

      bhe può darsi che fosse il risultato di semplici trackback/pingback casuali, ed in generale non tutti i referral fuori tema sono dannosi: Google opera sempre con un certo grado di approssimazione, quindi qualcosa può sfuggire al suo controllo, motivo per cui tanto vale stare al sicuro valorizzando i link tematici e disavowando (neologismo orrendo, mi rendo conto) senza pietà quello che riteniamo dubbio.

  • SEOJedi

    Purtroppo però il disavow tool è l’unico strumento a disposizione ufficiale – con tutte le sue tempistiche.
    IMHO, se da una parte Penguin e fratellini erano necessari, dall’altra hanno accresciuto enormemente il “mercato nero” dei backlink negativi.
    Per carità, lo sto utilizzando anch’io e non poco; ma per giusti limiti non può essere reattivo come Flash.
    E spesso chi fa la SEO negativa tira mazzate peggio di Solomon Grundy.

  • Matteo De Angelis

    Secondo me il punto rimane sempre lo stesso: ma ha veramente effetto usara il disavow?

Shares