Aprire un blog per promuovere strutture turistiche? Ecco perché dovresti farlo

Immagine tratta da: http://it.depositphotos.com
Tempo stimato di lettura: 3 minuti, 38 secondi
Pubblicato il 16 ottobre 2013

Ti hanno chiesto di promuovere online delle strutture turistiche ma non sai come procedere? Aprire un blog potrebbe essere la soluzione ideale, soprattutto se sei appassionato di scrittura e vorresti fare pratica in quanto a redazione di testi per il web.

Molto più delle riviste cartacee e delle tradizionali guide turistiche infatti, il web ti permette di arrivare dritto all’utente e di fornirgli, con il giusto mix di parole ed informazioni, proprio quello che sta cercando.

Certo aprire un blog non è una decisione da prendere con leggerezza. Si tratta di un impegno quotidiano e costante che può regalare validissimi frutti solo se gestito in maniera attenta e consapevole.

Del resto poi, non è l’unica strada possibile. Abbiamo anche i canali social che consentono di raggiungere una buona fetta di possibili clienti, attraverso la condivisione di immagini di qualità ed informazioni allettanti per i lettori.

Ma se scrivere non ti spaventa e pensi di poter comunicare molto di più al tuo target di riferimento che una bella foto con descrizione, aprire un blog è proprio la scelta adatta a te.

Perché aprire un blog e come gestirlo

A questo punto mi sembra doveroso però fare una premessa: quando ti consiglio di aprire un blog per la promozione di strutture turistiche, case vacanze e quant’altro, non intendo assolutamente creare un semplice contenitore nel quale buttare dentro le strutture a tua disposizione.

Quando ti consiglio di creare un blog intendo dire che dovresti regalare al tuo lettore – e possibile cliente – molto di più che una fredda scheda di informazioni circa la posizione della struttura, il numero delle stanze e il prezzo del soggiorno. Queste restano delle informazioni essenziali, che vanno però unite ad un contesto molto più ampio, legato alla terra che ospita tali strutture.

Di qualunque zona turistica si tratti, aprire un blog ti da l’occasione di mostrare al tuo pubblico non solo dove potrà alloggiare, ma anche quali saranno i piatti tipici che potrà assaggiare, i borghi da visitare, le tradizioni e le feste locali alle quali potrà prendere parte.

In questo modo potrai diventare una vera e propria risorsa per il tuo target di riferimento e non un semplice elenco di strutture da visionare in vista delle vacanze. La prima cosa che ti consiglio di fare è quella di creare un buon ventaglio di categorie, dando ovviamente la priorità a quelle sulle quali ti senti più ferrato.

Via libera quindi con gli itinerari speciali, i luoghi da visitare, i siti dedicati alla storia e all’arte, le ricette e i prodotti tipici, le sagre e le tradizioni locali, i posti migliori nei quali dormire, mangiare e alloggiare, i locali da non perdere e così via.

Questa impostazione non solo ti consente di offrire dei contenuti sempre nuovi e freschi ai tuoi lettori, ma di aggiungere un contorno speciale alle tue strutture ed offerte, che resteranno comunque il fulcro principale del tuo lavoro.

Per riuscire bene in questa operazione molto spesso basta mettersi nei panni del lettore, oppure pensare a quali informazioni cerchiamo nel momento in cui noi stessi ci ritroviamo ad organizzare una vacanza. Per aiutarti puoi anche stilare una piccola lista di domande, prima di scrivere i tuoi post, ad esempio:

– Dove posso alloggiare e quanto mi verrebbe a costare?
– Ci sono offerte particolari per il periodo da me scelto?
– Se non ho l’auto come posso spostarmi e trascorrere le mie giornate?
– Quali sono gli intrattenimento del periodo previsti per la sera?
– Ci sono tradizioni o eventi interessanti?
– Se voglio mangiare bene senza spendere molto dove posso andare?
– Quali sono i piatti tipici della zona?
– Sono appassionato di trekking (o di immersioni, scii, birdwatching, ecc), cosa c’è di adatto a me?

Gli spunti possono essere davvero tanti, ed unendo alle informazioni essenziali la giusta dose di immagini e descrizioni, riuscirai a redigere dei testi turistici completi sotto ogni punto di vista, ma soprattutto di qualità.

In poco tempo potresti affermarti come un punto di riferimento per quel particolare settore turistico ed approfittare dei canali social per rendere davvero perfetta questa tua attività, interagendo in maniera costante e diretta con il tuo pubblico, andando a soddisfare richieste e curiosità.

A questo punto sono curiosa di sapere cosa ne pensi: credi anche tu che aprire un blog possa essere un buon modo per promuovere strutture turistiche o hai altre strategie da consigliarci?

Shares