5 metodi per essere un freelance migliore

Freelance e successo
Tempo stimato di lettura: 2 minuti, 7 secondi
Pubblicato il 30 aprile 2012

Nel web, come in altri lavori, è fondamentale prefissarsi delle mete, degli obiettivi per non restare fermi e obsoleti in questo “oceano” che è il mercato del lavoro. Per questo una volta raggiunto un traguardo miriamo subito a raggiungerne uno nuovo.

Questi nuovi obiettivi permettono di migliorarci e nuotare più veloci di altri “pesci” che affollano l’oceano: questi pesci siamo noi lavoratori, autonomi o meno.

Ma non voglio scrivere un articolo per appassionati di pesca o per National Geographic, voglio parlarti di 5 metodi per fare un salto di qualità in tutti quei lavori che si occupano di web.

1. Dove mi trovo adesso?

Chiediti di che cosa ti stai occupando in questo momento della tua vita, che compiti stai svolgendo in quest’ultimo periodo e cosa hai ricavato di utile dalle ultime esperienze. Valuta se tutto ciò ti permetterà di fare quel salto di qualità o se dovrai ancora lavorarci un po’ per limare alcune lacune.

2. Diventa un “guru” in una disciplina.

Ti occupi di Photoshop, Illustrator, webdesign, applicazioni per smartphone ma anche di SEO, php, javascript…  In questo caso sei già dispersivo perché sì riuscirai a creare sì un prodotto finito, ma allo stesso modo non sarà un lavoro completo, usabile e grazioso a vedersi.

Non possiamo essere eccellenti su tutto, sopratutto per mancanza di tempo (i programmi come i codici si evolvono) e bisognerebbe essere dei “mostri” per essere degli esperti polivalenti.

Quindi concentrati in una disciplina, due al massimo e vedrai che la tua specializzazione potrà rendere al meglio grazie anche anche alla collaborazione con altri “guru”.

3. Decidi i tuoi obiettivi.

So usare Photoshop, tra due anni voglio specializzarmi nella creazione di banner pubblicitari e nella progettazione di set di icone da rivendere – questa è una posizione che un freelance dovrebbe porsi per arrivare al prossimo step. Crea una to-do-list (sul web esistono diverse applicazioni tipo www.rememberthemilk.com che ti aiutano in questo) calcolando dei tempi di scadenza a lungo termine.

4. Sempre pronto ad imparare.

Devi sempre arricchirti di nuove conoscenze nel settore di tua competenza. Una conoscenza sempre più “fresca” o attuale della vostra specializzazione ti permetterà di salire di un gradino sopra i tuoi concorrenti.

5. Uno sguardo al passato.

Se ti capita, ogni tanto, fai un salto all’indietro, riguarda il tuo portfolio, rivisita i tuoi successi e i traguardi raggiunti in passato. Analizza cosa ha funzionato e cosa non andava. Questo ti servirà per avere delle linee guida per i tuoi futuri successi.

Questi sono i miei cinque consigli per migliorarsi continuamente.

E tu quali obiettivi ti poni per migliorarti come freelance?

Shares